Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Entrambi i portieri dello Stabæk hanno sbagliato: – Non è facile arrivare in quel modo – VG

BEKKESTUA (VG) (Stabæk – Vålerenga 0-2) Il primo portiere Marcus Sandberg (20) si è scontrato ed è stato espulso. Il rookie Jonas Brauty (22) ha mancato la vittoria di Valringa al Nadir per la prima volta in sette anni.

Inserito:

Poi il cartellino rosso è uscito dal taschino del giudice Tori Hansen e Sandberg ha dovuto fare una doccia prima del previsto. Sandberg ha esitato un po’ con la palla nelle gambe, è stato messo sotto pressione e ha perso la palla contro Tobias Christensen. Il portiere dello Stabæk ha cercato di nuovo di salvarsi e ha scavalcato l’area di rigore della sua squadra.

– È un po’ passato di me, mentre sto cercando di diventare il più grande possibile. Cerca di schivare, e anche io la tocco con le dita. Abbiamo diversi uomini dietro la palla, quindi non si tratta solo di segnare, dice Sandberg a VG, con un chiaro riferimento al fatto che lui stesso pensa che il cartellino rosso sia severo.

Collaborazione Editoriale

Guarda Elite Series e OBOS League in diretta su Discovery +

In panchina, il portiere di riserva, il 22enne Jonas Vatni Prouty, ha improvvisamente avuto fretta di indossare guanti, pelle di vitello e stivali prima di essere lanciato per il debutto nell’Eliteserien al 52′.

– Non immaginavo l’esordio di oggi, ma è così che è per me essere il secondo portiere. Ero un po’ pronto perché ciò accadesse l’anno scorso. Mi sono allenato per molto tempo per questo, quindi penso che sia stato divertente. Purtroppo dopo lo 0-1 è uscita un po’ d’aria, racconta Brauti a VG.

READ  Le migliori foto dei Giochi Olimpici di Tokyo - VG

– Come ti senti quando lo lanci in quel modo?

È una situazione strana, perché non vuoi mai che i tuoi compagni di squadra commettano errori. Ma devo pensare per me stesso ed essere nella mia posizione.

I due portieri hanno condiviso un piccolo momento mentre il 22enne si scaldava.

– Gli ho solo detto di prendersela comoda e di fare il suo gioco. Non è mai facile andare così, ma penso che l’abbia gestita bene, dice Sandberg del suo compagno portiere.

E quando è arrivato, Protey è stato immediatamente testato. Prima ha fermato un bel colpo di testa di Fredrik Aldrup Jensen, prima di diventare troppo grosso quando Omar mi è venuto negli occhi da solo. Due potenziali parate critiche in cinque minuti dall’esordiente.

Ma poco più di cinque minuti prima del tempo pieno, è scivolato anche per lui. Il lavoro di Vålerenga è messo nella scatola. Brauty scatta in avanti per sigillarlo, troppo tardi e Christian Borschgrevink mette invece la palla in rete.

Ai supplementari, anche Seedy Jatta, sostituto di Vålerenga, ha segnato e si è assicurato di finire 2-0: la prima vittoria di Vålerenga su Nadderud dal 2014.

Il giocatore dello Stabæk Mats Solheim pensa che la squadra di casa sia stata inizialmente sfortunata dopo aver perso contro il Vålerenga.

– È stato difficile da ottenere. Nel primo tempo giochiamo come al solito, e questa situazione si presenta anche con un cartellino rosso. Allora sarà difficile resistere. Ma allo stesso tempo penso che stiamo facendo un buon lavoro e stiamo creando dei rischi. L’ex giocatore di VG Hammarby dice che se avessimo avuto un po’ più di margine, avremmo ottenuto qualcosa.

READ  - La competizione per le medaglie sarà molto dura

L’allenatore dello Stabæk Jan Johnson ha preso la sconfitta con cautela.

È difficile scivolare così alla fine. Ma sono molto contento del primo round. Abbiamo sbagliato, prima che ci sia un’altra partita quando otteniamo il cartellino rosso. È stato bello anche per molto tempo, ma non è durato, dice Jönsson a VG.

Al campo di Vålerenga, erano naturalmente più a loro agio con i tre punti.

– Dopo due pareggi, avremmo dovuto vincere oggi. Sono riusciti a bloccare un’opportunità dopo l’altra, ovviamente è diventato frustrante. Allora è importante avere pazienza per la creatività, dice Dag-Eilev Fagermo a VG.

Qual è la cosa di cui sei più soddisfatto oggi?

– Che abbiamo vinto. Vålerenga non vince qui dal 2014, risponde Fagermo alla critica.

Il giocatore dello Stabæk Mats Solheim pensa che la squadra di casa sia stata inizialmente sfortunata dopo aver perso contro il Vålerenga.

– È stato difficile da ottenere. Nel primo tempo giochiamo come al solito, e questa situazione si presenta anche con un cartellino rosso. Allora sarà difficile resistere. Ma allo stesso tempo penso che stiamo facendo un buon lavoro e stiamo creando dei rischi. L’ex giocatore di VG Hammarby dice che se avessimo avuto un po’ più di margine, avremmo ottenuto qualcosa.

L’allenatore dello Stabæk Jan Johnson ha preso la sconfitta con cautela.

È difficile scivolare così alla fine. Ma sono molto contento del primo round. Abbiamo sbagliato, prima che ci sia un’altra partita quando otteniamo il cartellino rosso. È stato bello anche per molto tempo, ma non è durato, dice Jönsson a VG.

Al campo di Vålerenga, erano naturalmente più a loro agio con i tre punti.

READ  Il rivale Bo Alexander Loginov: - Parla di una tragedia personale

– Dopo due pareggi, avremmo dovuto vincere oggi. Sono riusciti a bloccare un’opportunità dopo l’altra, ovviamente è diventato frustrante. Allora è importante avere pazienza per la creatività, dice Dag-Eilev Fagermo a VG.

Qual è la cosa di cui sei più soddisfatto oggi?

– Che abbiamo vinto. Vålerenga non vince qui dal 2014, risponde Fagermo alla critica.

Il capitano Jonathan Tolas Nation ammette che la vittoria non è ancora finita.

– Era così bello. Personalmente, mi sentivo un po’ pesante. Lottare per i tre punti qui è stato molto bello. È bello vedere la nostra collina Oldrup girare magnificamente su Borchgrevink sulla prima, e abbiamo anche Ousame Sahroui sulla seconda. Sunnmøringen dice a VG che è quasi impossibile descrivere quello che fa.

Scopri altre statistiche della serie Elite su VG Live.