Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

dibattito pubblico | Scambio di parole nello spazio pubblico


opinioni Questo è l’argomento di discussione. La pubblicazione esprime le posizioni dell’autore.

Ovviamente dobbiamo sopportare qualcosa, quelli di noi che tirano fuori la testa, che si tratti di rappresentanti eletti o di rappresentanti professionali nella sfera pubblica. Da parte mia, ho sentito quanto sia inutile e dispendioso lottare per ciò che vuole la popolazione, sia in termini di ospedali, distribuzione distorta e confini territoriali, solo per fare alcuni esempi. Per prendere in alcune delle versioni più carine:

– La nostra colpa è che non andiamo più a Nordmøre e dobbiamo lottare di più per le nostre cause.

– Devi capire che non c’è niente di meglio a Trondelag, combattono altrettanto duramente lì.

Ora devi smetterla di preoccuparti degli ospedali, era Nordmore che voleva un ospedale comunitario.

E ora, alla fine della campagna elettorale di quest’anno, ha dovuto affrontare accuse sia di bugie che di “accecamento”, riproducendo eventi reali che possono essere documentati sia nei protocolli che nei media modificati.

La cosa interessante dei commenti fatti qui non è che siano particolarmente brutti. lontano da. Ciò che è interessante di questi commenti è che questo è ciò che possono dire i politici e le persone che si esprimono in virtù delle loro posizioni e posizioni. Persone che “dovrebbero saperlo meglio”. Così le persone che “dovrebbero saperlo meglio” incoraggiano i funzionari eletti a combattere piuttosto che discutere in modo obiettivo e raccogliere la maggioranza per il bene più grande. Le persone che “dovrebbero saperlo meglio” credono che i residenti dovrebbero essere rassicurati sul fatto che rischiamo di perdere il nostro ospedale a Nordmoor perché qualcuno forse “dovrebbe saperlo meglio” una volta ha scelto una strategia di natimortalità senza chiedere ai residenti cosa volevano. Ora vedo che le persone che “dovrebbero saperlo meglio” intendono che “la gente comune” dovrebbe pensare nel modo in cui comunicano nel discorso pubblico.

READ  Uragano spaziale storico

Naturalmente, non è accettabile che qualcuno invii messaggi privati ​​molesti a persone con cui non è d’accordo. ovviamente no. Cerchiamo di essere tutti chiari: non va bene molestare qualcuno, per qualsiasi motivo, e non va bene inviare messaggi privati ​​di spam a nessuno. come quello.

Ma c’è l’autorizzazione al discorso pubblico. È qualcosa di diverso dalla messaggistica privata e ci piace occuparci del discorso pubblico in una società aperta e democratica in cui diamo grande enfasi alla libertà di espressione. non è vero? Dobbiamo, ovviamente, pensare al modo in cui ci esprimiamo. Dobbiamo essere realistici e responsabili. Dobbiamo distinguere tra la persona e il caso. Ma finché lo facciamo, quante più persone possibile partecipano allo scambio generale del bene, non del male.

Succede qualcosa alla società quando si sperimentano le avversità nel tempo, quando non si arriva oggettivamente, quando ci si sente esclusi, che non si intende nulla.

Se vogliamo prendere sul serio le sfide della nostra società, dobbiamo affrontare le cause dei problemi. Non ha senso cercare di eliminare i sintomi se non trattiamo il vero problema. Se mettiamo a tacere il dibattito pubblico in corso di dominio pubblico senza fare nulla per ciò che preoccupa le persone, non stiamo rimuovendo il problema, né stiamo rimuovendo la discussione. Lo nascondiamo e basta. Cosa succede allora al dibattito sul clima? Se ciò che è stato detto è invisibile, e quindi non suscettibile di correzione neanche dall’esterno?

È un’opportunità che dovremmo temere più di quanto effettivamente detto in pubblico. Per quanto detto di pubblico dominio, almeno lo sappiamo, e in una certa misura possiamo difenderci da esso. Ma è difficile proteggerci dalle accuse che si ripetono al di fuori della sfera pubblica.

READ  Perché qualcuno indossa ancora una maschera facciale? - Dagsavisen

Quindi penso che sia molto peggio per coloro che “dovrebbero saperlo meglio” spendere tutto il loro peso per superare “la gente comune”, perché coloro che “dovrebbero saperlo meglio” odiano il dibattito. Tutti beneficiamo del fatto che la discussione sia condotta in modo appropriato, ma se vogliamo ripulire il formato del dibattito, è importante non schiacciare la discussione con la stessa calunnia. Allora siamo sulle strade selvagge.