Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Giornata della Gastronomia: – Una fantastica tela di materiali norvegesi | contadino norvegese



Cibo e produzione

Oggi ricorre la Giornata Mondiale della Gastronomia Stabile. – Gli chef possono essere un ponte tra il produttore di cibo e il consumatore, afferma l’appassionata di cibo e chef Mariana Debillian.

L’appassionata di cibo Mariana è interessata alla buona esperienza culinaria, preferibilmente alla comunicazione. La loro società di catering e il profilo su instagram (mariannitas_), vengono condivisi conoscenza, impegno e ispirazione.

Mariana è stata in precedenza vicepresidente di Spire. È anche coinvolto come coordinatore di questa iniziativa Recupera l’oceano e usa la terra. Lì ha co-scritto per Matmeldinga Una nuova politica alimentare, migliore e più sostenibile (2020) in associazione con la Norwegian Farmers and Small Owners Association. È stato anche coautore del gruppo latinoamericano Unity Cookbook, pubblicato lo stesso anno. Con radici e ispirazione dal Brasile, dall’Armenia e dall’Italia, alcuni si adatteranno meglio alla Giornata internazionale della gastronomia sostenibile rispetto a Mariana. Con una nonna italiana e una nonna armena, si è raggomitolata rapidamente, ha voluto cibo in abbondanza e una comprensione colorata di ciò che potrebbe esserci in un piatto.

Faccio molti piatti armeni, italiani e brasiliani con ingredienti norvegesi. Vorrei sottolineare che i prodotti norvegesi sono una meravigliosa tela anche per il cibo mondiale! Il mio preferito è l’hummus a base di piselli e menta. Oppure si possono usare orzo, smeraldi o perle di farro al posto dell’erba.

La donna con il vestito blu tiene in mano una ciotola di lattuga e carote.  Sullo sfondo vediamo un paesaggio di spiaggia.
Mariana Debillian è curiosa di una dieta coerente.
Foto: Gilberto Debillian


Mariana Debillion

Residenza: Oslo
Età: compie 29 anni in un mese.
Cibo preferito: Mi piace particolarmente il cibo con cui sono cresciuto, quindi una fusione tra di loro.
Ingrediente preferito: cipolla piccola. Raccolgo, congelo, faccio il pesto… funziona tutto!

Alcune fonti di ispirazione:

    • CREDO e Heidi Bjerkan a Trondheim. Hanno una vista molto emozionante e creano non solo un ristorante ma anche un luogo per imparare.
    • Miele a Oslo. Sanno da dove vengono gli ingredienti, il cibo è assolutamente fantastico e i menu cambiano a seconda delle stagioni.
    • Lo chef Tom Hunt dall’Inghilterra Ci sono test sui prodotti britannici di stagione. Conosce anche i modelli alimentari e la produzione alimentare.

Perché e come lavorate con i sistemi dietetici standard?

Il cibo è sempre stato qualcosa per cui ho un forte impegno. Entrando in politica ho scoperto che l’“intrattenimento” aveva un valore, e quando ho iniziato nel settore dei servizi ho capito ancora di più il ruolo di chi lavora a stretto contatto con i consumatori.

Si chiedono numeri sulla salute del suolo e sulle specie estinte, ma non è facile capire cosa significhi su un piatto. Non voglio determinare cosa è giusto e cosa è sbagliato. Dipende molto da dove sei, chi sei e cosa ti piace.

Il cibo locale è favorevole ai conti climatici, favorevole ai nostri agricoltori e pescatori, favorevole alla sovranità alimentare. L’unità è quando mangiamo noi stessi il cibo. Se c’è una forte domanda di cibo locale, non dobbiamo sprecare molto. Se hai intenzione di fare la zuppa, va bene avere due o tre ossa nella carota. Comunque sa di scavare. E se hai qualcosa che non ti piace, puoi sfidare te stesso. Se non ti piace la prima volta, riprova. Ma le carote stracotte non servono a nessuno.

Ciotola in ceramica blu con verdure e semi freschi norvegesi.  Fotografato da sopra la ciotola.
Mariana utilizza ingredienti norvegesi per ricreare la cucina internazionale. I piselli sono buoni come hummus, mentre sostituiscono l’orzo o l’erba smeraldo. Foto: Mariana Debillian

Qual è il ruolo della gastronomia nel garantire una dieta coerente?

Il personaggio più importante! Innanzitutto, ci sono molte informazioni. Le persone non sempre sanno cosa fare con il cibo. Va bene mangiare un giorno e non quello successivo. Lì, la gastronomia gioca un ruolo importante e promuove l’innovazione con materiali noti e meno conosciuti.

In secondo luogo, i cuochi possono fungere da ponte tra il produttore di cibo e il consumatore. Ponte di comunicazione. Se inizi a parlare della provenienza della rapa o del pescatore che ha preso il granchio, otterrai un approccio completamente diverso agli ingredienti e un rispetto completamente diverso per l’intero processo.

In terzo luogo, tutte le materie sono in continua evoluzione attraverso la ricerca, che aiuta a sviluppare la comunità. La gastronomia è un argomento di sviluppo, quindi quando si tratta di ambiente e salute, c’è molto da chiedere ai gastronomi quando si tratta della composizione nel piatto.

Come possiamo garantire una dieta coerente in Norvegia?

È chiaro che le modifiche devono avvenire a livello di sistema. Molte persone nella comunità in cui viviamo oggi fanno molte cose buone. Ognuno ha un ruolo da svolgere, sia esso un politico, un agricoltore, un pescatore o un consumatore. Ma abbiamo un sistema in Norvegia e nel mondo che non giova al pianeta e alla salute delle persone.

Chiamare quello standard è problematico nella società odierna: non ci siamo ancora arrivati. La sostenibilità include non solo clima e ambiente, ma anche giustizia e aspetti sociali. Dobbiamo cambiare un po’ il modo in cui parliamo di sostenibilità per muoverci nella giusta direzione. In tanti stanno iniziando ad usare il concetto di sostenibilità, ma non possiamo cominciare a pensare di esserci prima di arrivarci.

Le persone possono arrabbiarsi molto quando si tratta di cibo e consistenza. Ma ci sono molte sfumature ed è importante che noi cittadini abbiamo più spazio per la comprensione e la discussione e per concludere l’una o l’altra discussione.

Cosa possono fare i consumatori per contribuire?

I consumatori possono fare molto! Usa la tua voce. Quando c’è una scelta, quando scegli il cibo in negozio, quando visiti l’anello REKO. Ognuno può contribuire con qualcosa per assicurarsi che abbiamo una dieta migliore di quella che abbiamo oggi. Se vogliamo cambiare un sistema, devono capire la volontà delle persone al vertice. Il cibo è comune a tutti, quindi è importante che tutti si impegnino in esso. Abbiamo visto sempre più persone che cercano REKO sotto il governo. Cominciamo a vedere il valore del cibo locale e ci rendiamo conto che siamo vulnerabili.

Da chef direi: sii un po’ audace in cucina! Osa provare una nuova ricetta, osa fare qualcosa con un ingrediente che non hai mai assaggiato. È così che possiamo costruire una relazione forte tra le persone e il cibo.

La donna con il vestito blu tiene in una mano un mazzo di carote e nell'altra una ciotola di ceramica con insalata.  Guarda felice l'insalatiera.
La chef Mariana Tepillion è interessata all’utilizzo di prodotti a breve distanza durante la stagione. – Prova qualcosa di nuovo nel tratto digestivo. È così che dice che si può creare una forte relazione tra le persone e il cibo. Foto: Gilberto Debillian

READ  Media italiani: Zlatan ha deciso