Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Confusione su un accordo nei negoziati OPEC + – gli Emirati Arabi Uniti bocciano l’accordo

Mercoledì scorso, Reuters e diversi altri media hanno riferito che l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti avevano concordato di entrare in un compromesso nell’accordo sulla produzione di petrolio del cartello OPEC +.

Intorno alle 16.00, il ministro dell’Energia degli Emirati Arabi Uniti ha annunciato che non era stato raggiunto alcun accordo e che le discussioni erano ancora in corso.

Ci è voluto più tempo del previsto

Giovedì e venerdì di due settimane fa, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e i paesi partner dell’OPEC+ si sono incontrati per modificare l’accordo sulla quantità di petrolio che avrebbero prodotto. L’aumento della domanda a seguito della riapertura delle società in tutto il mondo ha portato i prezzi del petrolio a più di 75 dollari al barile. Questo è il livello più alto in tre anni.

L’OPEC+, guidato da Arabia Saudita e Russia, ha deciso lo scorso anno, dopo una breve ma drammatica guerra dei prezzi, di ridurre la sua produzione di petrolio di circa dieci milioni di barili al giorno. Ciò ha contribuito a stabilizzare il prezzo del petrolio.

READ  Conte ha finito all'Inter

Il piano dell’incontro era quello di concordare un graduale aumento della produzione da agosto di 400.000 barili al giorno. Ma gli Emirati Arabi Uniti, lo stato del Golfo, hanno finora bloccato un accordo.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno chiesto una quota di produzione maggiore

Il ministro dell’Energia degli Emirati Arabi Uniti, Suhail Al Mazrouei, ha dichiarato a Bloomberg due settimane fa che il paese ha accettato di aumentare la produzione di 400.000 barili al giorno. Ma il Paese non ha voluto accettare l’estensione dell’accordo sulla regolamentazione della produzione da aprile a tutto il 2022.

“È totalmente ingiusto e insostenibile”, ha detto il ministro dell’Energia. Il motivo della forte opposizione all’estensione dell’accordo è che si basa sul fatto che gli Emirati Arabi Uniti hanno una capacità produttiva di 3,2 milioni di barili di petrolio al giorno.

Il paese stesso ritiene di avere una capacità produttiva molto più elevata dopo aver investito molto. Il Paese, quindi, eviterà di chiudersi in un accordo con una produzione primaria inferiore.(Termini)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri casi utilizzando un collegamento che conduce direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o altrimenti utilizzato con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.