Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dom, droga | Trafficanti di droga hanno attraversato il confine a piedi e sono stati condannati a nove anni di carcere

La spiegazione dell’uomo per la forma insolita dell’ingresso era che voleva evitare stenosi coronariche quando era in visita alla sua ragazza in Norvegia.

Ma i giudici della Corte distrettuale di Oslo hanno sostenuto che la spiegazione dell’olandese non ha retto per niente ai fedeli, né sul motivo per cui ha attraversato di nascosto il confine, né sulle altre informazioni che ha fornito sull’intero caso.

Le indagini della polizia hanno rivelato che il telefono cellulare dell’uomo alle 16:00 di sabato 12 dicembre poco più di un anno fa ha fatto irruzione nella stazione base di Linnerudhaugen vicino al confine svedese all’estremo sud-est di Kongsvinger, quasi al confine municipale verso Eidskog.

L’anfetamina è prodotta in olio

Basandosi, tra l’altro, sulle informazioni contenute nei messaggi da lui inviati e sull’attività di chat durante questo periodo, la polizia ha dichiarato di avere nella borsa circa 12 litri di olio di anfetamine. L’olio è stato utilizzato per produrre oltre 14 chilogrammi di anfetamine quando è arrivato a Oslo.

Dopo un po’, si diceva che fosse stato preso in taxi nell’estremo distretto sud-est di Kongsvinger e portato in un hotel nel centro di Oslo. Allo stesso tempo, ha anche affittato una stanza in un altro hotel della città.

Lo stesso giorno, si diceva che avesse avuto una vasta attività in lettere e conversazioni con un uomo in Svezia riguardo alla consegna e al trasporto sul lato norvegese del confine, e che avrebbero dovuto parlare di nuovo al suo ritorno in Svezia.

Double booking ha spiegato all’olandese che conviene avere due stanze nel caso ti stanchi di una.

READ  Corona, salute | La Norvegia può essere divisa in due parti: - Qui dovrebbe esserci spazio per sperimentare il comfort

Il custode si è imprigionato

Pochi giorni dopo, l’attività criminale dell’olandese è stata rivelata per caso in una delle stanze d’albergo di Oslo. Il custode dell’hotel si è chiuso nella stanza dell’olandese per fare un po’ di manutenzione, e ha scoperto grandi quantità di polvere bianca stesa su carta da forno sul pavimento, così come nei contenitori del bagno.

È stato informato dalla polizia del ritrovamento sospetto e poco dopo l’olandese è stato arrestato dopo essere tornato di nuovo in albergo.

All’interno della stanza sono stati trovati anche dei contenitori vuoti, probabilmente le bottiglie in cui conservava l’olio di anfetamine quando si nascondeva oltre il confine con la Norvegia.

incolpare gli altri

– Sapevo che le droghe erano illegali, ma mi occupavo delle droghe solo per altri, come ha affermato l’uomo nel banco dei testimoni presso il tribunale distrettuale di Oslo – senza voler dire nulla sull’identità del cliente.

Lo stoccaggio illegale degli ultimi 14,7 chilogrammi di anfetamine era l’unica cosa nell’accusa di cui si è dichiarato colpevole.

Ha negato qualsiasi conoscenza della produzione di anfetamina mediante la quale l’olio di anfetamina viene convertito in solfato di anfetamina attraverso un processo chimico. Le analisi hanno anche mostrato che l’anfetamina aveva una potenza superiore alla media.

– Quella è crema

Quando è stato arrestato nel dicembre 2020, la polizia ha perquisito a fondo il cellulare dell’uomo. Sono stati trovati film dal soggiorno nello stesso hotel un mese fa.

Le fotografie mostravano diversi piatti e un contenitore con una sostanza bianca all’interno, apparentemente molto simile alla polvere anestetica che aveva preso a dicembre.

READ  L'informazione e la formazione per i giovani con narcolessia o ipersonnia rimane idiopatica

Lo stesso olandese ha affermato di aver reso difficile il punteggio per alcuni amici.

– La sostanza che vedi nella registrazione è solo una crema, qualcosa di simile a quello che puoi comprare in flaconi spray, ha affermato l’uomo nella sua stessa interpretazione al tribunale distrettuale di Oslo.

Segni di attività criminale

Tra le prove fornite dalla polizia, c’erano anche le riprese video che l’uomo aveva ricavato da ingenti somme di banconote norvegesi – probabilmente raccolte durante precedenti soggiorni presso l’hotel nel centro di Oslo. L’uomo ha anche spiegato a queste foto di averle scattate proprio per “stringerle”.

Ma l’uomo era stato precedentemente condannato per reati di droga nei Paesi Bassi, e i giudici del tribunale distrettuale di Oslo non avevano dubbi sul fatto che i suoi viaggi in Norvegia fossero legati al traffico e/o alla produzione di droga.

Poco più di nove anni di carcere

È interessante notare che la sua attività di chat riguardava principalmente denaro, droga e armi ed è caratterizzata da un’attività criminale intensa e meticolosamente pianificata. Sebbene l’uomo abbia affermato di far parte di un’azienda legale di famiglia, non è stato in grado di dimostrare dove ha raccolto i soldi e quali entrate ha circondato. Né quello che fa l’azienda.

L’olandese è stato ora condannato a nove anni e tre mesi di carcere per aver immagazzinato 3,7 chilogrammi di anfetamine nel novembre 2020, oltre a 14,7 chilogrammi di anfetamine nel dicembre dello stesso anno.

373 giorni di detenzione dopo l’arresto verranno detratti dalla pena detentiva.

Tuttavia, l’accusa non è riuscita a sequestrare poco più di un milione di corone dalle attività criminali dell’uomo, perché l’entità della somma non è stata sufficientemente dimostrata. In compenso, poco meno di 100.000 corone, di cui l’uomo era in possesso al momento della cattura, sono state sequestrate all’erario.

READ  Chi ricrea la vecchia Norvegia questo autunno?