Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Corre la gara del Mondiale per la squadra italiana

Corre la gara del Mondiale per la squadra italiana

– È successo tutto molto velocemente. Uno degli italiani mi ha chiamato circa una settimana dopo aver ottenuto l'oro NM all'AMTA e mi ha chiesto se volevo correre con la loro squadra nel fine settimana del 2 e 3 ottobre. Certo che lo farò, sorride il pilota di barche da corsa Tobias Monte Kaas.

In Cina

Lunedì il pilota si recherà a Linyi, in Cina, per guidare la scuderia italiana Senga F1. Una volta atterrato, c'è in programma una gara della WC Series e Monthey-Kass è l'unico norvegese nella classe Formula 4. è una classe di supporto per la classe più dura del circuito: la Formula 1. In questa gara, la norvegese Marit Stromwe gareggerà anche per l'Azebaijan F1 Team, che ha aiutato anche Nesodingen a prepararsi alla partenza.

– Negli ultimi anni ho fatto soprattutto regate offshore, mentre ora gareggerò su circuito. Ho guidato il circuito nelle stagioni 2001-2003 e più recentemente nel 2007, ma le cose devono andare bene, sottolinea il 26enne.

A differenza delle crociere, dove l'autista è il navigatore a bordo, i percorsi in circuito sono guidati solo da un autista.

L'altezza del sentiero è compresa tra 1400-1800 metri e lungo il percorso è possibile vedere l'intero sentiero. “La gara dura circa 30 minuti e percorriamo alcuni giri”, afferma Monte Cass.

Il fine settimana in Cina prevede diverse gare di qualificazione il sabato e una gara principale la domenica.

– Non mi sono mai seduto sulla barca che guiderò prima, ma la proverò la prossima settimana. La barca si è classificata seconda ai Campionati del Mondo dell'anno scorso, quindi è una buona barca. Sabato si svolgeranno per la prima volta diversi test e turni di qualificazione, durante i quali i piloti potranno assicurarsi la migliore posizione possibile sul ponte di partenza nella gara di domenica.

READ  - Continua a vomitare - VG

Mancano ancora gli sponsor

Amta incontra telefonicamente il conducente della barca mentre lascia l'ambasciata cinese a Oslo e ammette che le cose si sono mosse rapidamente.

– Tutto è successo incredibilmente velocemente. Devono essere prenotati i biglietti aerei e organizzati i visti, e ho bisogno di prendermi una pausa dal lavoro qui a casa. Per tali spese, mi piacerebbe avere uno sponsor. Il team è responsabile di tutto ciò che riguarda la gara, spiega il pilota del WC.

Dopo la gara in Cina seguiranno altre gare per Monte Cass, che sta lavorando per altre tre gare del Mondiale per gli italiani. Nei mesi di novembre e dicembre partecipa in Qatar, oltre che ad Abu Dhabi e Sharjah negli Emirati Arabi Uniti.

-Per questi viaggi ho un disperato bisogno di soldi per le sponsorizzazioni. Per quanto riguarda i progetti futuri, non so davvero quali saranno. Sono molto contento della fiducia che mi ha dato la squadra italiana e affronto ogni gara individualmente. Naturalmente sono interessato ad andare avanti, ma non conosco ancora la classe, il luogo e il ramo. “Mi divertirò comunque”, aggiunge.