Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Difficoltà ad esibirsi al top – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Forse Henriksen ha vinto una delle medaglie olimpiche più sorprendenti della Norvegia a Tokyo quando era Ha vinto la medaglia d’argento. Il 31enne lavora come autista oltre a investire nei lanci del martello.

Quello che non era ben noto è che soffre anche di fibrillazione cardiaca. Un’aritmia in cui il cuore batte in modo irregolare.

Ho una frequenza cardiaca molto alta e un battito cardiaco irregolare. Sono così stanco di esso. Non scompare dopo pochi secondi.

Henriksen ha questo da quando aveva 13 anni. Quindi è abituato. Ma questo non accade spesso durante la competizione.

Henriksen soffre di fibrillazione atriale da quando aveva 13 anni.

Foto: Annika Birdy / NTB

Domenica, Henriksen è tornato alle competizioni dopo le Olimpiadi quando ha partecipato al World Athletics Continental Tour, che si è svolto questo fine settimana in Polonia.

Anche durante il riscaldamento, sentiva che il suo corpo non era quello che avrebbe dovuto essere.

Il riscaldamento è stato un po’ estenuante, dice.

Henriksen ha valutato male il tempo allo stadio ed è per questo che c’era molta tensione inutile prima della competizione.

– Ho fatto il mio primo lancio di riscaldamento, poi ho avuto una fibrillazione al cuore, dice.

– L’intera competizione è andata avanti, dice.

– Non è ottimale

Il campione olimpico dimostra ancora che la medaglia d’argento olimpica non è stata un caso.

Inchiodato dalla defibrillazione, è riuscito a mobilitarsi, e alla fine ha lanciato 77,38 metri. A distanza dei suoi 81,58 dalle Olimpiadi, ma pur sempre un impressionante terzo.

– È la prima volta quest’anno che lo ricevo durante il concorso. Il 31enne ammette di non essere il migliore, e sarà difficile esibirsi al top.

Hanno perso solo gli altri vincitori di medaglie alle Olimpiadi di Tokyo, il polacco Paul Wajdijk (che ha vinto domenica) e Wojciech Nowicki.

– Se avessi evitato questo flash, li avrei sconfitti. È stato divertente prenderli ieri.

Evind Henriksen

Eivind Henriksen ha ottenuto il terzo posto in una competizione in Polonia, nonostante le palpitazioni cardiache.

Foto: Ørn E. Borgen / NTB

Controllerà il cuore

Sebbene Henriksen abbia avuto una lunga storia di fibrillazione, è insolito che ne sia colpito durante la competizione. Quindi chiamerà la squadra olimpica a stagione finita per controllare ulteriormente il cuore.

Molti altri atleti, come Marit Björgen e Charlotte Cala, hanno sofferto di fibrillazione cardiaca.

Il medico della squadra nazionale Odd Kalsnes ha detto in generale a NRK che finché il giocatore e la defibrillazione di fondo sono stati indagati, all’atleta è stato permesso di competere.

– Questo è qualcosa che ho da quando avevo 13 anni, quindi non mi spavento troppo quando lo capisco. Henriksen ha affermato che è completamente senza speranza quando entri in un lancio e batti 170 prima di lanciare.

READ  Calcio, sport | Con la Juventus è importante per vincere la battaglia per il prestigio della UEFA Champions League