Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Daniel (42 anni) stava pulendo il giardino

Daniel Valstad di Laxelve ha acquistato una casa a Helsheimen nel 2012. Da allora continua a ripulire boschi e alberi sul sito.

Per tutto questo tempo, un piccolo pasticcio sul prato lo ha infastidito.

– Era in un angolo della casa, e non voglio rovinare il prato. Ma ora è il momento, racconta il 42enne a TV 2.

Il 25 settembre Valstad ha afferrato il trattore e ha iniziato a tirare il portainnesto. Poi è apparso un piccolo spazio vuoto.

– Sono riuscito a spingere una scala nel buco e sono strisciato giù con una torcia, dice, e aggiunge:

– Fu allora che ci rendemmo conto che dovevamo sbloccare tutto.

Il caso è stato menzionato per la prima volta in iFinnmark.

Foto: privato

Tutti erano curiosi

Underground Valstad ha scoperto una stanza più grande. Sopra c’erano tre blocchi di cemento. Quarto andato.

– E poi il buco in cui posso strisciare, dice, e continua dicendo che suo figlio è corso a prendere il vicino.

– Tutti erano curiosi. Mio figlio di quattro anni voleva scendere subito nella buca, ma non gli ho permesso di avvicinarsi.

Valstad iniziò a rimuovere la torba che aveva ricoperto il tetto di cemento con i trattori. Poi si è fatto aiutare da qualcuno nelle vicinanze che ha un escavatore.

Non ho avuto la possibilità di sollevare il cemento da solo, spiega.

Daniel Valstad ha ricevuto aiuto da un vicino che utilizzava un escavatore.  Foto: privato

Daniel Valstad ha ricevuto aiuto da un vicino che utilizzava un escavatore. Foto: privato

Daniel Valstad ha ricevuto aiuto da un vicino che utilizzava un escavatore.  Foto: privato

Daniel Valstad ha ricevuto aiuto da un vicino che utilizzava un escavatore. Foto: privato

Stanza nascosta nascosta sotto il giardino.  Foto: privato

Stanza nascosta nascosta sotto il giardino. Foto: privato

Molti credono che la stanza risalga alla seconda guerra mondiale.  Foto: privato

Molti credono che la stanza risalga alla seconda guerra mondiale. Foto: privato

Il rivelatore Robert Severin Pedersen credeva che la stanza fosse una specie di sistema fognario.  Foto: privato

Il rivelatore Robert Severin Pedersen credeva che la stanza fosse una specie di sistema fognario. Foto: privato

Daniel Valstad ha coperto di nuovo il buco con i blocchi di cemento originali.  Foto: privato

Daniel Valstad ha coperto di nuovo il buco con i blocchi di cemento originali. Foto: privato

Ecco come appare la stanza dall'interno con blocchi di cemento come soffitto.  Foto: privato

Ecco come appare la stanza dall’interno con blocchi di cemento come soffitto. Foto: privato

Penso che la stanza avesse una funzione durante la guerra

La fossa si è trasformata in una stanza simile a un caveau, ma al momento non si sa cosa fosse in realtà.

– Cosa pensi di aver trovato?

– È incerto. Pensavamo fosse un vecchio sistema fognario. Questo è stato il primo pensiero. Ma poi ho parlato con il mio vicino che vive qui da prima della guerra.

Il vicino pensava che la stanza potesse fungere da spazio aereo per altri nascondigli della zona.

– Un certo numero di cache è stato trovato non troppo lontano qui. C’era molta attività tedesca qui nei giorni della guerra. In cima alla collina, i tedeschi avevano un’armeria e un’officina di riparazioni auto. Hanno fatto strade che da lì andavano ai bunker, spiega il 42enne.

Cosa accadrà dopo con i risultati di Valstad è incerto, ma per ora il buco è di nuovo coperto.

– Ho rimesso i tre elementi in cemento e ho preso un quarto elemento in modo che il tutto sia coperto. Poi ho messo sabbia e muffa.

Penso che sia un sistema di scambio

Il ricercatore e appassionato di storia Robert Severin Pedersen dice a TV 2 che la stanza nascosta sembra una specie di sistema fognario.

– C’erano molti edifici di officina in quella zona durante la guerra, quindi molto probabilmente c’è qualcosa a che fare con questo. Sembra una specie di sistema fognario, spiega Pedersen, ma non direi nulla di sicuro.

Lui stesso non ha avuto il tempo di vedere i risultati di Valstad nella vita reale, ma ha guardato le foto.

– I tedeschi sono stati attenti quando hanno costruito. L’hanno fatto bene in termini di banche e cose del genere, perché hanno in programma di rimanere qui per un po’.

– Hai visto risultati simili?

Niente a che fare con quello che ha trovato Valstad, ma ci sono molti bunker nell’area. C’erano grandi installazioni tedesche lì. Un po’ a ovest della casa di Valstad c’è gran parte del muro di fondazione rimasto dalla struttura sociale.

Lo stesso Valstad spera e crede che nel suo giardino privato emergeranno scoperte più eccitanti.

“Lavoro lì ogni giorno per disboscare alberi e arbusti, quindi li terrò d’occhio mentre scavo”, conclude Valstad.

READ  Guarda le fantastiche foto vincitrici