Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Grande quantità – E24

Il top management di Lundin Energy riceverà un quarto di miliardo di bonus quando Aker BP inghiottirà le operazioni petrolifere e del gas dell’azienda. Il proprietario del negozio Folketrygdfondet reagisce all’importo.

Direttore aziendale Nils Bastiansen presso Folketrygdfondet

Inserito:

Martedì è arrivata la notizia che Aker BP sta facendo un grosso affare sullo scaffale norvegese, acquistando parti di Lundin Energy per 125 miliardi di NOK.

Per garantire una “transizione fluida”, il top management di Lundin Energy riceverà un bonus di transazione di 28 milioni di dollari, equivalente a un quarto di miliardo di corone.

– Sulla base di quanto è apparso sui media, questo sembra essere un ottimo affare. Non vediamo l’ora di ricevere maggiori informazioni sulla transazione prima delle assemblee generali, ha detto a E24 l’azionista Nils Bastiansen del proprietario del negozio Folketrygdfondet.

Folketrygdfondet è il terzo azionista di Aker BP con 12,5 milioni di azioni, ovvero il 3,47 percento della società, secondo un sondaggio tra gli azionisti di Infront.

Folketrygdfondet possedeva anche poco più di 1,69 milioni di azioni Lundin Energy alla fine della prima metà dell’anno, Panoramica dal fondo. Se il contributo rimane invariato, riceveranno 117,66 milioni di NOK e poco più di 1,6 milioni di azioni di Aker BP dopo la fusione.

– Aperto

E24 ha chiesto un commento ad Aker BP. La società osserva che la fusione crea un’azienda più solida con costi di produzione ed emissioni inferiori, offrendo buone opportunità di crescita, maggiore solidità finanziaria e maggiore capacità di pagare i dividendi..

C’è stata un’apertura nelle trattative per avere un bonus di transazione per il top management di Lundin Energy che sarà alimentato dalla fusione, ha scritto il portavoce della stampa di Aker BP Ole Johan Faret in una e-mail a E24.

– Abbiamo tenuto conto che si tratta di obblighi contrattuali che Lundin deve adempiere. Scrive che anche di questi obblighi si tiene conto nella valutazione.

Mercoledì Lundin Energy non ha risposto a una richiesta di informazioni su E24.

Lundin Energy è sceso del 5,5% alla Borsa di Stoccolma mercoledì dopo essere aumentato del 4,5% il giorno precedente.

Le azioni di Aker BP sono scese del 3,1 percento a Oslo, ma sono aumentate del 6 percento martedì.

Il portavoce della stampa Ole Johann Farrett di Aker BP.

Per garantire un “processo di integrazione efficace e di qualità”

Il CEO di Aker BP Karl Jonny Hersvik e il suo team di gestione sono stati incaricati di guidare la società combinata, che ha identificato le sinergie di costo annuale di $ 200 milioni.

Tra quelli licenziati dopo la fusione c’erano il CEO Nick Walker e il resto del senior management di Lundin Energy.

L’amministratore delegato di Lundin Energy, Nick Walker.

Secondo il comunicato stampa di Aker BP, all’uscita di casa, riceveranno il pagamento completo dei loro programmi di bonus in palio, pacchetti di fine rapporto e “compensazione aggiuntiva”.

– Lo sfondo del bonus è garantire un processo di fusione efficiente e valido tra le società, ha detto Walker a E24 martedì.

Il britannico ha guidato Lundin Energy da gennaio di quest’anno.

Sotto la sua guida, ha ricoperto, tra gli altri, l’australiano Daniel Fitzgerald come COO e il faroese Titor Poulsen come CFO, oltre ad altri quattro vicepresidenti esecutivi.

Secondo il manager di Lundin Energy, non sarà deciso come verrà distribuito il bonus tra il team di gestione, che si è impegnato a essere a disposizione della società combinata per tre mesi dopo il completamento dell’operazione, “per garantire una transizione senza intoppi”.

Quindi ricevi un quarto di miliardo di bonus per motivarti durante la transizione?

“Sì, puoi dirlo in questo modo”, ha detto Walker.

Avrà un valore di mercato di 183 miliardi di dollari

La fusione creerà la più grande compagnia petrolifera quotata basata esclusivamente sulla piattaforma norvegese, con un valore di mercato totale che si avvicina a 183 miliardi di NOK, secondo Aker BP.

Il CEO di Aker, Øyvind Eriksen, non ha dubbi sul perché l’acquisizione sarebbe una buona idea per gli azionisti di Aker BP.

“Stiamo creando un’azienda più solida, con i costi di produzione più bassi e le emissioni più basse sullo scaffale norvegese”, ha detto Eriksen a E24.

In una conferenza stampa di ieri, è stato riferito che il proprietario di Aker Kjell Inge Røkke aveva precedentemente considerato impossibile un accordo con Lundin Energy.

Allo stesso tempo, Walker ha confermato che Lundin Energy ha avviato i colloqui che hanno portato all’attuale accordo.

– Perché ora è possibile all’improvviso?

Uno dei motivi per cui in precedenza pensavamo che ciò non fosse possibile è che la famiglia Lundin ha una strategia di proprietà simile a quella di Aker, ovvero essere grandi proprietari a lungo termine. Eriksen ha detto che quando ora hanno scelto di diventare un proprietario più piccolo di qualcosa di più grande, è stato anche il punto di partenza per il dialogo che è stato creato.

READ  Il Big Bang di Komplett: - È un mercato al dettaglio molto più difficile