Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dibattito, Economia | È tempo di controcrescita come alternativa alla crescita incontrollata

Se tutti vivessero e consumassero come noi norvegesi, ad aprile avremmo già superato la capacità di carico del pianeta.

opinioni Questo è l’argomento di discussione. La pubblicazione esprime le posizioni dell’autore.

Campagna È iniziato e la bottiglia elettorale è in vendita. Ci viene promesso molto in un paese che già abbiamo più di altri. Nonostante le dure misure antiepidemiche da oltre un anno, oggi siamo più ricchi di quanto non lo fossimo nelle precedenti elezioni parlamentari del 2017 – ma promettiamo comunque una crescita dei consumi e della produzione.

“Niente alberi Crescere nel cielo “Non si può mangiare più della sazietà”, diciamo con vecchi detti. Nell’antica Grecia, i filosofi mettevano in guardia contro l’arroganza e l’arroganza. Antica esperienza e saggezza confermate dalla scienza moderna. Noi, tutta l’umanità, consumiamo molto più di quanto il mondo possa gestire.

così chiamato Il giorno della violazione, il giorno in cui abbiamo speso più risorse di quante il globo ne produce alla volta. L’anno scorso era il 22 agosto. Se tutti vivessero e consumassero come noi norvegesi, ad aprile avremmo già superato la capacità di carico del pianeta. Il Gruppo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici ha dimostrato nei suoi rapporti che le emissioni di gas serra devono essere drasticamente ridotte se vogliamo evitare un collasso climatico globale con massicce carestie e migrazioni.

È finita l’anno scorso La Commissione per la natura delle Nazioni Unite afferma che stiamo riducendo rapidamente la biodiversità e che dobbiamo fermare la crescita economica se vogliamo evitare di creare un mondo inabitabile. Tuttavia, il governo si è impegnato a quadruplicare la produzione di pesce d’allevamento entro il 2050, senza chiarire da dove proverranno le risorse di mangime o come prendersi cura dei residui di produzione.

READ  Valer, Solor | se e May-Liss sono dipendenti dai dipinti di Sigmund

Più crescita Nei paesi ricchi un’idea terribile. Non è andato di pari passo con l’ambiente”, ha detto Trygve Havelmo, dopo aver ricevuto un premio economico dalla Banca centrale svedese (spesso chiamato Premio Nobel per l’economia) nel 1989. Ha aggiunto che se avesse avuto una conversazione con i leader mondiali, avrebbe raccontato loro che era impossibile con la crescita esponenziale eterna.

Cos’è eterno? crescita esponenziale? Questo accade quando la quantità aumenta raddoppiandosi: 1, 2, 4, 8, 16, ecc. Una crescita economica annua del 3 per cento in cento anni dà a produzione e consumo circa 20 volte superiori a quelli odierni. Questo, ovviamente, non è né realistico né giustificato in un paese con un tenore di vita già molto elevato.

o detto giorno Un altro modo: invogliare gli elettori a spendere di più è come schiacciare un salvadanaio per comprare i regali di Natale. Un grave insulto alle generazioni che oggi devono pagare il conto dell’irresponsabilità.

lanciare anti-crescita Ora come alternativa alla crescita economica incontrollata. La parola è stata coniata da Serge Latouche, professore di economia all’Università Sorbona di Parigi. Secondo Latouche, la parola (décroissance nell’originale) ha lo scopo principale di provocare il pensiero. Ciò significa una riduzione ordinata del consumo e della produzione fino a un livello sostenibile, insieme a una distribuzione più equa della ricchezza. In altre parole, ciò che l’ex economista della Banca Mondiale Hermann Daley chiama economia dell’equilibrio.

Noi abbiamo ancora È tempo di fare una vera trasformazione green. Non dobbiamo rinunciare ai grandi benefici, ma dobbiamo rinunciare alla cultura dell’usa e getta che continua a crescere (i norvegesi si liberano degli elettrodomestici il doppio rispetto ai nostri vicini svedesi…). Abbiamo bisogno di cambiare alcune abitudini, ridurre i nostri consumi e invece sviluppare buone soluzioni condivise che non danneggino l’ambiente, come i servizi pubblici.

READ  Note pionieristiche dall'inizio della musica norvegese moderna • ballade.no

D’altro canto Potremo lavorare di meno, avere più tempo libero, meno stress e pressioni d’acquisto. La controcrescita e un’economia equilibrata sono due strade per una vita buona e verde. Una politica responsabile nel 2021 significa tenere conto della capacità produttiva e della sostenibilità del pianeta, nonché della necessità di una distribuzione più equa a livello nazionale e globale. Avremmo una campagna elettorale migliore, non da ultimo una politica post-elettorale più lungimirante e aggressiva, se più partiti spingessero fuori carne più grassa e venisse introdotto un menu più sano e diversificato.