venerdì, Giugno 14, 2024

Gli slip con paillettes di Miu Mius rivoluzionano la rete

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

DottCapisci di aver fatto qualcosa di assolutamente giusto o di terribilmente sbagliato quando finisci sotto i riflettori dal watchdog della moda Diet Prada.

“Signore, preferite le pruriginose mutandine con paillettes di Miu Miu per 60.000 NOK o i pantaloncini con passanti per cintura per 12.000 NOK?” Ironicamente, il duo chiede ai loro 3,4 milioni di follower su Instagram.

E puoi credere che otterranno risposte.

“Non so cosa trovo più triste, il fatto che Miu Miu venda questa schifezza o il fatto che ci sia gente che lo compra davvero,” ha scritto uno.

“L’infezione fungina, la prossima”, scrive un altro.

Un terzo chiede: “Quando dovresti usarli effettivamente? Sul tappeto rosso? A cena? In spiaggia?”

Quando la sorellina di Prada, Miu Miu, che è in piedi da qualche tempo, ha sfoggiato la lingerie durante la sua sfilata a Milano all’inizio di quest’anno, faceva più o meno parte della sua uniforme quotidiana.

L’attrice Emma Corrin è stata quella che ha indossato gli infradito in passerella. È diventato quasi subito argomento di conversazione. Lo stesso vale per la gonna a microplissé della maison, anch’essa diventata virale nell’ottobre 2021.

Ed eccoci sull’orlo di qualcosa. Perché con l’intensificarsi della battaglia per l’attenzione, le case di moda sono sempre più alla ricerca di questi cosiddetti “momenti virali”.

Come i leggings con paillettes a 60.000 NOK.

Il ricercatore sui media Sen Skjolstad Già classificato Le scarpe da rana, le grandi scarpe rosse da cartone animato e le valigie grandi quanto un granello di polvere sono tutte descritte come “parte dell’economia globale dell’attenzione”.

Tendenza leggings: Sarà corto nella maison italiana. Controlla i prezzi! Immagine: schermata.
Mostra di più

Le mutandine ricoperte di paillettes in seta e lana (!) sono abbastanza sexy di per sé. Ma è il prezzo a capovolgere la situazione, che adesso sta mettendo a soqquadro il web.

Quindi devono essere queste le mutandine più costose del mondo di cui stiamo parlando? Sì, in realtà lo è.

Sì, Victoria’s Secret aveva milioni di dollari di lingerie tempestata di gioielli che mostrava durante quella che una volta era la sfilata di moda più importante del mondo.

La differenza è che non furono mai messi in vendita. Erano chiamati capolavori, o oggetti di scena se preferisci.

Tuttavia, ora puoi assicurarti un paio di biancheria intima per una bella somma di 60.000 NOK.

In termini di tendenze, colpisce bene lo spirito del tempo. Perché la piccola meraviglia ha già rovinato l’immagine di tendenza ormai da tempo e la tendenza della biancheria intima visibile continua.

Anche l’anno prossimo. Ciò che abbiamo visto in passerella durante le settimane internazionali della moda di questa stagione suggerisce che una delle grandi tendenze del prossimo anno saranno proprio gli hot pants e i pantaloncini corti.

È diventata virale anche una foto di Kendall Jenner con il reggicalze, di cui ha scritto anche il sottoscritto Problema separato Informazioni su KK e commentate anche nella colonna Stile D2.

Altri volti famosi che hanno abbracciato la cosiddetta tendenza senza pantaloni sono Bella Hadid, Hailey Bieber e Rihanna. In altre parole, le più grandi icone della moda mondiale.

Il lettore attento naturalmente sottolineerà che questa tendenza non è affatto nuova. Giusto.

L’attrice e modella americana Edie Sedgwick, che tra l’altro fu la musa di Andy Warhol, fece della tendenza delle magliette, dei collant e della biancheria intima visibili il suo look distintivo negli anni ’60.

Ma più di 60 anni dopo, questa tendenza non è più praticabile. Quando una foto di Kendall Jenner in collant si è diffusa a macchia d’olio lo scorso autunno, un esperto di moda ha definito la tendenza “esigente”.

Che le lunghezze delle gonne siano legate a qualcosa di più di se stesse non è una novità.

Perché nella serie TV La moda come qualcosa di più di un semplice vestito, ritroviamo naturalmente la vecchia teoria economica “Hemlin Index”, secondo cui più le gonne sono corte, più le persone sono ottimiste… Economia. viceversa, naturalmente.

Non è noto se esista effettivamente una relazione tra la lunghezza della gonna e il prezzo delle azioni, ma il passato storico suggerisce che esiste.

Torniamo indietro nel tempo: è il 1987 e le gonne sono cortissime. Poi arriva il crollo del mercato azionario. È questo ciò che testimoniano oggi i pantaloncini con paillettes? Dio concede il successo.

Forse non è particolarmente sorprendente, ma allora perché le previsioni per le tendenze del prossimo anno sembrano più brevi mentre le recessioni economiche continuano?

Ebbene, il compito più importante della moda è, in definitiva, riflettere il presente. Forse, insomma, ciò di cui abbiamo bisogno adesso, dovrebbe testimoniare un cauto ottimismo e fiducia nel futuro.

No, ovviamente questo non si applica ai pantaloni con paillettes a NOK 60.000 per set. È solo cacao.

Il fatto che siano già venduti in così tanti colori è quasi incredibile.

Tendenza: la biancheria intima visibile è già di moda da tempo.  Qui a Kylie Jenner.  Immagine: NTP.

Tendenza: la biancheria intima visibile è di moda già da qualche tempo. Qui a Kylie Jenner. Immagine: NTP.
Mostra di più

Forse questo parla più dell’ampliamento delle disparità sociali che di ogni altra cosa.

Se è così, è semplicemente triste.

Un’ultima cosa: Miu Miu è oggi il marchio più ricercato al mondo, secondo la piattaforma di moda Lyst, che ogni trimestre classifica i marchi più popolari in base alle ricerche. Le ricerche della casa di moda italiana sono aumentate del 16%. Ma non è l’intimo quello più richiesto. È una giacca con il logo Miu Miu.

READ  Oslo Burs apre dritto

More articles

Latest article