Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Foto storiche dallo spazio: – Un nuovo capitolo

Il James Webb Space Telescope ha rivelato immagini storicamente nitide e nell’infrarosso profondo dell’universo primordiale che vengono definite storiche.

“La gente in tutto il pianeta verrà questa mattina per vedere le foto scattate con questo telescopio e ogni immagine è una nuova scoperta”, ha affermato il presidente della NASA Bill Nelson.

Gli amanti del romanticismo di tutto il mondo stavano aspettando queste foto da quando il telescopio è stato lanciato a dicembre.

Tra le immagini appena pubblicate di un pianeta gigante gassoso al di fuori del nostro sistema solare, due immagini di nebulose galattiche in cui le stelle nascono e muoiono e una delle cinque galassie intrecciate che danzano l’una intorno all’altra.

La stella in basso a sinistra potrebbe essere difficile da vedere, ma è il centro della nebulosa. Foto: (NASA, ESA, CSA, STScI tramite AP

Queste immagini mostrano che il telescopio funziona correttamente. Siamo in un nuovo capitolo dell’esplorazione spaziale, dice entusiasta a TV 2 il capo del dipartimento del Norwegian Space Centre, Pål Brekke.

– Ci sono grandi dettagli da vedere, dice.

Le immagini possono essere analizzate e mostrano la composizione chimica, la possibile presenza di acqua e le possibilità di vita su altri pianeti.

Il nuovo telescopio può osservare le nebulose dove nascono le stelle in ogni momento. In questo modo possiamo saperne di più sull’origine delle stelle e forse capire di più sulla nostra. dice Brick.

Il Quintetto di Stephan è un gruppo di cinque galassie.  Foto: Nasa

Il Quintetto di Stephan è un gruppo di cinque galassie. Foto: Nasa

Il telescopio, lanciato lo scorso dicembre, cattura la luce da 13 miliardi di anni.

Questa è la nostra macchina del tempo, dice il ricercatore che ha guidato il lavoro.

La prima immagine pubblicata mostra migliaia di galassie lontane. L’immagine non è in realtà un braccio più grande di un granello di sabbia, ma è stata ingrandita in modo avanzato dalla NASA.

– Se un’ape volasse sulla luna, il telescopio sarebbe in grado di vederne il calore, dice Brick a TV 2.

GRANO DI SABBIA: questa clip mostra le grandi distanze. Foto: wwtassets.org/specials/2022

È molto entusiasta di ciò che potrebbe venire fuori dalle immagini che usciranno questo pomeriggio.

L’immagine è piena di migliaia di galassie e contiene gli oggetti più distanti mai osservati.

Gli scienziati non hanno mai ottenuto informazioni su questa regione della Nebulosa Carina dove nascono le stelle.  Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

Gli scienziati non hanno mai ottenuto informazioni su questa regione della Nebulosa Carina dove nascono le stelle. Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

L’ultima foto presentata è probabilmente anche la più bella. Mostra una nebulosa con stelle che non hai mai visto prima.

COSMIC CLIP: Questa immagine ha impressionato i ricercatori.  Migliaia di stelle che non hai mai visto prima sono state fotografate.  Le stelle sono nate in tali nebulose.  Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

COSMIC CLIP: Questa immagine ha impressionato i ricercatori. Migliaia di stelle che non hai mai visto prima sono state fotografate. Le stelle sono nate in tali nebulose. Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

Le foto sono state mostrate lunedì al capo della Casa Bianca e il presidente Joe Biden ha descritto la foto come un momento storico per la scienza e la tecnologia.

Per l’astronomia e l’esplorazione dello spazio. E per il bene dell’America e di tutta l’umanità, Tweet Ha pubblicato la prima foto.

Dal nostro tempo originale

Parti dell’immagine mostrano la luce che si è formata non molto tempo dopo il Big Bang, che è stato 13,8 miliardi di anni fa.

Questa è stata la prima foto pubblicata.  Con questa immagine, le visioni dell'universo degli scienziati sono state notevolmente ampliate.  La storia dei lampi di luce risale al tempo della creazione del Sole e della Terra.  Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

Questa è stata la prima foto pubblicata. Con questa immagine, le visioni dell’universo degli scienziati sono state notevolmente ampliate. La storia dei lampi di luce risale al tempo della creazione del Sole e della Terra. Foto: NASA, ESA, CSA, STScI via AP

Prima che Biden mostrasse l’immagine lunedì sera, ora norvegese, l’ha guardata con ammirazione e ha detto che mostrava “la più antica immagine documentata nella storia dell’universo da oltre 13 miliardi – lasciatemelo dire ancora – 13 miliardi di anni fa. È difficile capire “.

Sono state inoltre mostrate le immagini di un gigantesco pianeta gassoso al di fuori del nostro sistema solare, due immagini di nebulose galattiche in cui le stelle nascono e muoiono e una delle cinque galassie intrecciate che danzano l’una intorno all’altra.

– Bello! Galassie su galassie, Jonathan Lunin della Cornell University dice all’AFP, esprimendo una gioia che molti nella comunità astronomica globale probabilmente condividerebbero.

“Anche se questa non è affatto l’immagine più lunga che Webb potrebbe vedere, è l’immagine più profonda mai scattata e mostra la potenza di questo straordinario telescopio: straordinaria sensibilità, ampia gamma di lunghezze d’onda e immagini estremamente nitide”, afferma Lunin.

parcheggiato nello spazio

Il telescopio è parcheggiato nello spazio, a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, nel punto chiamato L2. Quest’estate sta usando i suoi strumenti a infrarossi per guardare indietro di oltre 13,5 miliardi di anni, verso la prima generazione di galassie che si sono formate dopo il Big Bang.

Storia spaziale: qui, il telescopio spaziale James Webb si è separato da Ariane 5 ad Ariane Space a dicembre.  Foto: Nasa

Storia spaziale: qui, il telescopio spaziale James Webb si è separato da Ariane 5 ad Ariane Space a dicembre. Foto: Nasa

James Webb rimarrà allineato con la Terra mentre il pianeta orbita attorno al sole, in modo che lo scudo solare possa proteggere il telescopio dal calore e dalla luce. In linea di principio, un grande baldacchino può fornire una protezione efficace solo se il sole, la Terra e la Luna puntano nella stessa direzione.

Il telescopio spaziale Hubble, un tempo pioniere nel campo, è abbastanza sensibile da vedere gli eventi nello spazio circa 500 milioni di anni dopo il Big Bang.

Il successore James Webb non può guardare oltre nel passato. Gli scienziati sperano di poter osservare le condizioni 200 milioni di anni dopo l’inizio dell’universo.

(© NTB/TV 2)

READ  Dove il caldo Oceano Atlantico incontra il freddo artico