lunedì, Luglio 22, 2024

The Wonderful World Festival Stavanger giugno 2023 – Dagsavisen

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Dal 1 al 4 giugno organizzato Mondo meraviglioso A Stavanger – un festival sulla filosofia e la scienza. Il Tou Scene nella regione orientale è l’arena principale del festival, ma in tutta la città vengono organizzate conferenze e altre cose.

L’Avis di Rogaland fa il viaggio verso Tou verso mezzogiorno di sabato, il penultimo giorno del festival. Lì incontriamo Karen Marie Halden e Kjersti Vjermstad, che stanno facendo una pausa pranzo fuori al sole.

– Siamo stati al festival sin dal primo giorno e pensiamo che sia molto bello. Siamo appena tornati da un tour della città con il poeta e storico Gunnar Roalkvam. È stato meraviglioso farne parte. È un buon narratore e una persona cordiale, dice Halden.

– In Wonderful World c’è qualcosa per tutti. È un programma molto vario, e lo è stato molto La gente è qui, dice Fjermestad.

Tre cose che voglio fare alle due

Mentre le signore si siedono e si godono il pranzo, cercano di elaborare un piano per il resto della giornata.

La parte peggiore è scegliere su cosa concentrarsi, perché ci sono così tante cose che accadono in parallelo. Ora ho tre cose che voglio introdurre a partire dalle due, l’hashtag del problema del benessere, dice Halden.

Un’altra cosa che a Halden e Vermistad è piaciuta del festival è stata l’incontro con molte persone famose e il fatto che il festival fosse molto sociale in questo senso. Ritengono inoltre che il programma consista in un buon mix di discorsi e conferenze, in modo che non diventi in alcun modo monotono.

READ  Pride Criticism a Osloskolen - Dagsavisen

– il pubblico è rimasto colpito

Il direttore del festival Jan Inge Rylstad afferma che il primo giorno del festival, giovedì 1 giugno, ha superato tutte le aspettative. C’erano case piene, ottimo umore e atmosfera, ritmo e potenza dal palco, secondo lui.

– Ammiro semplicemente il pubblico. È quasi impossibile credere fin dal primo giorno che si tratti di un festival completamente nuovo, afferma Rylstad.

– Abbiamo avuto un feedback incredibilmente positivo sul programma per molto tempo, e non è diminuito quando abbiamo iniziato e il programma è uscito in più fasi, continua.

Reilstad crede che ciò a cui si riferiva in Wonderful World sia la stessa cosa che ha visto durante il festival Kåkånomics, che si svolge in autunno:

– I partecipanti sono molto contenti di avere l’opportunità di parlare e di partecipare attivamente – Che c’è una “soglia scenica” bassa e che il pubblico ha tutti i diritti.

– Tou Scene ha dimostrato di essere l’ambientazione di questo festival ora all’inizio dell’estate. Che bel luogo d’incontro per il pubblico durante e tra le fasi del programma, ha esclamato alla fine.

More articles

Latest article