Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Granerud Hoppuka guida via mare, ma Innsbruck è un problema

Granerud Hoppuka guida via mare, ma Innsbruck è un problema

Leader: Halvor Egner Granrod guida Hoboka con un buon margine dopo aver vinto la gara di Capodanno il 1° gennaio.

Dopo due impressionanti vittorie in due gare, inizia a parlare di un potenziale Grande Slam per Halvor-Egner Granrod (26). Ma ora a Innsbruck attende una “rampa problematica”.

pubblicato:

“Nessun norvegese l’ha mai fatto”, ha sottolineato l’ex vincitore del salto ostacoli Anders Jacobsen durante la trasmissione Vieplay dopo la vittoria di Granrod nell’evento di salto ostacoli di Capodanno. Poi ha parlato del cosiddetto Grande Slam: la vittoria in tutte e quattro le gare.

Durante le prime 70 edizioni di Hoppuka, solo tre giocatori hanno vinto tutte e quattro le gare nella stessa stagione:

Il tedesco Sven Hannawald nel 2001/2002, il polacco Kamil Stosch nel 2017/18 e il giapponese Ryoyo Kobayashi nel 2018/19.

Dopo aver segnato 142 metri nell’ultimo round, Halvor Egner-Granrod ha vinto brillantemente anche al secondo volteggio ed è 26,8 punti davanti al polacco Dawid Kubacki in astratto.

Il lunedì è il giorno di riposo dei saltatori, prima dell’attesa per il Bergiselbakken di Innsbruck (martedì di qualificazione, mercoledì di gara). È stato un piccolo incubo per Granrod. Prima dell’edizione di salto ostacoli di quest’anno, era secondo in tutte e tre le altre piste, a Innsbruck un quindicesimo posto è stato il migliore di Granerud.

In precedenza ha detto: “È una collina che ti punisce molto se perdi le lamine degli sci. Le tracce sono un po’ più profonde”.

Due stazioni su quattro sono state completate. Arrivare su una collina ora è più impegnativo di Halvor, dove ha faticato prima, ha detto a Fiaplay l’allenatore della nazionale Alexander Stockl.

– Ecco perché è importante prepararsi bene e utilizzare i salti di allenamento che ottiene quest’anno, quindi possiamo sperare che trovi il ritmo anche lì, crede Stöckel.

Tuttavia, il direttore sportivo di Hobburn, Claes Bredie Brathen, non è preoccupato.

– Non credo che la terra in sé sia ​​un grosso problema per Halvor. Il modo in cui sta saltando ora, in realtà penso che anche il terreno si adatti molto bene a lui, dice Bråthen a VG.

Anche se Innsbruck non è stata una collina gestita da Granerud, il 26enne aveva creato un tale buco nell’astratto che ci sarebbe voluto molto perché il saltatore di Asker non fosse stato progettato come un’aquila.

26,8 punti è esattamente lo stesso che Sigurd Pettersen ha ottenuto dopo due gare nella stagione 2003/2004. Petersen ha vinto tre gare su quattro, finendo complessivamente con 35,1 punti di vantaggio sull’austriaco Martin Holwarth. L’unica cosa che non ha vinto…: il quarto posto a Innsbruck.

– 27 punti scompaiono velocemente e noi non vogliamo che lo facciano. Questo è il motivo per cui lavoriamo così duramente per garantire che tutto ciò che possiamo controllare sia curato, afferma Clas Brede Bråthen della direzione di Granerud.

Congratulazioni amico: Caroline Nielsen ha collaborato con Halvor Egner Granrod dopo aver vinto Garmisch-Partenkirchen.

Anders Jacobsen è l’ultimo norvegese a raggiungere la vetta a Hoboka, ma ha vinto solo una gara su quattro quando vinse nel 2006/07.

READ  Calcio, Premier League | Voci di Premier League giovedì

Questa vittoria è arrivata a Innsbruck, ma anche Bergiselbakken ha causato problemi a Jacobsen. Negli anni 2000 è stato uno di quelli che hanno perso il maggior vantaggio dopo due gare.

Sul 12/13 era in vantaggio di 12,5 punti, ma poi le cose sono andate male a Innsbruck. Lì, Jacobsen ha chiuso a 23,2 punti dall’austriaco Gregor Schlierenzauer, che ha vinto la classifica generale, con 13 punti di vantaggio sul connazionale norvegese.

  • Il salto si conclude a Bischofshofen il 6 gennaio: Halvor Egner Granerud ha queste posizioni lì: 37°, 25°, 7°, (non ha preso parte al 19/20), 12°, oltre al terzo e secondo posto dell’anno scorso (due gare dovute a Innsbruck).
  • Tre gare su quattro sono state vinte da questi norvegesi: Olaf Bjornstad (1953/54), Toralf Engan (1962/63), Bjorn Wirkola (66/67 e 68/69), Ingolf Murk (1970/71) e Sigurd Pettersen ( 2003)/04).
pubblicato: