Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Google renderà presto impossibile l’accesso ai telefoni cellulari con vecchie versioni di Android

È risaputo che il supporto per le versioni precedenti dei sistemi operativi dovrebbe interrompersi a un certo punto, e ora Google ha confermato che punterà seriamente i piedi quando si tratterà di versioni precedenti di Android. Rapporti tra gli altri computer addormentato.

Google ha iniziato a inviare e-mail agli utenti che presto non sarà possibile accedere ai propri account sui telefoni cellulari con versioni precedenti di Android, ma stiamo parlando di Grundig Vecchie versioni.

Considerazioni sulla sicurezza

– Per garantire la sicurezza dei nostri utenti, Google non consentirà l’accesso su dispositivi Android con Android 2.3.7 o versioni precedenti a partire dal 27 settembre 2021, È arrivato in un aggiornamento ufficiale sul forum di supporto Android.

Se accedi dopo il 27 settembre, gli utenti verranno accolti con messaggi di errore quando inseriscono nomi utente e password per servizi come Gmail, YouTube e Google Maps.

Gli stessi messaggi di errore verranno visualizzati se si tenta di modificare la password, creare un nuovo account o eseguire un ripristino dei dati di fabbrica nel tentativo di accedere nuovamente, afferma Google.

È stato lanciato dieci anni fa

Android 2.3.7 si chiama Gingerbread ed è stato rilasciato il 21 settembre 2011, quindi stiamo parlando di una versione di Android che segna il 10° anniversario della data di scadenza del login.

Quindi non è una mossa sorprendente direttamente da parte di Google che non colpirà particolarmente molti utenti. Sul posto Quota di mercato netto sono vecchie versioni 2.x di Android con una quota di mercato di solo lo 0,03 percento circa – e quindi in qualche modo inesistente.

READ  Space Eye: il problema di Hubble continua con l'avanzare del telescopio Webb

L’attuale versione stabile è Android 11, che è stato lanciato nel settembre dello scorso anno. Seguito di Android 12 È stato presentato all’inizio di quest’anno È ora disponibile in versione beta.