Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La ricerca di base dovrebbe avere la priorità nel piano a lungo termine

Discussione Hill Gornitzka e Anne Julie Simpp

Non possiamo permetterci di perdere la battaglia per garantire un buon quadro per la ricerca di base e istituzioni accademiche forti e indipendenti.

Questo testo è la funzione del dibattito. Il contenuto del testo esprime l’opinione dell’autore.

Piano a lungo termine È dura Prevedere quale tipo di nuova conoscenza, comprensione e ricerca porterà a un nuovo sviluppo. Quali nuove scoperte della ricerca capovolgeranno nel modo in cui viviamo e nel modo in cui la società si sta evolvendo a livello globale e locale. Grandi cambiamenti non possono essere previsti o in ordine. Come comunità, dipendiamo completamente da risorse adeguate per la ricerca di base a lungo termine senza una guida oggettiva. È importante ridefinire la ricerca di base come una delle cinque priorità a lungo termine nel nuovo governo Piano a lungo termine per la ricerca e l’istruzione superiore.

Ricerca e scienza Tuttavia, non si tratta solo di risolvere i problemi della società a breve e medio termine, ma anche di comprendere il mondo, la vita e le persone; Soddisfare la curiosità, che è ciò che rende una persona la più umana, e spianare il terreno alla conoscenza che aiuterà nello sviluppo della società e degli individui.

Leggi anche

Il piano a lungo termine è proteggere la democrazia

ricerca Quindi ha un valore in sé. Costituisce la base della nostra cultura della conoscenza ed è lo strumento più importante per la ricerca dell’umanità per conoscere e comprendere noi stessi, l’universo e tutto il resto. La ricerca crea un patrimonio culturale e rinnova costantemente la nostra comprensione del passato, del presente e del futuro. Stabilire priorità di ricerca di base a lungo termine senza una guida oggettiva mostrerà che il piano a lungo termine riconosce e sottolinea il ruolo della scienza e della ricerca nella società moderna.

Il Norwegian Research Council lo esprime proprio nella sua strategia per il periodo 2020-2024:

«[…] Cerca Cerca informazioni nuove e più approfondite [er] Valore in sé. Il libero sviluppo della conoscenza in linea con gli standard dell’etica della ricerca è un prerequisito per una società libera e aperta che valorizzi i diritti umani. Allo stesso tempo, la libertà accademica è sotto pressione in molti paesi e la fiducia nelle scienze è messa a dura prova. È necessario lottare per il rispetto della conoscenza basata sulla ricerca e dell’integrità della ricerca, per garantire un buon quadro per la ricerca di base e per istituzioni accademiche forti e indipendenti. È una battaglia che non possiamo permetterci di perdere “.

Discussione ● Stølen e Gornitzka

Le priorità dovrebbero essere riviste nel piano a lungo termine

È una battaglia Non possiamo permetterci di non dare la priorità. Si tratta di un futuro sconosciuto ed è un prerequisito per la ricerca che non sempre conosciamo le sfide sociali che aiuterà a risolvere. Un aspetto spesso trascurato è la capacità della ricerca di scoprire le sfide della società. La priorità tematica, “Clima, ambiente ed energie rinnovabili”, ha un’origine scientifica nella curva Keeling; Curva che mostra il contenuto di anidride carbonica atmosferica nel tempo. Le misurazioni di una componente relativamente piccola del contenuto dell’atmosfera, che è l’anidride carbonica, sono iniziate nel 1958 da David Charles Keeling. Ciò ha rivelato una delle maggiori sfide che l’umanità deve affrontare e che oggi plasma la politica e la pratica in quasi tutti i settori, compresa la ricerca e l’istruzione superiore. L’esempio conferma che è possibile compiere progressi significativi laddove non li avevamo mai previsti.

Stabilire priorità di ricerca di base a lungo termine senza una guida oggettiva mostrerà che il piano a lungo termine riconosce e sottolinea il ruolo della scienza e della ricerca nella società moderna.

I vicecancellieri Åse Gornitzka e Dean Julie Anne Semb

La pandemia COVID19 È un esempio altrettanto valido e mostra che, nonostante lo sviluppo tecnologico e scientifico, non sappiamo cosa ci riserva il futuro e che abbiamo bisogno di conoscenze di emergenza quando le crisi saranno risolte. UiO ritiene che sia fondamentale che la strategia rifletta questo requisito fondamentale della ricerca. Laddove la gestione precoce delle crisi ha evidenziato l’importanza dell’epidemiologia e dei modelli matematici, la necessità di vaccini dimostra l’importanza della biotecnologia e del sequenziamento del DNA. Ma l’epidemia ci ha dimostrato che è l’ampiezza della ricerca e diversi tipi di intuizioni che ci consentono di affrontare le principali sfide della società. L’epidemia dimostra l’importanza di dare la priorità all’intera gamma di discipline: conoscenza scientifica degli impatti distributivi, impatti economici, condizioni legali e impatti. E non da ultimo, sapere come l’organizzazione degli organi amministrativi influisce sul contenuto e sull’attuazione delle misure epidemiologiche.

la crisi In breve, importanti aspetti e conseguenze psicologiche, sociali, economiche, politiche, filosofiche e legali. Diverse discipline contribuiscono a diversi tipi di conoscenza che insieme caratterizzano il modo in cui una società può affrontare una tale crisi sociale. Dobbiamo espanderci e sviluppare la ricerca di base a lungo termine come parte della prontezza nazionale e globale a scoprire, comprendere e risolvere gli imprevisti.

Ho letto una versione ridotta di un documento di sintesi sul piano per la ricerca a lungo termine e l’istruzione superiore. Leggi la nota completa Ah.

Nuovo piano a lungo termine: dobbiamo discutere se la ricerca debba avere un chiaro messaggio sociale

READ  Sarya Sato Bajracharya 20 Ricercatore Cult Erasmus Mundus