Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dalla guerra in Ucraina alla tempesta nel NIF: – A volte era pericoloso

Dalla guerra in Ucraina alla tempesta nel NIF: – A volte era pericoloso

Candidato alla vicepresidenza: Arne Bård Dalhaug fa parte del Consiglio sportivo.

BERGEN (VG) Arne Bård Dalhaug (69) ha vissuto una vita pericolosa cercando di calmare le tensioni tra Russia e Ucraina. Ora aiuterà a riportare la calma nella burrascosa federazione sportiva. Se solo non fosse finito nel mirino anche qui.

pubblicato:

L’attuale Senior Vice President, Vibecke Sørensen (54), è fuori comitato di selezione Suggerì di sostituirlo con un tenente generale, che all’epoca era il secondo in comando della Difesa.

Ha paura che domenica mattina ci saranno mozioni contro di lei?

– Non ne ho paura, ma sono pronto per questo. Il Consiglio sportivo deve scegliere quello che vuole. Ma il comitato di selezione ha cercato di formare una buona squadra, quindi spero che lo prendano in considerazione.

Dal 2016 al 2019, Dalhoge ha comandato il Corpo degli osservatori dell’OSCE che avrebbe dovuto cercare di mantenere l’ordine in quanto accaduto al confine tra aree controllate da russi/separatisti e ucraini. Questo è il motivo per cui conosce la zona meglio della maggior parte dei militari e dei politici occidentali.

– Era il tuo lavoro pericoloso?

– A volte era pericoloso, sì. Mine ed esplosivi sono associati al rischio di combattimenti accidentali sulla cosiddetta linea di comunicazione se non si accorgono che siamo nelle vicinanze. Ma soprattutto è andata bene.

– Ho vissuto nella parte di Luhansk controllata dai russi per tre anni e abbiamo cercato di tenere traccia degli schieramenti di armi, delle violazioni del cessate il fuoco e simili. Naturalmente, comporta rischi un po’ più elevati rispetto allo stare seduti davanti alla TV in Norvegia.

– Puoi trasferire la tua esperienza dall’esercito allo sport?

C’è molta somiglianza tra quello che ho fatto nelle forze armate e quello che potrei fare ora nello sport. Ci sono molti problemi che mi sono familiari, dice Dalhoge.

Ad ogni modo, si tratta di un’azione strategica a lungo termine.

– Vede la possibilità della pace in Ucraina?

– Temo che la guerra continuerà. Se qualcuno mi avesse chiesto un anno fa se la guerra sarebbe continuata oggi, forse avrei detto di no. Se oggi mi chiedete se penso che continuerà il prossimo giugno, tendo a rispondere di sì.

Nota: la guerra in Ucraina è iniziata nel 2014 in Crimea e nella regione del Donbass. Il 24 febbraio 2022, il presidente Vladimir Putin ha ordinato una guerra totale contro l’Ucraina.

pubblicato:

READ  Kjetil Knutsen e José Mourinho