Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Finlandia: due aziende hanno esportato 3.500 droni in Russia

Finlandia: due aziende hanno esportato 3.500 droni in Russia

Al centro dell’indagine ci sono due aziende finlandesi, accusate di aver esportato 3.500 droni in Russia. Ciò nonostante l’imposizione di sanzioni.

Il valore totale dei droni supera i due milioni di euro, oltre ad essere indagati per l’esportazione di componenti elettronici come microcontrollori e componenti di semiconduttori per un valore complessivo di oltre 600mila euro.

Lui scrive Tempi di Helsinki.

Si sostiene che dietro a tutto ciò ci sia la Russia

Il servizio doganale finlandese sta conducendo indagini preliminari e sostiene che ci sono molte indicazioni che dietro a tutto ciò ci sia la Russia.

Dalle indagini preliminari emerge che l’operazione è stata lanciata dalla Russia. Nell’ambito dell’operazione è stata creata un’ampia rete di aziende internazionali per consentire il finanziamento dell’operazione, ad esempio, dalla Russia, afferma Hannu Sinkkonen del servizio doganale finlandese.

Martedì Sinkkonen ha dichiarato all’agenzia di stampa finlandese STT che il caso riguarda informazioni riservate e non ha specificato quale tipo di drone si ritiene sia atterrato in Russia. Anche il servizio doganale non ha potuto dire nulla sull’eventuale utilizzo dei droni nella guerra d’aggressione in Ucraina.

L’articolo continua sotto l’annuncioL’articolo continua sotto l’annuncio

Guarda il video: La Russia condivide foto rare

Una persona in custodia

L’Unione Europea ha imposto una serie di sanzioni, comprese restrizioni alle esportazioni, alla Russia a causa della guerra di aggressione russa in Ucraina.

Finora sei persone sono sospettate di aver commesso reati organizzativi e di reati legati all’esportazione di materiale difensivo.

Uno di loro è detenuto da settembre. Il caso verrà trasferito al pubblico ministero per l’esame delle accuse nel prossimo futuro.

READ  Israele attacca - L'inferno nel crepuscolo estivo