Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli aiuti sono una buona politica di sicurezza – indirizzo.no

Gli aiuti sono una buona politica di sicurezza – indirizzo.no

La lotta dell’Ucraina per la libertà è anche una lotta per i nostri valori e la nostra sicurezza.

Questa è guerra Dove i paesi democratici occidentali incontrano paesi autoritari che vogliono un ordine mondiale radicalmente diverso. Un ordine mondiale in cui il potere viene prima della giustizia. La guerra ha avvicinato Russia e Cina. Sia l’Iran che la Corea del Nord contribuiscono in modo significativo alla guerra della Russia in Ucraina. Il conflitto di interessi tra gli stati autoritari e l’Occidente diventa sempre più evidente e l’ordine giuridico internazionale si indebolisce.

I terremoti geopolitici impongono nuove esigenze su come proteggere al meglio gli interessi norvegesi. Le sfide della nuova politica di sicurezza ci impongono di sfruttare l’ampiezza del nostro impegno in politica estera. Dobbiamo costruire alleanze, lottare per i nostri valori fondamentali e contribuire alla stabilità e allo sviluppo. Dobbiamo farlo attraverso l’impegno in importanti arene internazionali e una stretta cooperazione con i partner, rafforzando allo stesso tempo la nostra preparazione nazionale e le nostre capacità di difesa.

Sia la politica di difesa che la cosiddetta politica di sviluppo “soft” contribuiscono alla protezione degli interessi norvegesi e al controllo nazionale. Siamo stati invitati a partecipare alla conferenza annuale sulla sicurezza, ricca di tradizione, a Monaco, in qualità di Ministro della Difesa e Ministro dello Sviluppo. Vediamo che le sfide legate alla politica di sicurezza sono sempre più intrecciate con le questioni legate alla povertà e allo sviluppo. Un buon esempio di ciò è la sicurezza alimentare.

Scenari che un tempo sembravano impensabili oggi sono, purtroppo, realistici

Abbastanza cibo Uno dei bisogni primari più elementari della popolazione. La sicurezza alimentare è una parte importante della preparazione di base di qualsiasi paese, sia che si parli della Norvegia che di un paese in via di sviluppo. La sicurezza alimentare riguarda la sicurezza nazionale. Il Full Readiness Committee ce lo ha ricordato anche qui a casa. In molti paesi del Sud, le conseguenze dell’insicurezza alimentare sono state disastrose. Oltre alla sofferenza umana causata dalla fame e dalla malnutrizione, abbiamo visto come le popolazioni affamate possano portare a disordini sociali, instabilità politica, estremismo, conflitti e migrazioni.

Negli ultimi dieci anni, abbiamo visto sempre più l’accesso al cibo utilizzato come arma di guerra, per acquistare lealtà nella competizione tra grandi potenze globali. La guerra in Ucraina mostra concretamente come la politica di sicurezza possa avere un impatto diretto sulla sicurezza alimentare e sui prezzi degli alimenti in gran parte del mondo. La Russia sta usando il cibo come strumento nella sua guerra attaccando le esportazioni di grano ucraine e lavorando per rafforzare il suo ruolo di esportatore di cereali e fertilizzanti verso l’Africa. La Russia riempie così le sue casse di guerra, che possono essere utilizzate per continuare la guerra contro l’Ucraina e acquistare sostegno.

Ciò ha conseguenze sulla politica di sviluppo e di sicurezza. La sicurezza alimentare è diventata una politica importante e una politica di sicurezza. Ecco perché è stato il segretario di Stato americano Antony Blinken a fare l'offerta quando il cibo era in programma al World Economic Forum di Davos un mese fa. Per lo stesso motivo il cibo riveste un ruolo centrale alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

Raccolta del grano in una fattoria dove il missile ha creato un grande buco in mezzo al campo. La fattoria si trova a 10 chilometri dal fronte nell'Ucraina orientale. La foto è stata scattata nel 2022.
immagine: Efraim Lukatsky / AP

Allo stesso modo Poiché aumentare l’autosufficienza alimentare è importante per la sicurezza e la preparazione della Norvegia, investire nella sicurezza alimentare nei paesi in via di sviluppo rappresenta un contributo alla stabilità di altre regioni del mondo, molte delle quali si trovano nelle regioni periferiche dell’Europa. La strategia norvegese per la sicurezza alimentare nella politica di sviluppo; Pertanto, la “forza contro la carestia” e l’attenzione alla sicurezza alimentare negli sforzi umanitari costituiscono importanti contributi di questo governo alla sicurezza globale.

In collaborazione con la Gran Bretagna, la Norvegia ha assunto un ruolo di primo piano nel futuro sviluppo della difesa costiera e navale ucraina. Lo sviluppo delle capacità navali ucraine contribuirà a rafforzare la sicurezza nel Mar Nero e ad aprire rotte commerciali. Il sostegno fornito dalla Norvegia e dai suoi alleati costituirà un contributo importante per stabilire la libertà di movimento, tra le altre cose, per il trasporto di grano dall’Ucraina. È anche fondamentale che la Norvegia contribuisca alla difesa aerea in modo che l’Ucraina possa, tra le altre cose, difendere i suoi porti e i silos di grano.

Poiché il commercio mondiale è diventato così globalizzato e il mondo intero dipende dai bassi prezzi dei prodotti alimentari, il nostro contributo in Ucraina – che per secoli è stata conosciuta come il “granaio” dell’Europa – non è solo un contributo per fermare l’aggressione militare russa e le flagranti violazioni del diritto internazionale. . Contribuisce inoltre alla sicurezza alimentare e alla stabilità globale e a impedire che le persone siano costrette a fuggire.

Un altro esempio di politica di sviluppo, politica estera e politica di difesa che si completano a vicenda sono le alleanze e la cooperazione sulle sfide globali. Riteniamo che la mancanza di fiducia sia in aumento sulla scena globale. Alcuni hanno interesse a creare l’impressione che l’Occidente sia contrapposto al resto; Che gli Stati Uniti e l’Europa operano con doppi standard, o che le crisi e i conflitti in altre parti del mondo vengono ignorati. Vediamo anche i nostri avversari bruciare sotto questa sfiducia. La Russia, ad esempio, sta diffondendo una falsa narrativa secondo cui l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e dell’energia nel dopoguerra sarebbe dovuto alle sanzioni occidentali contro la Russia durante la guerra. Campagne sistematiche di disinformazione mirano a convincere la popolazione dei paesi africani che la Russia sta conducendo una guerra contro l’occidente imperialista, nella quale la Russia e i paesi africani dovrebbero essere alleati. Per la Norvegia e i suoi alleati spetta alla forza combattere queste false narrazioni. Nel lungo termine, la concorrenza a favore dei paesi in via di sviluppo potrebbe portare alla creazione di nuovi blocchi e alleanze che riportano indietro di diversi decenni il compito di affrontare le sfide globali comuni, e ciò aumenterebbe le tensioni geopolitiche.

È nell'interesse della Norvegia impedire tutto ciò. Dobbiamo quindi utilizzare l’intera gamma di strumenti di politica estera: dall’hard end, sotto forma di una politica di difesa che ci protegge in patria, all’estremo soft, sotto forma di una politica di sviluppo che costruisce stabilità e crea fiducia.

Ci piacerebbe sentire i tuoi pensieri sui tempi in cui viviamo? Invia il tuo testo a [email protected] o partecipa alla discussione nel campo dei commenti qui sotto – e ricorda il tuo nome completo!

READ  Il tempo stringe per gli ucraini - devono avere nuove armi - VG