Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli Stati Uniti e la Cina si impegnano a favore della cooperazione sul clima – E24

Gli Stati Uniti e la Cina, i due maggiori emettitori del mondo, stanno riprendendo la cooperazione sul cambiamento climatico.

L’allora segretario di Stato americano John Kerry e Shi Xinhua, capo della delegazione negoziale cinese, prima che lo storico accordo di Parigi fosse adottato alla conferenza delle Nazioni Unite sul clima a Parigi nel 2015. Ora i due hanno deciso di riprendere la cooperazione.

Berit Roald / NTB

L’inviato speciale degli Stati Uniti per il cambiamento climatico John Kerry si è recato nella capitale sudcoreana, Seoul, dopo due giorni di colloqui sul clima a Shanghai, in Cina.

Ambasciata degli Stati Uniti a Seoul tramite AP / NTB

Venerdì il vice primo ministro cinese Han Zheng (a destra) in una videoconferenza a Pechino con l’inviato statunitense per il clima John Kerry a Shanghai.

Zhang Ling / Xinhua tramite AP / NTB

Pubblicato:

L’accordo è stato raggiunto durante i colloqui tra l’inviato statunitense per il clima John Kerry e la sua controparte cinese Xi Jinhua durante il fine settimana, ha detto un giunto. dichiarazione.

Gli inviati per il clima affermano: “Stati Uniti e Cina sono impegnati a cooperare tra loro e con altri paesi per affrontare la crisi climatica, che deve essere affrontata seriamente e con la velocità richiesta”.

Kerry ha trascorso due giorni a Shanghai tenendo colloqui con i cinesi in vista del prossimo vertice sul clima del presidente Joe Biden.

In vista della conferenza delle Nazioni Unite sul clima a Glasgow a novembre, sia la Cina che gli Stati Uniti mireranno a sviluppare piani a lungo termine per raggiungere la neutralità climatica, secondo la dichiarazione.

Vuoi qualcosa

Il Presidente degli Stati Uniti organizza giovedì e venerdì prossimi il Digital Climate Summit. Biden ha invitato 40 leader mondiali. Tra i partecipanti c’è il primo ministro Erna Solberg (h). Il presidente cinese Xi Jinping non ha confermato la sua presenza, anche se, secondo la dichiarazione congiunta, la Cina attende con impazienza il vertice.

Speriamo davvero che partecipi, dice Kerry, che ha incontrato la stampa in Corea del Sud dopo i colloqui di Shanghai.

Kerry ha descritto il linguaggio nella dichiarazione congiunta come forte e crede che i due paesi abbiano concordato “elementi critici su ciò a cui dobbiamo andare”.

Nella delegazione cinese, Su Wei ha affermato che il principale risultato dei colloqui di Shanghai è stata la ripresa del dialogo e della cooperazione tra Cina e Stati Uniti sulle sfide climatiche.

Su ha detto alla televisione di stato cinese che i due paesi hanno concordato aree importanti in cui coopereranno sul clima in futuro.

– Non pagherai

Negli ultimi anni le relazioni tra Stati Uniti e Cina sono diventate sempre più tese, anche in ambiti come il commercio, i diritti umani e le origini della pandemia Corona.

Ogni paese, ovviamente, deve prendere la propria decisione. Non vogliamo fare pressione su nessuno. “Vogliamo collaborare”, afferma Kerry.

Gli Stati Uniti e altri paesi dovrebbero annunciare prima o durante il vertice obiettivi nazionali più ambiziosi per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Dovrebbe essere annunciato anche un aumento dei contributi finanziari agli sforzi per il clima nei paesi meno prosperi.

Gli sviluppi in Cina e negli Stati Uniti sono fondamentali nello sforzo di ridurre le emissioni globali. Insieme, i paesi rappresentano quasi la metà delle emissioni totali di gas serra nel mondo.

Usa molto carbone

La Cina punta ad essere climaticamente neutra entro il 2060. Gli analisti hanno avvertito che il paese dipende dal carbone e che modesti obiettivi a breve termine potrebbero inibire l’ambizione.

Gli Stati Uniti, come l’Unione Europea, mirano ad essere neutrali dal punto di vista climatico entro il 2050.

Kerry ha affermato che la Cina possiede attualmente la metà dell’energia da carbone del mondo. Secondo lui, hanno molto di cui parlare con i cinesi.

– Ma non voglio indicare nessuno. Abbiamo molto carbone, altri paesi hanno molto carbone e la Cina è il maggior consumatore di carbone al mondo, ha detto.

– non facile

Resta da vedere quanto sia importante la visita di Kerry in Cina per la futura cooperazione sul clima. Mentre Kerry era ancora a Shanghai, il vice ministro degli Esteri Li Yucheng ha indicato che era improbabile che la Cina facesse nuove promesse al vertice.

“Per un grande paese di 1,4 miliardi di persone, questi obiettivi non sono facili da raggiungere”, ha detto Luo all’Associated Press.

– Alcuni paesi hanno chiesto alla Cina di raggiungere gli obiettivi prima. “Temo che non sia realistico”, ha aggiunto.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha messo il clima in cima all’agenda, mentre il suo predecessore Donald Trump voleva concentrarsi maggiormente sul carbone.

Pubblicato:

READ  L'accordo sulla Brexit è in maggioranza al Parlamento europeo