Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli analisti pensano che le azioni Lundin ti stiano dando soldi gratis in questo momento

Poco prima di Natale, è arrivata la più grande notizia dell’acquisizione dello scaffale norvegese dalla fusione di Statoil con Hydro 15 anni fa: la compagnia petrolifera Aker BP di Kjell Inge Røkke ha acquistato il business petrolifero di Lundin Energy per l’equivalente di 125 miliardi di NOK, debito compreso.

Circa l’80 percento dell’accordo sarà ricevuto dai proprietari di Lundin in azioni Aker BP, il resto in contanti. Supponendo che la transazione sia completata, ciò significa che i prezzi delle azioni di Lundin alla borsa di Stoccolma seguiranno in futuro quelli di Aker BP alla borsa di Oslo.

Qui, l’analista di Sparebank 1 Markets Theodor Sven-Nielsen crede di aver individuato un prezzo piccolo e errato e sta consigliando ai clienti di trarne vantaggio.

Motivo fiscale

In un’analisi, sostiene, le azioni di Lundin sono sottovalutate di almeno cinque NOK alla chiusura delle contrattazioni di lunedì pomeriggio.

Ma c’è una linea di fondo nel punto di vista di Sveen-Nilsen, che contiene il presupposto che le attività rimanenti di Lundin dopo l’accordo, vale a dire l’investimento rinnovabile della società, lanciato principalmente come un modo per compensare le emissioni della compagnia petrolifera, siano zero. Se, come analista, ritieni che una parte della società abbia un valore di 11 corone svedesi per azione Lundin, il vantaggio è acquistare una quota Lundin del valore di 16 corone svedesi, scrive.

Sono soldi che teoricamente potresti sperare di avere in tasca sotto forma di contanti e azioni Aker BP quando l’accordo sarà completato una volta nel secondo trimestre, se acquisti le azioni di Lundin al prezzo di chiusura di lunedì di 351 SEK, o circa 340 NOK.

READ  Il prezzo aumenta a 310.000 NOK a notte

Per gran parte della giornata di negoziazione di martedì, il rialzo è effettivamente aumentato, con le azioni Lundin a Stoccolma in rialzo meno di quanto indicato dal rally simultaneo di Aker BP a Oslo, ma si è stabilizzato nel pomeriggio.

Sveen-Nilsen ritiene che il motivo della discrepanza possa essere ricercato nelle norme fiscali che si applicano ai diversi investitori. Al ricevimento della transazione di acquisizione di Lundin per Aker BP, in Svezia verrà applicata una ritenuta d’acconto. In molti paesi non è possibile ottenere una detrazione per pagare questa tassa, il che significa che gli azionisti residenti in queste giurisdizioni chiedono una detrazione.

– Per quanto ne sappiamo, questo tipo di ritenuta d’acconto è deducibile in Norvegia. Quindi: per gli investitori con sede in Norvegia, un acquisto di Lundin sembra essere un’opportunità di arbitraggio, scrive Sveen-Nilsen, riferendosi a un termine che descrive un’operazione che implica lo sfruttamento della differenza di prezzo tra due asset.

Aggiunge al DN Esempi tipici di investitori che non desiderano un’opzione di sconto sono gli hedge fund registrati nei paradisi fiscali o in Irlanda.

Le scorte di petrolio salgono

Un certo numero di titoli petroliferi è salito martedì in linea con un nuovo balzo dei prezzi del petrolio, che sono aumentati di circa l’uno per cento a più di 87 dollari al barile.

Un altro analista, Oddvar Bjørgan di Carnegie, è uscito con diverse analisi martedì mattina, alzando il suo obiettivo di prezzo su, tra gli altri, Equinor e DNO. Le analisi si basano su stime più elevate dei prezzi del petrolio e del gas. Borgan ha aumentato la sua stima del prezzo del petrolio per il 2022 da una media di $ 70 al barile a $ 75 e il prezzo del gas da $ 13 a $ 23 per milione di unità termiche britanniche, che è un’unità di energia britannica. (Condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o dei nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri casi utilizzando un link che porta direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o utilizzato in altro modo con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.

READ  Media italiani: questa settimana segna la fine dell'avventura dell'Inter