Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Cucire giacche per bambini – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Non pesava più di 2 chili. Il casco è di 4 chili. Ma questo equipaggiamento protettivo potrebbe salvare la vita di molti bambini.

Nella zona industriale del “Lviv Defence Group” ora stanno cucendo giubbotti antiproiettile per bambini.

Soddisfa tutti i requisiti NATO ed è stato testato nelle condizioni più impegnative non solo dai militari, ma anche dai dipendenti in fabbrica.

– Abbiamo dovuto evacuare tutta la nostra famiglia da Kharkiv a causa dei bombardamenti russi. Vorrei che allora avessimo giacche così, dice Aleksandr Cheunov, che ora lavora nella produzione.

Simile ai giubbotti di salvataggio

La figlia Angelica ha 7 anni. Ha imparato a indossare una giacca e lo fa molto velocemente.

– Non è odioso. Posso camminare, sedermi e giocare mentre lo indosso. L’unica cosa che non mi piace è il casco, dice Angelica a NRK, è troppo pesante.

Le minacce più comuni per i bambini sfollati dalle zone di guerra sono schizzi di vetro e detriti di cemento.

Il gilet è progettato per sembrare e sentirsi come un classico giubbotto di salvataggio marino. Questo per chiarire che si tratta di bambini civili. La giacca ha cinghie in modo che i genitori possano portare più facilmente il bambino con sé se necessario.

Il kit di sicurezza completo comprende giubbotto antiproiettile in polietilene, casco e piastre. Questo rende il piatto più leggero e più facile da usare per i bambini.

Foto: Andras D.Hajdu / Andras D.Hajdu

Non vendere giacche

– Produciamo giacche per bambini in tre taglie. Per i gruppi di età 4-6, 7-10 e 11-14, afferma Maxim Plekhov, direttore esecutivo del Lviv Defense Group.

Più di 500 giubbotti erano già in uso durante l’evacuazione di civili da città come Mykolaiv, Bakhmut, Luhansk e Donetsk.

– Dopo l’evacuazione, i militari raccolgono i giubbotti antiproiettile e li usano di nuovo dove sono più necessari, ha detto a NRK il direttore delle comunicazioni Anton Fedchenko.

Lviv Defence Cluster non vende giubbotti per bambini. L’azienda raccoglie fondi per coprire i costi di produzione e ogni giacca viene donata all’esercito ucraino per aiutare a evacuare i civili.

Secondo i dati dell’UNICEF diffusi ad agosto, quasi 1.000 bambini sono stati uccisi o feriti dall’inizio della guerra a febbraio. Ciò significa una media di cinque bambini al giorno.

Secondo l’UNICEF, 356 bambini sono stati uccisi e 595 feriti nelle ostilità.

– E questi sono i numeri che solo le Nazioni Unite hanno potuto confermare. “Pensiamo che il numero reale sia molto più alto”, ha affermato Kathryn Russell, a capo dell’azienda. UNICEF.

READ  L'Arabia Saudita è diventata una meta turistica?