Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Cronaca: la scienza sta cambiando

Cronaca: la scienza sta cambiando

Nel XVIII secolo in Norvegia c'erano molti preti che conducevano ricerche, pubblicavano, comunicavano con studiosi all'estero, usavano microscopi, si abbonavano a riviste scientifiche e costruivano la propria biblioteca, scrive lo storico. Ecco un disegno del sacerdote Hans Strøm dall'articolo “Om et Par Rare Fugle” del 1774. (Foto: Hans Strøm)

Docente universitario e biologo Eric Tonsstad Dì qualcosa sulla religione e sulla scienza in forskning.no. Ma la scienza è qualcosa che è cambiato nel corso della storia. Pertanto, è necessario parlare di esempi storici concreti della scienza in modo da sapere di cosa stiamo discutendo.

Critici come Holm, Kevelstad e Tveten ci hanno provato. Indicano l'Alto Medioevo come il periodo in cui scienza e religione vivevano in felice armonia, e quindi tentano di utilizzare la storia della scienza per confutare l'affermazione di Tonsstad. Ma l'argomento non ha molto impatto, perché Tonstad non parla di scienza nel racconto. Parla di scienza al singolare.

La scienza norvegese come pratica della religione

Darò un altro esempio storico. Hans Ström fu sacerdote dal 1750 al 1797. Dal momento in cui entrò in carica fino al suo ultimo respiro nel 1797, continuò a dedicarsi alla scienza. Sezionò e fece esperimenti sugli animali, raccolse e descrisse piante e fece osservazioni meteorologiche. Ha intervistato le persone della parrocchia e ha studiato le loro barche, i vestiti e la lingua. Salì sulle montagne e studiò il paesaggio della parrocchia dal fondale marino alla cima della montagna.

READ  La crisi climatica richiede un'azione urgente

Ström era uno degli scienziati norvegesi più rispettati del suo tempo, pubblicando diverse migliaia di pagine scientifiche.

E non era solo. In tutto il regno c'erano altri sacerdoti che ricercavano, pubblicavano, comunicavano con studiosi all'estero, usavano microscopi, si abbonavano a riviste scientifiche e fondavano le proprie biblioteche. Molti di questi sacerdoti furono nominati professori e molti di loro ritenevano che la Norvegia dovesse avere una propria università. A Trondheim, il vescovo Johan Ernst Gunnerus fondò la prima società scientifica, Det Trondhiemske Selskab, che ricevette una licenza reale nel 1768 ed esiste ancora. La scienza era in gran parte opera dei sacerdoti.

Il motivo è che studiare la natura era considerato un modo per studiare Dio. Se conosci meglio la natura, conosci meglio anche il suo Creatore. Le indagini sulla natura condotte da Strom e da altri preti ricercatori non erano semplicemente ricerche finanziate dalla chiesa, ma una forma di pratica religiosa. Pertanto, ad un certo punto della storia, la pratica della religione è stata una delle ricerche norvegesi più importanti.

Il punto di vista di Tonstad non è storico

Ma questo scuote il punto di vista di Tonstad, per quanto debole possa essere? Perché usiamo esempi dell’Alto Medioevo e del XVIII secolo per dire qualcosa sulla scienza? Forse perché cerchiamo le origini della scienza e crediamo che da allora essa sia stata fatta nello stesso modo e secondo gli stessi ideali? Lei non ce l'ha. Ha una lunga storia. Questa storia significa che non possiamo parlare di scienza al singolare e che gli esempi storici concreti non dicono tutto della scienza.

READ  Lo studio rivela la portata dell'influenza umana sulla vita vegetale nel mondo

Tonstad lavora con una visione ristretta della scienza e della storia. Quando sottolinea che la religione “non è mai arrivata a un’unica soluzione per nessun problema pratico”, ciò può essere inteso come un veicolo per il dibattito storico. Questa affermazione implica, tra molti altri problemi, una visione piuttosto ristretta di cosa sia la scienza. La stessa affermazione può essere fatta contro la maggior parte delle scienze umane, riguardo a quella che in tempi diversi è stata chiamata “ricerca di base” in contrapposizione a “ricerca applicata”, e nella maggior parte degli altri casi in cui è stato affermato nella scienza che la ricerca della conoscenza per amore della propria conoscenza è sbagliato.

Trovare soluzioni pratiche è stata l’unica motivazione per praticare la scienza nel corso dei secoli.

E i cambiamenti scientifici?

Sebbene abbia scritto in modo interessante sulla storia della scienza altrove, Tonstad vuole vedere solo alcune parti della scienza come storiche. Scrive che in retrospettiva si può vedere che la scienza aveva torto. Ma poi si è corretto. La storia della scienza di Tonstad ruota attorno a qualcosa di costante e immutabile (la scienza) che è emerso sulla scena della storia e ha rivelato sempre più fatti nel corso dei secoli. Ma l’essenza stessa della scienza non ha storia.

I fatti rivelati dalla scienza nel corso dei secoli non sono fenomeni storici. Sembra pensare che sia eterno, non toccato dal tempo e dallo spazio.

Possiamo immaginare che la cosa giusta ora non sarebbe così agli occhi di Hans Ström? Anche se fosse dimostrato con i migliori metodi scientifici che possiamo offrire? È plausibile che Strom abbia altri standard per ciò che è giusto? Se si vuole arrivare a qualcosa nel discutere come la scienza è influenzata dalla religione, si deve parlare più precisamente di scienza. Perché la conoscenza è molte cose. E cambiano nel corso della storia.

READ  Israele ricorda i sei milioni di ebrei uccisi durante l'Olocausto