Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Con questo, Audi è davvero entrata nella classe premium

Frank Wilksen è un veterano del comitato editoriale di Broom. Ha lavorato come giornalista automobilistico per oltre 55 anni e ha testato un gran numero di auto sia in patria che all’estero.

Alcune auto lo ricordano meglio di altre. Frank ora condivide i ricordi con tutti i suoi lettori di Broom. Questa volta si tratta della versione del 1997 dell’Audi A6, il modello che ha seriamente posizionato Audi come concorrente a tutti gli effetti della BMW Serie 5 e della Mercedes-Benz Classe E.

Anche se pensavo che la mia Audi 100 Avant di prima generazione, la GL 5E, del 1980 fosse un’ottima macchina, devo essere d’accordo con coloro che affermano che l’auto che ha davvero messo l’Audi al vertice della classe premium è stata la A6.

Non parlo poi dell’ultima generazione dell’Audi 100, che negli ultimi anni della sua esistenza è stata ribattezzata A6 per ragioni pratiche e di mercato. Il cambio di nome è stato dettato dal desiderio di armonizzare le denominazioni dei modelli, perché Audi aveva già A4 e A8. Con ciò, la serie 100 divenne improvvisamente chiamata A6 dal 1994 al 1997. Oltre al cambio di nome stesso, furono apportate la maggior parte delle modifiche estetiche e ciò che di solito viene fornito con un “lifting”.

È così che la nuova generazione A6 è stata presentata alla stampa da Harald A. Møller nel 1997. Foto: Møllerarkivet

significativamente più grande

Nel 1997 apparve una nuova grande auto familiare chiamata A6. E ora è successo davvero qualcosa. Il passo è stato aumentato di 7 centimetri e la larghezza di 3 centimetri, mentre la lunghezza non è cambiata quasi, poco più di un centimetro. L’auto divenne anche più alta: l’altezza della berlina era di pochi centimetri, mentre il modello Avant “cresceva” in altezza di ben cinque centimetri.

Il risultato fu un’auto che divenne notevolmente più grande. Non ultimo, l’interasse aumentato ha fatto molto per lo spazio nel sedile posteriore. Il design ha una forma più arrotondata, che è la conferma più ovvia che si trattava di un’auto nuova, sebbene avesse ancora la designazione A6.

Anche dal retro l'auto si è mostrata in termini di design.  Foto: AUDI AG

Anche dal retro l’auto si è mostrata in termini di design. Foto: AUDI AG

Trazione anteriore – o quattro

Dentro e fuori, l’auto emanava una sensazione molto più potente rispetto al modello precedente e fin dal primo giorno si è posizionata come un’alternativa naturale e attraente sia alla BMW Serie 5 che alla Mercedes-Benz Classe E. La nuova guida l’ambiente era impressionante, e ha anche in gran parte fatto l’impressione generale degli interni, elegantemente eseguiti con bei dettagli.

Esternamente, i cambiamenti erano relativamente piccoli rispetto al suo predecessore. C’erano nuovi fari e fanali posteriori, una nuova griglia e corrispondenti modifiche al telaio, al motore e alle opzioni di cambio.

Tutte le generazioni di Audi A6 sono state consegnate con trazione anteriore o con il sistema di trazione integrale Audi quattro. L’auto è stata anche la base per i modelli Allroad dal 1999.

La 100 è considerata una delle auto Audi più importanti di tutti i tempi.

buona performance

Come i suoi principali concorrenti, anche Audi offriva diversi tipi di motori, sia benzina che diesel. Questo è stato anche il caso dell’importante generazione 1997. Qui, l’elenco dei motori contiene un gran numero di versioni a benzina e diesel.

Il motore a benzina più piccolo era un turbo da 1,8 litri con 150 cavalli, ma molti hanno scelto un V6 da 2,4 litri, 2,7 o 2,8 litri. Il motore più grande disponibile era un V8 da 4,2 litri. Venivano erogati con una potenza massima di 300 CV, mentre la potenza dei motori V6 andava da 165 a 193 CV.

