Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Come la realtà virtuale – VG

HØYDEPARADIS SULLA PISTA DI CASA: Birgit Skarsten si prepara per il Campionato Europeo tra due settimane a Høydalsvatnet proprio sotto il tetto della Norvegia, Galdhøpiggen.

I vincitori dell’oro della Coppa del Mondo Birgit Skarsten (33) e Kjetel Borsch, 32 anni, ammettono che il loro primo ritiro in quota in Norvegia – allestito ai piedi del Galdhubigen e con addestramento al kayak di trota verde zaffiro – può regalare sorprese a cui non sono abituati. . all’estero.

Inserito:

– Attendo con impazienza la Commissione europea a Monaco, da temperature sotto zero e freddo, afferma Birgit Skarsten.

La vincitrice della medaglia d’oro alle Paralimpiadi dello scorso autunno a Tokyo sottolinea il fatto che potrebbe fare molto caldo durante il torneo nella Germania meridionale dall’11 al 14 agosto, e il fatto che lei e il resto della sua squadra di 20 atleti di canottaggio hanno ora svegliato. Scena di neve a terra fuori dalla loro residenza a Juvasshytta a poco più di 1.800 metri sul livello del mare a Jotunheimen.

– Sono appena scivolato, dice Birgit Skarsten.

Durante le sessioni di kayak nelle “pianure” a 900 metri sul livello del mare, nella vicina Høydalsvatnet, si sono preparati per i cambiamenti climatici improvvisi, equipaggiati con maglioni, biancheria intima e un cappello.

– Era il miglior tempo dell’anno qui. Ma non possiamo basare la nostra filosofia di allenamento sull’umore degli dei del tempo norvegesi, afferma Kjetil Borch.

Nuoto: il vincitore della medaglia d’argento Kjetil Borch stava pescando e andando a Galdhøpiggen e fingendo di essere nel sud durante il campo di addestramento alpino a Jotunheimen.

vincitore d’argento Dai Giochi Olimpici di Tokyo un anno fa si riferisce alla nuova Olimpiade Il manager della nazionale Mark Emkes Pensiamo che il cosiddetto allenamento in quota farà il trucco nella caccia ai vogatori norvegesi per altre vittorie internazionali.

READ  Partite del campionato europeo di calcio 11 giugno - NRK Sport - Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

L’olandese ha voluto portare con sé i vogatori della nazionale per stare in alta quota, ad esempio in Italia o in Spagna, dove di solito stanno per aumentare l’assorbimento di ossigeno dei muscoli. In questi tempi esistevano gli animali non soldi per me. Sono state invece due settimane nella natura dell’alta montagna norvegese.

Molti dei migliori atleti norvegesi stavano facendo di Juvasshytta la loro base quando, due anni fa, hanno aggiunto un campo di addestramento in quota nella stessa zona a causa di Restrizioni di viaggio Corona.

Guarda un video del training camp in altura qui:

Mi ricorda tutte le estati che ho passato da bambino. Papà che ha urlato “dai”, pranzo al sacco e cioccolata in un thermos, dice Birgit Skarsten.

Kjetil Borch ha trovato l’aggancio tra le sessioni di allenamento. Servito a cena, renna alla griglia. Ha “veramente” smesso di allenarsi in quota. Nei tempi in cui è caduto, ha vinto medaglie d’oro e olimpiche.

Birgit Skarsten osserva che lei e altri vogatori hanno “lavorato” molto con il caldo negli ultimi anni. Ciò significa che si sono allenati nelle regioni meridionali (più della Norvegia) e all’Olympiatubens Camera climatica (impostato su temperatura e umidità elevate) per adattarsi al caldo soffocante dei prossimi tornei internazionali.

Sopra dall’alto: Kjetil Borch (davanti al centro) si è portato in cima al Galdhøpiggen con i suoi compagni di canottaggio in un giorno di riposo durante un rally in quota a Jotunheimen.

Sullo sfondo del freddo e del cappello a cilindro sotto il tetto della Norvegia, hanno prenotato due giorni – la domenica e il lunedì successivi – nella sala climatica dell’Olympitoppen prima di partire per Monaco di Baviera martedì.

READ  Solskjær è stato elogiato per la decisione di Lingard

Mentre si siede e gira in un garage lontano dalle usanze popolari, Birgit Skarsten ricorda anche la sua scuola d’infanzia. In età adulta, i timonieri sono alloggiati in camere triple. D’altra parte, lei e Kjetel Porsche hanno chiarito che non conoscere il campeggio in alta quota fa bene a qualcosa: il lavoro di squadra.

– Crea davvero la differenza. Serviamo buon cibo. È comodo e traiamo molto vantaggio dall’essere lontani da Årungen, sottolinea Kjetil Borch.

Årungen è l’inseguimento dei vogatori della nazionale norvegese sull’autostrada E6 a sud di Oslo, giorno dopo giorno.

Anche l’ambiente idilliaco è da non perdere.

– È come la realtà illustrata, dice Birgit Skarsten.

Lo svantaggio della natura selvaggia è che preferiscono le acque piatte. Non capita tutti i giorni in pianura. Inoltre, non è consentito imbarcarvi una barca a motore. Ciò significa che i vogatori non possono essere letteralmente seguiti così da vicino da Mark Emkee e dall’altra squadra di allenatori, come una volta.

READ  All'improvviso se ne andò. rivela problemi
Spartan: Birgit Skarsten e altri 19 vogatori si stabilirono, tra gli altri, in un garage e come abitazioni a Juvasshytta a 1.800 metri sul livello del mare.

Alla domanda su quali obiettivi ha nei confronti della Commissione europea, ha risposto Kjetil Borch Sono ai minimi storici. Si dice che Mark Emke abbia affermato che il Campionato Europeo è solo una fase di transizione fino alle finali della Coppa del Mondo in Repubblica Ceca dal 18 al 25 settembre. Se fosse stato più importante, adesso non sarebbero rimasti al top.

Da parte sua, Kjetil Borch si aspetta di ottenere una buona dose di pestaggio a Monaco. Ha partecipato una volta all’inizio di quest’anno, nei Paesi Bassi un mese e mezzo fa. A maggio ne ha subìto uno Intervento chirurgico al ginocchio sinistroAll’inizio di giugno è risultato positivo al covid-19.