Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Cosa pensano le femministe musulmane della persecuzione delle donne da parte dell’Islam? Servizio per i diritti umani

Sembra alquanto strano che solo le donne musulmane debbano coprirsi in pubblico, mentre gli uomini musulmani per lo più indossano quello che vogliono. Voglio sfidare le femministe musulmane ad avere una discussione: perché le donne musulmane ereditano solo la metà di ciò che ereditano gli uomini? Cosa pensano le femministe musulmane del fatto che la testimonianza di una donna in tribunale costituisce solo la metà di quella di un uomo? E come difendono, se una donna viene uccisa o ferita, il risarcimento che l’autore del reato deve pagare alla famiglia della vittima o la vittima stessa, metà di esso all’uomo?

Rispetto il fatto che Somaya Gerdi Ali sia stufa di tutti i dibattiti sull’hijab, ma voglio sfidare Ali, in quanto femminista musulmana, a parlare del punto di vista dell’Islam sulle donne.

Il nuovo anno è iniziato con un acceso dibattito sul velo sulle colonne dei giornali e sui social. Dagsavisen ora ha due donne somale in prima pagina a gennaio: Somaya Gerdi Ali e Rawda Mohamed – Entrambi sono orgogliosi di indossare l’hijab.

Secondo le due donne, indossano il velo per protestare contro il razzismo e come segno di indipendenza e appartenenza culturale.

Queste opinioni sono state vigorosamente contrastate, tra le altre Lily Bandhi e Kjetil Rolness, che afferma che il velo simboleggia un’antica usanza religiosa di non attirare l’attenzione sessuale degli uomini. È un abito che in gran parte del mondo è simbolo dell’oppressione delle donne e della segregazione di genere.

Non indossare l’hijab per nessuno

Somaya Jerdi Ali dice che non indossa l’hijab per nessuno e che non risponderà più a domande o domande sull’hijab. Comprensibilmente, le ragazze e le donne musulmane si stancano di concentrarsi su come si vestono.

READ  Com'era visitare un ricco romano 2000 anni fa?

E nella nostra democrazia aperta (a differenza di molti paesi musulmani che sono sotto dittature) – sia alle donne che agli uomini dovrebbe essere permesso di indossare esattamente gli abiti che vogliono. Tuttavia, sembra alquanto strano che solo le donne musulmane debbano coprirsi in pubblico, mentre gli uomini musulmani possono per lo più indossare quello che vogliono.

Ricordo un episodio del mio viaggio a Dubai di qualche anno fa. In uno dei centri commerciali è venuta una giovane coppia: in estate l’uomo indossava una maglietta e pantaloncini e la donna indossava un niqab tutto nero. La vista dei due sembrava assurda. Ma con il senno di poi, ho capito che non c’era niente di cui ridere.

Coprire le donne è un problema serio in molti paesi musulmani. Non si tratta di razzismo, indipendenza o affiliazione culturale: si tratta dell’Islam come religione e ideologia politica.

Rispetto il fatto che Somaya Gerdi Ali sia stufa di tutti i dibattiti sull’hijab, ma voglio sfidare Ali, in quanto femminista musulmana, a parlare del punto di vista dell’Islam sulle donne.

Qual è l’opinione della femminista Somaya Gerdi Ali secondo cui una donna eredita solo la metà di ciò che eredita un uomo? Qual è la sua opinione sul fatto che la testimonianza di una donna in tribunale è solo la metà di quella di un uomo? E come difenderai, se una donna viene uccisa o ferita, il risarcimento che deve essere pagato dall’autore del reato è la famiglia della vittima o la vittima stessa, metà dell’importo per l’uomo?

Abbiamo bisogno di donne e donne musulmane dure per queste conversazioni

Inoltre, ci sono una serie di comandi e divieti nell’Islam che regolano il matrimonio e il divorzio. Il primo vincolo riguarda la scelta del coniuge. Mentre un uomo musulmano può sposare un cristiano o un ebreo, una donna musulmana può sposare solo un musulmano.

READ  Messaggio: - Portalo via

Qual è l’opinione della femminista Somaya Gerdi Ali al riguardo? Non è questa una discriminazione contro le donne?

Cosa pensa Somaya Jerdi Ali dei diritti dei gay in relazione all’Islam e della mancanza di sicurezza legale delle donne in relazione al divorzio? E cosa pensa Ali del testo del Corano che descrive la donna come il campo dell’uomo (2, 223) e di un altro testo che attribuisce all’uomo il diritto alle punizioni corporali della donna (4, 38)?

Su questi temi, abbiamo bisogno di donne musulmane dure e forti che possano combattere questi aspetti discriminatori e antidemocratici dell’Islam.

Pubblicato per la prima volta su Nettavisen. Ripubblicato qui con il permesso di Gelius.

Immagine caratteristica: HRS a Lillehammer in un’intervista con Gelius.