Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Erlind Elias, Erlind Elias Bragstad

Erlind Elias, Erlind Elias Bragstad


Nella rubrica pasquale di Nettavisen è tutto incentrato sulla Pasqua e molte celebrità parlano dei loro programmi per questa festività e dei loro ricordi migliori e peggiori della Pasqua. Per lo meno rivelano cosa dovrebbero avere nell’uovo di Pasqua. Da noi a voi: Buona Pasqua!

Il personaggio televisivo e designer Erlind Elias Bragstad (41 anni) ha partecipato a numerosi reality show come “Farmen kjendis”, “Skal vi danse” e “Camp Culinaris”. Ha anche il podcast “Homsen og Bomsen” con Fritz Anes (43).

Ci sono alcune cose che Bragstad dovrebbe fare a Pasqua, ma le feste e l'alcol non sono tra quelle cose quest'anno.

Ecco il nostro discorso di Pasqua con Erlind Elias:

Che programmi avete per Pasqua e con chi la trascorrerete?
– Sai, quest'anno celebrerò la Pasqua in città. Ho viaggiato molto in tournée con “Homsen og Bomsen” e con i miei spettacoli e conferenze, quindi poter stare a casa nel mio appartamento e nella mia città ora sembra strano e interessante. Poi ho concordato con diversi amici che sarebbero venuti in viaggio, avrebbero trascorso la notte e avrebbero cucinato la cena insieme. Poi resterò da solo per qualche notte, quindi sarà emozionante qui.

Qual è la vostra tradizione pasquale?
– Essere al nord. Anche quest'anno sono presenti tutti i miei parenti più stretti, come al solito. Quindi forse sarebbe un po' strano non esserci, ci sono gli agnelli pasquali, la caccia alle uova e tante passeggiate nel bosco con ciaspole e sci.

Qual è la tradizione pasquale più sopravvalutata?
– Negli ultimi anni ci sono state storie di omicidi di Pasqua e uova di Pasqua, quindi mi arrenderò, ma quest'anno sarà un libro emozionante e un cruciverba. A parte questo, sono un amante della tradizione, e ci vuole molto per stravolgere le mie tradizioni.

READ  Emily Nicholas e Herbert Nordrum:

Qual è il tuo ricordo più bello di Pasqua?
– Forse è stato quando ci riunivamo tutti a casa di mio nonno quando ero piccola. Una cena deliziosa cucinata sui fornelli mentre eravamo in montagna a Kjeldeböten, la mia famiglia, i miei zii, tutti nella stessa casa. Assolutamente magico.

Leggi anche: Sono diversi anni che non festeggio in Norvegia: ecco come sarà la Pasqua quest'anno

Qual è il tuo peggior ricordo di Pasqua?
– Non credo di avere di peggio, forse sarò fortunato lì.

Cosa dovresti avere in un uovo di Pasqua?
-Marzapane, marshmallow e tutto il resto che ci mette la mamma. È un'esperta nell'approvvigionamento delle migliori uova e in un mix di prelibatezze e dolci.

Pasqua in città o Pasqua in villetta?
– Quest'anno è Pasqua in città, ma con qualche novità. Ma la Pasqua nordica è la migliore ed è molto divertente al Festival di Pasqua di Kautokino.

Gita sugli sci o après ski?
– Non sono mai stata in un après-ski, la Pasqua è un momento di famiglia e non ci sono alcolici. Per lo più curiosare e caramelle.

Pranzo veloce o marzapane?
– Marzapane in soggiorno e pranzo veloce sulla pista da sci.

Leggi anche: A Pasqua l'artista assesta un duro colpo alla città: – Si prende la città per me

Puzzle o cruciverba di Pasqua?
– Sì, se è un bel giallo come Vera o Poirot, quella è la prima scelta.

Hai un'attività pasquale che consigli?
-Sii felice e socievole e trova qualcosa da mangiare indipendentemente dal tempo o dal luogo. Devi goderti la vita, è qui e ora. Adoro i quiz e altri giochi, quindi ce ne saranno in abbondanza.

READ  È morta Eleanor Coppola

Arancia con cioccolato, sì o no?
– È un assaggio di Pasqua – evvai!