Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ecco come i tifosi della Samp amano Thorsby:

Dopo due ottime stagioni con la Sampdoria, Morten Torsby (25) è entrato nel cuore dei tifosi italiani. Il giocatore della Nazionale incontra TV 2 nella sua città natale, dove racconta la vita da italiano e lo stretto rapporto con i tifosi.

Nei primi due anni della Norvegia alla Sampdoria ha giocato 59 partite di Serie A ed è stato un giocatore molto importante sotto Claudio Ranieri, che si è dimesso dopo la stagione di quest’anno. Il suo stile di gioco duro lo ha reso uno dei preferiti dai tifosi della Sampdoria. Il 25enne crede che la sua integrazione nella cultura italiana abbia molto da dire sui suoi progressi in campo e sul buon rapporto con i tifosi della Sampdoria.

– Modo separato per giocare ed esibirsi

È stata una lunga strada da crescere a Oslo come un ragazzo di Heming, a diventare un giocatore della nazionale e una grande personalità in Italia. Dopo cinque anni all’Heerenveen e al calcio olandese, il viaggio è andato alla Sampdoria e alla Serie A. Il trasferimento ha portato con sé grandi cambiamenti, sia nello stile di vita che nello stile di gioco.

Il guerriero del Genoa è uno dei giocatori di Serie A che ha vinto più colpi di testa e preso più punizioni in questa stagione. Le statistiche mostrano anche che un solo giocatore di Serie A ha corso più della stagione norvegese 2020/21.

Il 75enne allenatore della nazionale è stato stroncato

– Mi è stato detto che dovevo imparare il modo italiano per avere successo in Serie A. Hanno il loro modo di fare le cose, il che li rende un po’ speciali, dice il norvegese attento all’ambiente, mentre mostra la sua città natale nella nuova Tesla.

In questa stagione è stato uno dei migliori giocatori della squadra che è arrivata nona nel campionato italiano.

– Fatta eccezione per Europa-plus, hai raggiunto tutti gli obiettivi che ti sei prefissato, afferma soddisfatto Thorsby.

L’obiettivo delle partite in Europa della prossima stagione potrebbe non essere irraggiungibile. Il 25enne è legato a diversi top club, tra cui l’Atalanta preparata per la Champions League.

Thorsby si sta attualmente ricongiungendo con la squadra nazionale a Marbella. Non escludo una mossa questa estate.

“Molto può accadere durante un’estate speciale”, ha detto in una conferenza stampa all’inizio di questa settimana.

Tornando al caldo della nazionale: – Probabilmente il mio più grande successo إنجاز

Grazie Ranieri

Ma le cose non sono sempre andate lisce per il norvegese. Thorsby ha faticato a giocare la sua prima in Italia e in Serie A. Ha esordito il 4 novembre 2019 dopo aver giocato in settimana nei primi due mesi di stagione.

– È molto comune per i giocatori stranieri che vengono in Italia. Hai bisogno di tempo per capire il gameplay qui. In genere penso che per avere successo in un nuovo paese e in un nuovo campionato, devi conoscere la cultura e viverci davvero. E lo ha fatto al 100%, dice l’umile norvegese.

Quando ha avuto l’occasione per la prima volta, il 25enne l’ha afferrato con entrambe le mani. Alla fine è diventato uno dei nomi più sicuri della formazione titolare di Ranieri. Thorsby è pieno di elogi per il suo ex capo.

– È stato così straordinario negli ultimi anni, così decisivo per me. Mi ha preso quando sembrava buio, e poi è stato difficile per molto tempo. Tutto è andato molto bene, ed è stato un viaggio molto bello. È un ragazzo molto bravo, un bravo allenatore che mi ha insegnato una quantità incredibile. È stato bello nella mia carriera.

È molto raro vedere un giocatore del genere

La grande partita di Serie A ha portato Thorsby a giocare un ruolo sempre più importante anche in nazionale. Contro il Lussemburgo ha conquistato la sua sesta partita in nazionale, fin dall’inizio al centro del campo in doppio con Martin Odegaard.

– È molto raro vedere un giocatore del genere. Se guardi dieci partite di fila della Sampdoria, gioca più o meno allo stesso livello in tutte le partite, dice il manager della squadra nazionale Stal Solbakken riguardo al centrocampista.

Svolta: Morten Thorsby ha sentito per molto tempo che non stava facendo del suo meglio nella squadra nazionale.  Nel precedente, davvero importante, internazionale, in trasferta contro il Montenegro, il 25enne si sente finalmente in grado di mostrarsi agli appassionati di calcio norvegesi.

Svolta: Morten Thorsby ha sentito per molto tempo che non stava facendo del suo meglio nella squadra nazionale. Nel precedente, davvero importante, internazionale, in trasferta contro il Montenegro, il 25enne si sente finalmente in grado di mostrarsi agli appassionati di calcio norvegesi. Foto: Vegard Wivestad Grøtt / BILDBYRÅN

Quando la Norvegia ha battuto il Montenegro a marzo, Torsby ha giocato una buona partita.

Per me è stata in un certo senso una svolta per la nazionale. Si tratta di mostrarlo spesso. Sento di aver fatto tante cose buone in Serie A, ed è stata una sensazione liberatoria mostrarmi in Nazionale. Ha detto alla conferenza stampa di martedì che ora si tratta di mostrarglielo ogni volta.

– Un po’ come una spugna

Nell’inverno del 2019, il giocatore della nazionale ha firmato un contratto con il club di prima divisione, ma il trasferimento non è avvenuto fino all’estate. Già iniziato negli ultimi sei mesi ad Heerenveen un corso di lingua italiana. Un anno dopo, il ragazzo Heming parlava correntemente l’italiano. Comprende l’importanza di conoscere la lingua.

