Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Donald Trump e l’assalto al Congresso-

– Questo non ha conseguenze immediate. Trump non si conformerà in alcun modo e ci vorrà un lungo giro in tribunale per cercare di costringere Trump a rispettare la citazione.

Questo è ciò che ha detto a Dagbladet Hilmar Megeldy, esperta e politologa americana con un dottorato in politica comparata presso la NORCE.

– un atto simbolico

Il comitato del Congresso che indaga sul collegamento di Trump all’assalto al Campidoglio il 6 gennaio dello scorso anno, Stasera ho deciso all’unanimità di convocare l’ex presidente Come testimone in seduta.

CONOSCENZA USA: Il politologo Hjalmar McGildy ritiene che la citazione della commissione del 6 gennaio sia in realtà infondata. Foto: NORCE
Mostra di più

“Ci impegniamo a cercare risposte dirette dall’uomo che ha lanciato tutto questo”, ha affermato il vicepresidente del Comitato repubblicano Liz Cheney. National Public Radio, Radio Pubblica.

Megildi ritiene che i piani della commissione per le citazioni non siano basati sulla realtà.

– Questo è in realtà un atto simbolico del comitato per esprimere serietà e dramma. Dice che non credono che chiederanno a Trump di testimoniare a loro favore.

L’esperto politico sottolinea che la citazione attualmente in preparazione non è unica.

LA TEMPESTA: Legioni di arrabbiati sostenitori di Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio il 6 gennaio dello scorso anno.  Foto: Shannon Stapleton/Reuters/NTP

LA TEMPESTA: Legioni di arrabbiati sostenitori di Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio il 6 gennaio dello scorso anno. Foto: Shannon Stapleton/Reuters/NTP
Mostra di più

Diversi presidenti attuali ed ex hanno testimoniato al Congresso, dice.

Majildi aggiunge:

La convocazione scade al termine del mandato della conferenza in meno di tre mesi. Il comitato sarà chiuso dai repubblicani nella prossima sessione del Congresso.

scappa per tutta la vita

Il pannello controllato dai democratici ha tenuto diverse udienze in cui sono state presentate prove che Trump ha gran parte della responsabilità della tempesta di Capodanno dell’anno scorso.

I funzionari eletti – che stavano per approvare formalmente Joe Biden come vincitore delle elezioni – sono stati costretti a fuggire per salvarsi la vita quando orde di manifestanti arrabbiati sono entrati in Campidoglio. Cinque persone sono state uccise e circa 50 ferite nella rivolta.

Poco prima, Trump ha tenuto un discorso infuocato nelle vicinanze in cui affermava che le elezioni gli erano state “rubate”.

Durante le udienze, un certo numero di confidenti di Trump, tra cui il procuratore generale William Barr, ha chiarito che si è espresso contro il suo miglior giudizio quando ha effettivamente fatto accuse di furto elettorale la notte delle elezioni del 3 novembre 2020.

Super Testimone: L’ex vice capo di stato maggiore di Donald Trump, Cassidy Hutchinson, ha testimoniato all’udienza sull’attacco al Congresso del 6 gennaio 2021. Video: Associated Press
Mostra di più

Molta attenzione è stata dedicata anche alle accuse mosse da Trump il 6 gennaio dello scorso anno Ha cercato freneticamente di fare pressione sul suo vice, Mike Pence Per sabotare l’approvazione dei risultati elettorali al Congresso.

Un orribile tradimento

Aprendo l’udienza oggi, il presidente della commissione Benny Thompson ha affermato che le azioni di Trump sono state un “terribile tradimento del giuramento presidenziale che ha fatto alla sua inaugurazione nel 2016”, secondo lui. AP.

La commissione del 6 gennaio ha un’autorità formale limitata. Nel caso estremo, le udienze possono portare a una raccomandazione al Dipartimento di Giustizia di aprire un procedimento penale contro l’ex presidente.

Megildi non crede di essere più vicino a un atto d’accusa.

– Il Congresso non può emettere un atto d’accusa, solo il Dipartimento di Giustizia, che fa parte di un ramo statale separato. L’esperto politico afferma che il procuratore generale farà sempre la propria valutazione su ciò che potrebbe essere appropriato accusare Trump.

Principali oppositori: il vicepresidente del comitato Liz Cheney (a destra) precedentemente descritto da Trump come

Principali oppositori: il vicepresidente del comitato Liz Cheney (a destra) precedentemente descritto da Trump come “disgustoso”. Foto: Scott Applewhite/AP/NTB
Mostra di più

– FALLIMENTO

Lo stesso Donald Trump non sta rispondendo inaspettatamente con forza alla decisione del comitato di richiamarlo.

In un post infuocato sui suoi social verità sociale L’ex presidente ha scritto che la commissione aveva “fallito miseramente” che serviva solo a “dividere ulteriormente il nostro Paese”.

– Perché il comitato non selezionatore non mi ha chiesto di testimoniare mesi fa? Perché hanno aspettato fino alla fine, fino agli ultimi istanti del loro ultimo incontro? Trump chiede, dando fallimento risponde lui stesso.

READ  La nuova partnership potrebbe provocare la Cina