Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

E24 – Tek ha guidato un calo significativo a Wall Street

Le preoccupazioni sui tassi di interesse continuano a pesare sui mercati azionari statunitensi. Diverse grandi banche si sono ritirate, mentre i titoli tecnologici hanno guidato il calo.

pubblicato:

L’umore è peggiorato a Wall Street durante la serata di martedì, dopo che la giornata di negoziazione è iniziata inizialmente con cautela.

Pertanto, il trend negativo di Wall Street è continuato da lunedì in poi per tutta la settimana. I tre indici principali hanno chiuso la giornata con un netto calo.

Ecco come appariva all’orario di chiusura:

  • L’S&P 500 è sceso dell’1,45%.
  • L’indice Nasdaq è sceso del 2%.
  • L’indice Dow Jones è sceso dell’1,03%.

Questo è il quarto giorno consecutivo di declino per l’ampio S&P 500. Per il Nasdaq Technology Index, è il terzo giorno consecutivo di ribassi.

Leggi su E24+

Questo è un combattimento di colombe

I titoli tecnologici hanno guidato il declino. Tra i giganti tecnologici statunitensi, il proprietario di Facebook Meta ha avuto il giorno più importante in borsa, in calo del 6,79%.

Le azioni Amazon sono scese del 3,03%, mentre le azioni Apple, Alphabet e Microsoft hanno chiuso in borsa di oltre il 2%.

Tagli di posti di lavoro in una grande banca

Oltre a questo, molti titoli bancari e finanziari hanno contribuito a trascinare il mercato verso il basso.

Morgan Stanley taglierà circa 1.600 posti di lavoro, che equivalgono a circa il 2% del suo personale. Questo è secondo fonti di Bloomberg e CNBC. Il titolo è sceso del 2,56%.

Il CEO di Goldman Sachs, David Solomon, da parte sua, afferma che la banca potrebbe dover tagliare più posti di lavoro e stare attenta alle sue finanze di fronte all’accresciuta incertezza. Goldman Sachs è scesa del 2,37%.

READ  - I negoziati sono inciampati - E24

“Devi presumere che ci aspettano tempi irregolari (irregolari)”, dice Solomon a Bloomberg.

Il CEO di Bank of America, Brian Moynihan, ha dichiarato a Bloomberg di aver ridotto il numero di nuove assunzioni. La quota è scesa del 4,26%.

Le previsioni per dicembre sono mutevoli

La settimana è iniziata lunedì con un notevole calo di Wall Street, in parte a causa dei timori che gli aumenti dei tassi della banca centrale statunitense durino più a lungo del previsto.

I nuovi dati PMI di lunedì hanno indicato che l’attività nel settore dei servizi degli Stati Uniti è stata più forte del previsto a novembre.

La banca centrale degli Stati Uniti, la Federal Reserve, ha aumentato bruscamente i tassi di interesse più volte di seguito. C’è un’altra riunione sui tassi di interesse la prossima settimana. Il mercato prevede una riduzione del ritmo degli aumenti fino a un aumento dei tassi di interesse di 0,50 punti percentuali.

È probabile che le banche centrali continueranno a pesare pesantemente sulle azioni a dicembre, ha detto a Bloomberg Christina Huber, chief global markets strategist di Invesco.

Hooper osserva inoltre che le revisioni al ribasso delle aspettative sugli utili possono influire sulle azioni e si aspetta una volatilità significativa a dicembre.

Il prezzo del petrolio è inferiore a 80 dollari

Il prezzo del petrolio è sceso per tutto il pomeriggio e la sera di lunedì, dopo aver superato gli 88 dollari prima dell’apertura delle borse negli Stati Uniti ieri. Il calo è continuato martedì.

Poco prima dell’orario di chiusura a Wall Street, il petrolio del Mare del Nord (Burned Spot) viene scambiato a 79,5 dollari al barile. È in calo di $ 3,4 da mezzanotte, ovvero un calo di circa il 4 percento.

READ  Manifestazioni per la libertà in tutto il mondo

Il prezzo del petrolio è molto volatile in questo momento, afferma il partner e analista energetico Nadia Martin Wiggin di Pareto Securities.

– Ogni volta che ci sono notizie, il mercato si muove più fortemente per questo motivo, ha detto all’E24 martedì.

Leggi anche

I timori di recessione pesano sui prezzi del petrolio: – Sentiment ‘traballante’.

In Europa le Borse più importanti sono state caratterizzate da un moderato ribasso nel pomeriggio di martedì. L’umore è leggermente peggiorato dopo l’apertura negli Stati Uniti.

In Asia, non ci sono stati grandi risultati nelle principali borse all’inizio della giornata e il quadro è stato generalmente contrastante.