– La lingua era cruciale da affrontare. È stato molto importante per me e per i miei risultati in questo campo. Quando vivi e lavori a stretto contatto con gli italiani, ascolti parole e frasi. Sei un po’ come una spugna, dice il profilo in Italia.

E non era solo italiano orale. Quando Thorsby ha ricevuto un cartellino giallo nella partita contro il Milan di aprile, partita diventata storica perché in campo c’erano tre norvegesi, il norvegese ha risposto con gesti delle mani alla maniera classica italiana. Tanti hanno condiviso sui social.

“Gli italiani sono bravi nei gesti e sono vari, quindi anche questo è incluso nella mia lingua”, ride Thorsby.

– È come l’italiano

Fuori dal negozio dei tifosi di Genova, TV 2 ha incontrato tre aderenti a “Blucerchiati”, il nome italiano dei tifosi della Sampdoria.

I fratelli Alessandro Siri (45) e Andrea Siri (33) e il loro buon amico Alessio Fratti (37) possiedono gli abbonamenti allo Stadio Luigi Ferraris e sono membri degli Ultras, i nostri sostenitori più impegnati. Alla domanda sul norvegese, gli elogi sono fluiti.

Popolarità: I tifosi della Sampdoria hanno premuto Thorsby sul petto.

Popolarità: I tifosi della Sampdoria hanno premuto Thorsby sul petto.

Pensiamo che sia importante e meraviglioso per lui imparare la lingua e condividere un così grande impegno. Fratti dice con entusiasmo che gli piacevano gli italiani in quel modo.

I venditori del Supporter Store hanno annunciato che la tuta della Sampdoria con Thorsby sulla schiena è il terzo bestseller di questa stagione. Tuttavia, i tre fan non sono qui per comprare la tuta di Thorsby, ma le fantastiche tute da allenamento. Tutti pensano che l’impegno e la capacità di lavorare siano la qualità più importante in Norvegia.

– Le abilità di Thorsby sono le abilità che ogni Sampdorean desidera. C’è voglia di lottare, è intraprendente, non si arrende mai, non perde mai palla, aiuta i compagni e segna anche qualche gol. Amiamo molto il suo carattere in campo, condivide con noi il fratello maggiore Alessandro.

Anche il fratellino Andrea è molto impressionato dalle sue qualità in campo, ma anche fuori dal campo.

– Un ottimo giocatore che è sicuramente una bella figura per tutta la squadra. È anche un bravo ragazzo che ha a cuore l’ambiente e il clima. Ottime condizioni. Sarebbe bello se molti giocatori, soprattutto di campionati importanti, potessero seguire la sua striscia positiva.

I tatuaggi di Robert raccontano i due giorni peggiori della sua vita

– esempio

Al negozio dei sostenitori era presente anche Enrico Mantovani, 59 anni, ex presidente della Sampdoria. Ha solo buone parole da dire sul norvegese.

Thorsby è un modello per molti giovani. È un ottimo giocatore e i tifosi lo adorano. I suoi buoni valori anche al di fuori del calcio, soprattutto in termini di impegno per il clima, lo rendono un ottimo posto dove stare nel club.

Il 4 maggio, Thorsby ha lanciato la sua fondazione ambientale “We Play Green” perché vuole riportare il resto del mondo del calcio in equilibrio con la natura. Vuole concentrarsi su questo con l’aiuto di giocatori e club che sono coinvolti in un diverso tipo di “Premier League” – attorno a chi è più sostenibile.

– Mi impegno e cerco di fare quello che posso. Dice lui stesso che la cosa più importante che posso fare è essere il migliore nel calcio per avere una voce più grande.

Enrico è il figlio del compianto ed ex presidente della Sampdoria Paolo Mantovani. Padre e figlio Mantovani hanno trascorso complessivamente 21 anni come presidente del Circolo Storico di Genova. Il 59enne tira fuori una cosa in particolare che ama delle qualità di Thorsby.

– È particolarmente bravo in testa e ha vinto molti duelli testa a testa per noi, dice.

Febbre da campionato europeo – Gruppo D: Jürgen Klopp la chiama “Mr. Sick”

– Ci saranno molti noodles

Non sono stati solo i tifosi ad essere felici con il norvegese, anche il centrocampista ha avuto un buon rapporto con loro. Prima dello scoppio dell’epidemia, si respirava l’atmosfera selvaggia dello Stadio Luigi Ferraris, che solitamente accoglie 36.600 spettatori.

– È così divertente avere un buon rapporto. I tifosi qui sono fantastici e la Sampdoria è nota per avere una grande folla di tifosi e ultras, quindi non vedo l’ora di riaverli in campo.

Thorsby sa anche che è importante dimostrare che ci tieni.

– Questo è il mio approccio: conoscere la loro vita quotidiana. Da professionista, lo apprezzerei anch’io. Lo faccio per avere successo in campo, ma questo è un bonus che i tifosi apprezzano.

Con la cultura arriva anche la cultura gastronomica italiana famosa in tutto il mondo.
Quando gli è stato chiesto se ci sarebbe stata molta pasta e pizza, il file di football abbronzato ha riso.

– Ci sarà un sacco di pasta, caffè e pizza a volte. Ci sono molti buoni piatti e posti da visitare quando hai tempo per farlo. Ora i ristoranti hanno riaperto di recente, quindi la qualità della vita sta aumentando in modo esponenziale, afferma Morten Thorsby.

READ  Damiano David - No, non è single