Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Del Pozo definisce il parco scientifico “un modello per promuovere l’innovazione educativa”


faro

Nella sua prima visita istituzionale al Museo, il Ministro dell’Istruzione e Sviluppo Professionale ha avuto l’opportunità di conoscere i più importanti programmi educativi sviluppati nel 2022 e mostre come “BioInspiración” o “Tocca il cielo”

Momento durante la visita del Ministro al Parco Scientifico di Granada (EL FARO)

Il Ministro dello Sviluppo Educativo e della Formazione Professionale, Patricia Del Pozo, ha visitato il Parco della Scienza, che ha definito un “modello di innovazione educativa” e “uno spazio essenziale per promuovere la cultura scientifica nella società e le carriere scientifiche tra i giovani”. Nel suo primo tour istituzionale del museo, il Cancelliere, accompagnato dal Direttore del Parco Scientifico Luis Alcala, ha appreso dei principali programmi educativi sviluppati nel 2022 che hanno riscosso tanto successo tra studenti e insegnanti. .

In tal modo, ha espresso la sua soddisfazione per l’impatto di attività come l’incontro organizzato in occasione della Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza, che ha collegato oltre 26.000 studenti delle scuole primarie, secondarie e di maturità provenienti da tutta l’Andalusia, al Satellitare Cansat. È stato organizzato un concorso in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea (a cui hanno partecipato più di 1.400 studenti delle scuole secondarie e secondarie di 14 società indipendenti) o una fiera della scienza, in cui 800 studenti e insegnanti di 48 centri educativi andalusi hanno presentato i loro lavori scientifici a più di 7.000 persone che oggi hanno visitato il museo al suo interno.

Si tratta di proposte che “oltre a promuovere l’interesse per le carriere STEAM (scienza, tecnologia, ingegneria, arti e matematica) tra gli studenti, a promuovere lo sviluppo delle competenze scientifiche e tecnologiche e a promuovere l’uguaglianza di genere nella scienza”, ha apprezzato Patricia del Pozo dopo aver saputo quale sarebbe l’impatto di questi progetti.

READ  Cosmonauti russi nello spazio in piedi con la bandiera della vittoria a Luhansk - La NASA risponde bruscamente

Il ruolo del Parco Scientifico come luogo di incontro per ricercatori e residenti è un altro aspetto che è stato confermato dal Ministro dello Sviluppo Educativo e della Formazione Professionale, dopo che il Direttore del Parco Scientifico ha sentito parlare delle tante attività che sono state progettate in questi mesi. A questo proposito, ad esempio la conferenza di Luis Inguanes, virologo e responsabile del Corona Virus Laboratory presso il National Biotechnology Center CSIC, sull’origine e la protezione del Corona virus, o la conferenza del prestigioso paleontologo ed esperto globale di tirannosauri Mark . Loewenosaurer, che ha anche partecipato all’inaugurazione del nuovo programma planetario “Dinosauri. Una storia di sopravvivenza”. Inoltre, si tengono conferenze scientifiche internazionali sullo sviluppo di un acceleratore di particelle o sullo studio dei buchi neri, tra le altre cose.

Inoltre, in questa prima visita istituzionale, ha avuto l’opportunità di visitare la mostra “BioInspiración. Create from Nature”, che ne ha confermato sia la qualità che il carattere internazionale, perché frutto di un progetto promosso dallo stesso Science Park con due dei più famosi musei della scienza in Europa: DASA -Dortmund (Germania) e Technisches Museum Wien (Austria). La mostra, che può essere visitata allo Science Park fino all’11 settembre, aprirà a livello internazionale al Technisches Museum di Vienna il prossimo ottobre.

Il prossimo autunno sarà invece presentata a Granada un’altra grande mostra sull’intelligenza artificiale, anch’essa parte di questo progetto di collaborazione tra i tre musei europei.

Mostra “Tocca il cielo”. Esplorazione dello spazio”, BioDome, il workshop “Rapaces in flight” o i workshop “BioInspiración” e “Ponte en Órbita” sono altri luoghi visitati da Patricia del Pozo, che ha espresso la sua soddisfazione per il grande afflusso di visitatori al museo. e i buoni numeri di questi primi otto mesi, con 458.551 visitatori a museo, planetario e planetario. Significativo anche il numero degli scolari, oltre 62.000 nei primi sei mesi dell’anno. “Ottimi dati”, ha confermato il ministro della Sviluppo dell’istruzione e della formazione professionale, che prevede di avere un anno con un numero di visitatori simile agli anni prima della pandemia.

READ  Cronaca, Rummler | Stanza per stanze a Fredrikstad?