Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il Chelsea tedesco ha vinto quando Tuchel ha battuto Guardiola e Havertz ha deciso

(Manchester City – Chelsea 0-1) È stato il principale talento calcistico tedesco per diversi anni e nella finale di Premier League Kai Havertz è cresciuto (21).

Aftenposten collabora con VG-sporten. Quindi, come lettore Aftenposten, riceverai anche articoli e servizi creati da VG.

Il giocatore che era stato inseguito dalla “squadra di calcio tutta europea” mentre al Bayer Leverkusen ha segnato l’unico gol della partita quando Pep Guardiola e Thomas Tuchel hanno battuto la mente dei campioni insieme in una battaglia molto serrata nella quinta “unica nazionale “Finale di Champions League nelle ultime nove stagioni.

Ma c’era un timbro di vittoria tedesco su tutto: Kai Havertz ha vinto la partita con il suo primo gol in Champions League della sua carriera, Thomas Tuchel ha battuto Guardiola e Anthony Rudiger ha rifiutato di segnare Phil Foden nella più grande opportunità del Manchester City nella partita.

– Un capolavoro tattico, Rio Ferdinand descrive l’ex squadra di Inghilterra e Manchester United per la finale di Tuchel.

– Ai miei genitori, figli e amici. Mia nonna guarda la casa, ha più di 90 anni e spero che stia bene dopo. È loro. Sono così felice che si siano fidati di me e credessero in me tutto il tempo, ha gridato lo stesso Tokhel in un’intervista con Jan Ij Furtoft di Viasat.

È probabile che Kai Havertz occupi qualsiasi posizione a centrocampo e in attacco, e due minuti prima della fine del primo tempo il tedesco sembrava un attaccante purosangue quando ha travolto la difesa del City, è venuto da solo con Ederson, ha passato la palla attraverso il portiere e rotolato 1-0 online al Porto nello stadio Dragao.

Per prima cosa, il portiere del Chelsea Edward Mindy si voltò rapidamente a sinistra, il terzino Ben Chilwell si calmò a Mason Mount e presto gli inglesi scoprirono il cervo Havertz che attraversava metà della città, spalancato come una savana.

READ  La tristezza e il desiderio sono indescrivibilmente grandi - VG

– Ho aspettato 15 anni fino a quel momento, dice il 21enne in un’intervista con BT Sports condotta sul prato in seguito – prima che il compagno di squadra e capitano Cesar Azpilicueta si tuffasse nella sessione con applausi e un abbraccio da orso.

– se lo merita. Stagione dura, la mentalità è al top. È lui che decide la Champions, non solo quella. Funziona come un matto! È un lavoro di squadra. Ed è per questo che se lo merita, ha esultato il soldato della difesa spagnola del Chelsea.

La finale è iniziata stupenda come la mossa di Havertz. Da un lato, le gambe veloci di Raheem Sterling hanno messo alla prova la difesa del Chelsea, come è successo quando il portiere Ederson ha colpito una palla precisa in zona di difesa direttamente contro il giocatore inglese. È venuto da solo con Edward Mindy, ma non è stato fatto bene.

Da un lato, Timo Werner era magro e laborioso, come è stato per tutta la stagione – e altrettanto impreciso come lo è stato per tutta la stagione. Ha mancato la palla per la prima volta quando il suo connazionale Havertz l’ha giocata in area di rigore dieci minuti dopo, poi ha tirato debolmente e direttamente su Ederson dopo soli quattro minuti.

Leggi anche

Guardiola per la selezione finale: – Un completo disastro

Pep Guardiola – la sua prima finale di Champions League in dieci anni – è stato sorpreso dalla caduta del posto di osservazione a centrocampo non includendo Rodri o il veterano Fernandinho nella formazione di partenza. Tuttavia, la controparte del Chelsea era N’Golo Kante, ed era onnipresente al centro della faida interna, anche nella colonna posteriore per finire gli attacchi con la testa – e accanto al guerriero basso 168 cm che ha chiuso e dominato Jorginho.

