Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Equinor firma un accordo da un miliardo di dollari negli Stati Uniti

Equinor firma un accordo da un miliardo di dollari negli Stati Uniti

Equinor sta aumentando la propria esposizione al petrolio e al gas onshore negli Stati Uniti.

Nell’ambito di un recente accordo, Equinor sta vendendo la sua intera proprietà e interesse operativo nel bacino degli Appalachi, nel sud-est dell’Ohio, in cambio di una partecipazione del 40% nel gigante EQT, gestito da partner, nella parte settentrionale della Marcellus Shale Formation in Pennsylvania. I giacimenti acquistati da Equinor sono gestiti dalla compagnia petrolifera statunitense Chesapeake.

Equinor pagherà 500 milioni di dollari, equivalenti a circa 5,5 miliardi di corone norvegesi al tasso di cambio odierno, in contanti affinché EQT possa compensare l'accordo. Per coprire gli attuali obblighi di vendita del gas, Equinor stipulerà un accordo di riacquisto del gas con EQT.

– Questi asset sono ben posizionati per beneficiare dello sviluppo positivo previsto nel mercato del gas statunitense, afferma Philippe Mathieu, vicepresidente esecutivo per l'esplorazione e la produzione internazionale di Equinor.

Ottimizzazione del portafoglio

Ora in alcuni giacimenti onshore degli USA non esiste più un operatore.

– Continuiamo a ottimizzare il portafoglio statunitense e a migliorare la redditività rafforzando la nostra posizione nella parte più forte del bacino degli Appalachi, afferma Philippe Mathieu, vicepresidente esecutivo per l'esplorazione e la produzione internazionale di Equinor.

Il portavoce delle comunicazioni finanziarie di Equinor, Rikke Høistad Sjøberg, afferma che l'acquisto non è una risposta alle critiche contro la crescente esposizione alle energie rinnovabili, a favore di investimenti petroliferi più redditizi.

– Si tratta di uno scambio fuori dall'ambito operativo con un'azione con maggiore produzione ad un prezzo di parità inferiore. Poi è stato necessario aggiungere del denaro per bilanciare il tutto. Sjoberg afferma che si tratta di un'altra transazione su terreni negli Stati Uniti per migliorare la redditività del portafoglio.

READ  - Non un buon oggetto di investimento - NRK Norvegia - Una panoramica delle notizie da diverse parti del paese

Modifiche al portafoglio statunitense di Equinor erano previste dopo che la società è stata costretta a effettuare significative svalutazioni nel paese. Nel 2019 ha venduto le partecipazioni nel giacimento petrolifero Eagle Ford e nel 2021 ha ceduto i giacimenti nel bacino di Bakken nel Nord Dakota e nel Montana.

Attraverso questa transazione, Equinor ha aumentato la sua partecipazione media di proprietà dal 15,7% al 25,7% in alcune unità di gas gestite da Chesapeake nella parte settentrionale della Formazione Marcellus.