Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Grande rete organizzata di traffico di esseri umani schiacciata dalla polizia spagnola – Servizio per i diritti umani

Più di 100 investigatori spagnoli hanno preso parte alle indagini e poi hanno distrutto una rete di trafficanti di esseri umani che facevano quantità folli di trasportare migranti in Europa e cercavano criminali attraverso il Mediterraneo.

Con gommoni ad alta velocità, cioè grandi gommoni, i trafficanti di esseri umani gestiscono il movimento delle navette attraverso il Mediterraneo. Il sindacato criminale si estendeva dall’Algeria ad Almeria, Alicante e Francia. Non si sa ancora quanto potrebbero guadagnare dall’attività, ma è chiaro che i trafficanti hanno preso 5.000 euro di pagamento per passeggero, da o verso l’Europa. Scrive che i biglietti di andata e ritorno sono stati venduti a criminali ricercati volte.

Non sono poveri immigrati

Oltre al contrabbando di persone, scriveva il quotidiano inglese, i criminali contrabbandavano droga in Europa e rubavano merci in Nord Africa. È così che la gilda ha massimizzato i suoi profitti.

I motoscafi non trasportavano in alcun modo poveri rifugiati, ma migranti che hanno pagato circa 50.000 NOK per il viaggio attraverso il Mediterraneo.

Il Times ha riferito che i migranti che sono passati dall’Algeria alla Spagna sono stati portati in appartamenti nella periferia settentrionale di Alicante. Un certo numero di appartamenti per le vacanze sono vuoti, soprattutto dopo che le restrizioni del coronavirus hanno impedito ai proprietari stranieri di usarli.

Gli appartamenti sono stati utilizzati “il più a lungo possibile, fino a quando non sono sorti problemi legali con i proprietari, quindi se ne sono andati e si sono scambiati con altri”.

Ad Alicante, gli emigranti ricevevano denaro attraverso il sistema hawala, un sistema comune in tutto il mondo musulmano e consistente in trasferimenti economici basati sulla fiducia, tramite intermediari. “Le transazioni sono state effettuate da un venditore ambulante di Orano, con i parenti di ogni immigrato che hanno pagato 10.000 dinari, che sono stati poi scambiati con 1.000 euro dati da un altro venditore ambulante residente in Spagna, mano nella mano, senza alcuna traccia scritta degli affari ,” Egli ha detto. L’ufficiale Times ha informazioni da.

READ  La Juventus è diventata campionessa della coppa quando sono tornati i tifosi

La rete criminale avrebbe preso 5.000 euro per il viaggio tra Algeria e Almeria, altri 200-600 euro per il trasferimento ad Alicante e fino ad altri 1.000 euro per il viaggio aggiuntivo in Francia. È ragionevole presumere che i nordafricani abbiano ipotizzato l’invio di un membro della famiglia scelto nella speranza di garantire la permanenza del resto della famiglia in Europa a lungo termine.

ben organizzato

La rete criminale era molto ben organizzata, e quindi i gommoni con potenti motori acquistati in Europa sono stati utilizzati per effettuare traversate di 124 chilometri dal Maghreb alla costa rocciosa di Cabo de Gata, in Spagna, ad Almeria.

I membri della banda “conoscevano perfettamente” le nove miglia di baie appartate in modo da poter evitare il rilevamento.

“Mandavano più barche contemporaneamente, a volte anche dieci, in modo che se una di loro fosse stata scoperta, le altre potessero raggiungere la Spagna senza problemi”, ha detto l’ufficiale incaricato degli arresti.

Un’indagine di sette mesi che ha coinvolto 100 agenti di polizia ha portato a 24 arresti il ​​mese scorso. Sono stati accusati di appartenenza a un’organizzazione criminale, violazione dei diritti di cittadini stranieri, violazione della salute pubblica e detenzione di beni rubati. La polizia ha trovato più di 40.000 euro in contanti, quattro veicoli, 3,5 kg di ecstasy “cocaina rosa”, 61 telefoni cellulari, documenti di identità e carte bancarie rubate, scrive il Times.

Secondo il quotidiano, la rete desiderava anche diffondere un gruppo di nordafricani sulle spiagge e nel centro di Alicante. Questi sono stati incaricati di rubare gioielli e telefoni cellulari, che sono stati poi portati ad Almeria.

READ  Scambio di generi alimentari, drogheria | Fino al 70% di supplemento: progettato per ingannare i consumatori

Assassini “salvati”.

La rete della tratta di esseri umani non è stata solo responsabile del trasporto di un sospetto immigrato illegale sconosciuto in Europa e della diffusione di criminali sulle coste europee. Hanno anche guadagnato ingenti somme di denaro rimandando i criminali in Africa, in modo che potessero farla franca in Europa.

Sembra che si tratti principalmente di ex migranti che hanno commesso atti criminali in Europa, ma secondo le informazioni del Times, non si tratta solo di ladri che operano sulle spiagge spagnole, francesi e italiane.

“Si tratta di criminali che hanno commesso tutti i tipi di crimini in Europa, dalla rapina violenta all’omicidio, che non volevano essere arrestati in Europa”, ha scritto il quotidiano inglese.

È senza dubbio una buona notizia che questa particolare rete di contrabbando sia stata interrotta, ma c’è ancora un’intensa attività di contrabbando nel Mediterraneo. In media, circa 10.000 migranti hanno attraversato il Mediterraneo ogni mese nel 2021, scrive FN.