Non credo che ci sia un giocatore più importante per la sua squadra nel calcio mondiale di N’Golo Kanté, afferma l’ex giocatore del Chelsea Joe Cole su BT Sports.

READ  Ragazze svedesi in tutto il paese: devono vedersi picchiate

Nel complesso, l’intero Chelsea ha reso difficile per i migliori campioni, che hanno segnato solo un gol in 90 minuti. Quando gli azzurri sono finalmente riusciti a ricamare un City-saggio nel primo tempo, e Kevin De Bruyne ha portato Phil Foden al centro del punteggio, Antonio Rudiger è stato immediatamente messo in un forte contrasto.

Certo, Rüdiger ha perso il suo capitano in difesa quando Thiago Silva ha dovuto uscire con uno stretching già 39 minuti dopo, e mentre Copper si sedeva e si immergeva in un allenamento generale davanti alla sua faccia, Havertz ha vinto solo pochi minuti. dopo.

Nella seconda metà, il Manchester City ha cercato disperatamente di riconquistare il vantaggio, ma non ha ottenuto le maggiori possibilità. Il più vicino è stato Riyad Mahrez dopo sette minuti di tempo supplementare. Il tentativo di attacco al City ha sollevato qualche centimetro sopra la sbarra, che in questo caso si sarebbe assicurato ruoli aggiuntivi. Il sostituto Christian Pulisic avrebbe dovuto fare un buco per il Chelsea al 73 ‘quando Havertz ha segnato il suo gol a vuoto dopo un contropiede.

Guardiola ha lanciato a Sergio Aguero. Ma anche l’argentino non è riuscito a ottenere nulla contro la difesa super disciplinata di Tuchel. Aveva le lacrime agli occhi quando è esplosa l’ultima partita del City della sua carriera. Sono state versate anche diverse lacrime azzurre:

All’inizio del secondo tempo, Kevin De Bruyne ha affrontato Rudiger ed è stato schiaffeggiato così forte che la cinquantesima partita di Champions League del belga è stata un ko: con gli occhi umidi e un ronzio, ha lasciato lo stadio di Porto dopo non aver mai lasciato il segno. Nella più grande partita per il club della sua carriera.

READ  - Non mi sento sotto pressione. Mi vergogno - VG

Un altro grattacapo per il Manchester City è Thomas Tuchl. Ha guidato il successo del Chelsea come allenatore per il club londinese solo alla sua 30esima partita dopo essere stato in carica all’inizio di quest’anno, ma era la finale di Champions League – e per la terza volta in tre tentativi nel mandato del Chelsea, il tedesco ha superato il brillante Pep Guardiola : in passato in 42 giorni, ha ottenuto Tuchel ha tre vittorie con un gol contro i campioni della Premier League inglese: in FA Cup (1-0), Premier League (2-1) e ora Champions League (1- 0).

La seconda vittoria del Chelsea in Champions League, nove anni dopo la prima, è stata la vendetta di Tuchel. Come allenatore del Paris Saint-Germain, ha subito una sconfitta finale contro il Bayern Monaco la scorsa stagione e la sua tenacia ha causato problemi al ricco club parigino controllato dal Qatar. La vigilia di Natale era l’ultimo pacchetto e lanciato, ma meno di un mese dopo, Tuchel era a casa sua con il Chelsea.

– L’anno scorso è stato diverso. Non che non mi fidassi della mia squadra, ma di quel gruppo. Li abbiamo sconfitti (City) due volte. Siamo affidabili quando lottiamo e siamo bravi quanto i “vulnerabili”, afferma Thomas Tuchel.

Avviso! Erling Braut Haaland è il capocannoniere della Champions League in questa stagione con dieci successi per il Borussia Dortmund. Il ventenne è la persona più giovane mai responsabile di questa impresa.

Correzione: VG ha scritto per la prima volta che Cesar Azpilicueta era il capitano sostituto del Chelsea. La cosa giusta è che è il capitano della squadra. Il bug è stato corretto domenica 30 maggio alle 00.38.