venerdì, Giugno 21, 2024

Condannato per aver fabbricato una bomba da bambino

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

– Adesso lo stanno interrogando. Ci opponiamo che abbia qualche legame con il caso del terrorismo o con l’ambiente, ha scritto il difensore dell’uomo russo, l’avvocato Javed Shah, in un sms a TV2.

Il diciassettenne è stato condannato a un anno di carcere dalla Corte d’appello di Buergarting nel 2018.

Bomba fatta in casa

Il contesto della sentenza era che l’uomo, un cittadino russo, era stato arrestato e incriminato dopo il ritrovamento di un ordigno esplosivo in Groenlandia.

Bloccato: la polizia ha isolato un’area della Groenlandia di Oslo e un uomo è stato arrestato dopo che un oggetto simile a una bomba è stato trovato in Groenlandia nel 2017. Foto: Lise Åserud/NTB

L’ordigno esplosivo era una bomba fatta in casa a base di gas per accendini e frammenti di reticolati legati insieme in una borsa.

Secondo la sentenza della corte d’appello di Burgarting, l’allora diciassettenne intendeva far esplodere il dispositivo.

Era opportuno, dice Burgarting, mettere a rischio la salute degli altri.

Più persone accusate

Ora l’uomo condannato viene interrogato per possibili collegamenti con il caso del terrore a Oslo durante il Pride nel giugno dello scorso anno.

L’autore, Zanyar Matabor, 43 anni, ha aperto il fuoco in diversi locali notturni, tra cui il grazioso pub londinese The Beer on the Corner il 25 giugno dello scorso anno. Due uomini sono stati uccisi e 12 persone sono rimaste ferite.

Un noto islamista, Irfan Bhatti, 45 anni, è stato successivamente accusato nel caso, ea settembre altri due uomini sono stati arrestati e presi in custodia.

L’avvocato di uno dei due uomini, Oyvind Bratlin, non vuole commentare l’interrogatorio in corso nel caso.

Il difensore di Bhatti Sven Holden non ha ancora risposto alle domande di TV2.

READ  Wild Dog Attack: - Non l'ho chiesto io

More articles

Latest article