Qualunque cosa tu scelga, otterrai buoni vantaggi dal tuo acquisto. Tutti i motori, anche il turbo più piccolo, erano agili e accelerati. Anche con il 1,8 litri, l’A6 ha smesso di 0-100 in 9,5 secondi, ed è stato buono per una velocità massima di circa 220 km/h. Con un V6 da 2,8 litri l’accelerazione è scesa da 0 a 100 a 7,9 secondi, mentre la velocità massima è salita a quasi 240 km/h.

Posto di guida con buone opportunità di lusso... Foto: Audi

Posto di guida con buone opportunità di lusso… Foto: Audi

motori diesel veloci

L’Audi era (ed è!) auto intelligenti, ma doveva competere al livello che l’Audi voleva. Sia BMW che Mercedes-Benz all’epoca avevano anche un’incredibile quantità di polvere da sparo nei loro programmi di modelli, indipendentemente dal fatto che si trattasse di una Serie 5 o di una Classe E!

La gamma di motori diesel per l’A6 nel 1997 era limitata a due motori: un TDI da 1,9 litri con 110 CV e un TDI da 2,5 litri con 150 CV. Anche i motori diesel erano resistenti ed erano visti come veloci ed efficienti per l’epoca. Anche la più piccola raggiungeva i 200 km/h di velocità massima e scendeva da 0 a 100 km/h in poco più di 12 secondi, mentre il più grande motore V6 andava bene per una velocità massima di 222 km/h e passava da 0 a 100 km/h h in meno Da poco 9 secondi fa, che alla fine degli anni ’90 non era affatto una dieta quotidiana!

Anche il modello Avant station wagon aveva l'aspetto.  Foto: Audi

Anche il modello Avant station wagon aveva l’aspetto. Foto: Audi

La trasmissione automatica era costosa

C’erano anche molti tipi di sistemi di pagamento tra cui scegliere. Forse il più preferito era il cambio automatico tiptronic a cinque marce, ma c’erano ancora pochissimi che preferivano il manuale, a 5 o 6 marce. Naturalmente, questa scelta riguardava anche il denaro, perché il costo aggiuntivo del prezzo del cambio automatico era ancora molto alto in questo momento. In primo luogo, l’Audi non era auto abbordabile…

Il V6 da 3,0 litri era un motore da sogno per molti.  Foto: Audi

Il V6 da 3,0 litri era un motore da sogno per molti. Foto: Audi

Audi A6 Avant 1.8L quattro 1997 – alcuni numeri:

Motore: 4 cilindri, 1,8 litri, 150 CV. La coppia massima è di 210 Nm a 1750-4600 giri/min.

Guida: trazione integrale – scelta tra cambio manuale o cambio automatico tiptronic.

L x P x A: 4,80 x 1,81 x 1,48 m

Passo: 2,76 m

Peso netto: 1.355 kg

Peso lordo consentito: 1.905 kg

Peso rimorchio con freno: 1300 kg

Bagagliaio: 551 litri

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 9,4 secondi

Velocità massima 217 km/h

Consumo di carburante, guida mista: 0,81 l / ml.

C’era una volta questo marchio piccolo e strano

Ancora disponibile presso Finn

L’Audi A6 della generazione 1997 è ancora in vendita in Finlandia. Nel momento in cui scrivo, ho visto, tra l’altro, una berlina con motore a benzina da 1,8 litri offerta come oggetto di riparazione per 8000 corone dopo aver buttato via 210.000 km.

La quattro Avant 2.8 quattro del 1997 con 174 CV, sedili sportivi e cambio manuale è in vendita per 110.000 corone, ma dopo non ha percorso più di 119.000 chilometri, quindi dovrebbero essere rimaste molte auto. Per il resto, l’auto sembra molto ben equipaggiata, è certificata UE fino al 2024 e ha pneumatici invernali quasi nuovi non provati – un proprietario.

Sono apparsi anche due modelli del 1998, entrambi con una lunghezza di 230.000 km e prezzi da 35.000 a 45.000 corone.

1983 Audi 100 – l’auto che ha reso eccitante l’aerodinamica

READ  - Non finito - VG