Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

È in gioco la democrazia.  Dov’è lo stoccaggio?

È in gioco la democrazia. Dov’è lo stoccaggio?

La classe politica del nostro Paese ha vissuto un anno difficile. Un’impressione creata da politici isolati, senza sensibilità per il popolo che rappresentano e con un senso ben sviluppato dei propri vantaggi, scrive lo storico. Ecco l’apertura ufficiale dello Storting di quest’anno.

I tempi sono maturi perché lo Storting dimostri una leadership morale e politica a tutte le persone.

È una storia. Qualsiasi opinione espressa nel testo è di responsabilità dell’autore. Se desideri inviare una proposta di saggio, puoi leggere come qui.

La classe politica del nostro Paese ha vissuto un anno difficile. I budget sono aumentati nella mega classe per l’alloggio dei pendolari, le spese di viaggio, lo stoccaggio e le questioni di ammissibilità si stanno ora allineando a un livello più alto. Le apparenze sono create da politici isolati di casta che non hanno alcuna sensibilità per le persone che rappresentano – e un senso ben sviluppato dei propri vantaggi. E anche questo nonostante le code per il cibo e il tempo prezioso.

Legittimità delle imprese

Allo stesso tempo, viene costantemente sottolineato che la Norvegia è una “comunità di fede”. C’è qui un paradosso che richiede una spiegazione. Siamo caduti vittime di un’illusione nazionale guidata ideologicamente? Cosa nasconde le reali differenze di potere e appare preventivamente conciliante? Ci stiamo prendendo troppo cura di noi stessi? Nella patria di Henrik Ibsen, abbiamo bisogno di un dottor Stockman che dica la verità e che dica la verità?

Due scrittrici che guardano la Norvegia dall’esterno, Eva Jolie e Nina Vitoček, hanno recentemente sollevato questa domanda. Perché il silenzio nei loro confronti è assordante?

Giusto o sbagliato: questo giudizio sui nostri politici richiede una reazione. Le istituzioni politiche norvegesi necessitano di essere costantemente rinnovate e migliorate. Richiede un pubblico informato e critico, che non abbia paura di porre domande difficili.

Di tutte le istituzioni democratiche norvegesi, lo Storting è la prima. È evidente che la nostra Assemblea nazionale soffre attualmente di una perdita di legittimità. Un fallimento della fede potrebbe essere un’altra parola. Probabilmente si tratta di una condizione temporanea. Ma abbastanza sul serio.

Democrazia sotto pressione

Il fallimento della fiducia nello Storting è ancora più grave alla luce delle tendenze internazionali. La democrazia basata sui diritti umani è sottoposta a crescenti pressioni esterne. Dopo decenni di aumento del numero di paesi sotto un governo democratico, il declino delle strutture di governance liberali è ora evidente dalla maggior parte dei parametri. Pochi lo avevano previsto.

Donald Trump in America, Viktor Orbán in Ungheria, Jaroslaw Kaczynski in Polonia, 20% AfD in Germania, Marine Le Pen una vera possibilità alle prossime elezioni in Francia. Anche il partito di estrema destra della Spagna post-franchista (Vox) ammette di aver fatto marcia indietro nelle ultime elezioni. Il Regno Unito post-Brexit invierà i richiedenti asilo in Ruanda mentre considera di lasciare la Corte europea dei diritti dell’uomo.

Un Partito Democratico svedese spinge il governo da uno status irresponsabile a uno status desiderato. Gli autoritari che dicono la verità ora al governo in Finlandia, un Partito della Libertà alla Jörg Heideresco in Austria sono stati a lungo normalizzati nel mainstream. Un primo ministro italiano, Giorgia Meloni, con chiari legami con l’era del fascismo: le forze antidemocratiche sono in aumento ovunque nel nostro circolo culturale.

E poi non parliamo nemmeno della Russia di Vladimir Putin e della Cina di Xi Jinping, dove l’autoritarismo sta assumendo sempre più aggressivamente forme autoritarie arcaiche. La democrazia è sotto pressione.

Quindi ora è il momento che lo Storting dia prova di leadership morale e politica davanti a tutto il popolo.

Ho una proposta: creare un’ambiziosa consultazione nazionale sulla democrazia, a livello nazionale e internazionale: origini, forme, logica, futuro. Usa il maestoso Lagtingsalen per invitare a una conversazione più ampia sul futuro della democrazia in patria e all’estero.

Mira alto!

Tale evento sarà di responsabilità dello Storting. L’amministrazione dell’Assemblea nazionale deve avere un budget adeguato e puntare in alto. Invita i maggiori esperti nazionali e internazionali per conferenze e dibattiti. Ottieni con NRK. Trasmetti eventi in streaming e traduci simultaneamente se necessario. L’Università di Oslo sta implementando diversi progetti di democrazia. Invitali a entrare.

Richiedi copioni e crea un libro con programmi di discussione per scuole e accademie popolari. Pubblicarlo a livello internazionale. (Nel 1987, gli Stati Uniti celebrarono il 200° anniversario della loro Costituzione e crearono un ambizioso programma di opuscoli e film da cui possiamo imparare.)

Ogni settimana per due semestri durante il periodo non elettorale (Primavera/Autunno 24?) ci dovrebbe essere una folla di pubblico affamato di conoscenza davanti alla Sala del Parlamento. Non riesci a trovare tempo per i rappresentanti? Non interessato? Ebbene, allora i popoli si presenteranno senza illudersi della mancanza di prospettiva dei loro rappresentanti.

Chi ha autorità?

La Norvegia ha condotto due importanti indagini giurisdizionali. Cosa dicono adesso i leader? I rapporti di potere sono cambiati da quando hanno scritto? Cosa fare? Udienza del reclamo nell’Aula Magna.

La Norvegia ha una solida tradizione di ricerca locale. e nomi pesanti negli studi organizzativi. Dai questo!

Nella tradizione del politologo Steen Rokken, del filosofo Arne Naas e del politologo Jens A. Kristofferson, i tesori sono nascosti in importanti scritti sulle origini, le forme e le motivazioni della democrazia e delle ideologie. Portateli fuori! Questa tradizione è molto appropriata.

In Norvegia siamo bravi alle elezioni. Cosa sappiamo delle elezioni in questo strano paese? I nostri storici sono meravigliosi. Pensa in modo comparativo e presentalo nell’aula magna.

Presidente Storting: Costruisci un partito democratico per tutti noi. Non dimenticare le domande difficili. Per proteggere la democrazia è necessario un pubblico informato, che non abbia paura delle controversie. La memorizzazione può contribuire a promuovere tale aumento della qualità delle parole. Ora.

READ  Raqqa vittoria italiana all'Eurovision - Norvegia 18°