Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dibattito, Consiglio Comunale di Gjovik |  Proposta di bilancio = tagliare, tagliare, tagliare

Dibattito, Consiglio Comunale di Gjovik | Proposta di bilancio = tagliare, tagliare, tagliare

Il messaggio del lettore Questa è un’introduzione alla discussione, scritta da un collaboratore esterno. La pubblicazione esprime le opinioni di chi scrive.

Stranamente, è così facile difendere la spesa per “cose” che renderanno la nostra città attraente e urbana, per scegliere due parole cliché, piuttosto che fornire servizi di qualità ai cittadini.

Cosa succede se gli investimenti vengono sospesi? Gli investimenti nell’istruzione, nella vita e nella salute delle persone dovrebbero essere più importanti, ma ogni anno assistiamo a tagli nelle stesse categorie. Scuole, asili nido, gioventù, servizi adattati per gruppi particolarmente vulnerabili, strutture a breve termine/case di cura. Inoltre, la produzione di cucine nei centri di cura si è fermata, poiché i pazienti hanno bisogno di cibo buono, nutriente e allettante.

“Non c’è dubbio che la situazione economica è molto difficile”. Sì, questa filastrocca segue le proposte di bilancio quest’anno come gli altri anni. Immaginate se i politici si fossero ricordati di questa frase prima di accettare di spendere decine di milioni per il granito italiano per la Piazza del Municipio (ancora non riesco ad accettarlo), o per la ristrutturazione su larga scala del Municipio. L’incredibile definizione delle priorità di spesa ostacola le proposte di riduzione del budget.

Un suggerimento è quello di ridurre Ung a Gjøvik di quattro anni lavorativi. Sembra entusiasmante perché sappiamo che ci sono sfide significative affrontate da molti giovani in città. Non ne so abbastanza di questo spettacolo, ma si dice che se ignori o ignori gli ambienti difficili di crescita, li sposterai lungo la “catena della cura”, attraverso sfide psicologiche, dipendenza dalla droga e criminalità.

READ  Natalia Ginsburg - Dagsavessen

Nell’ambito della protezione dell’infanzia si propongono “cambiamenti” che comporteranno riduzioni di 18.640.000 corone norvegesi in quattro anni, ovvero circa 5 milioni di corone norvegesi all’anno, il che dovrebbe comportare una significativa riduzione delle dimensioni, il che è certamente l’opposto di quanto è richiesto.

Per gli asili nido si propone la chiusura durante le vacanze estive/natalizie. Questa suggestione sarà diffusa nella vita delle famiglie. “Le vacanze sono chiuse”, significa che le vacanze scolastiche estive durano due mesi o tre settimane? Dopotutto, l’estate è un tempo prezioso per la famiglia e per molti la chiusura estiva significherà che mamma e papà dovranno prendersi delle ferie separatamente, o dovranno prendersi delle ferie se l’asilo nido è chiuso. I genitori single con figli piccoli non hanno scelta e le vacanze estive devono sempre essere prese in conformità con le normative comunali. È invasivo e provocatorio.

Potrebbe essere più semplice avere il congedo natalizio, senza dover usufruire di tutte le festività dell’anno secondo i termini del comune. Non tutti hanno nonni o altre persone che possono sostituirli (spesso i nonni sono spesso al lavoro). Pensa ai giudizi che dai sulla vita degli altri.

Amministrazione, organizzazione e funzionamento tecnico; Qui non vedo nessun segno di ridimensionamento, solo qualche pulizia nelle scuole, per il resto solo questioni tecnico/pratiche. Ma anche proposte che toccano i cittadini, come la riduzione degli orari di servizio nelle piazze e l’aumento dei parcheggi a pagamento in città (mentre si vuole più vita in centro). Qui non c’è altro che il reclutamento nel management.

I tagli più drammatici riguardano la sanità e l’assistenza. Chi soffre di più è sempre il più debole. Adesso sia l’amministratore comunale che i politici sanno che nel comune ci sono sempre più anziani. Non importa per quanto tempo molte persone possono restare a casa, hai diritto a un posto di assistenza nel giorno in cui ne hai bisogno. A Gjovik non è così, né vedo proposte di nuove riflessioni per far fronte all’afflusso di anziani, che in alcuni anni erano il doppio di oggi. Ci sono solo tagli piuttosto che nuove costruzioni o nuovi piani per implementare l’erogazione dei servizi.

READ  La Borsa di Oslo ha chiuso in ribasso - Gjensidige è sceso bruscamente

Naturalmente, dovresti cercare di pianificare il più possibile la tua vecchiaia, in modo da poterti gestire il più possibile a casa, ma quando diventerai abbastanza vecchio, o ti ammalerai abbastanza, arriverà il giorno in cui la maggior parte delle persone lo farà. bisogno di cure. Da qualcuno diverso dai parenti. Dove sono i piani oltre a proporre tagli all’assistenza domiciliare? Questo è certamente il contrario di ciò che serve alla popolazione anziana del comune, oltre alla riduzione di 10 posti a breve termine a Snertingdal e alla riduzione del personale nelle case di cura con personale 24 ore su 24 nell’ambito dei servizi organizzati. Ciò significa una riduzione del personale nelle comunità residenziali per disabili dello sviluppo?

Potrebbe sembrare che l'”investimento” del Comune sia quello di trasferire maggiori responsabilità ai volontari e ai parenti. Perché è gratuito. Sono loro che manterranno attivi i servizi?