Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gulberg ride del trucco del tedesco: – Affermazione pazzesca

Betostoln (VG) Dopo un weekend di completo dominio norvegese, la vetta tedesca dello sci ha varato una soluzione radicale per frenare i norvegesi in Coppa del Mondo. Ma Pål Golberg (32) è rimasto deluso.

Menzionato: Pål Golberg, qui dopo aver terminato venerdì durante la finale sprint a Beitostølen. Lì è arrivato quarto.

– Non so cosa dire subito. È un’affermazione pazzesca, ha detto poco dopo il leader norvegese della Coppa del Mondo Mi sono arrabbiato e ho affrontato l’eccitazione italiana È arrivato quarto nella gara di venerdì.

In un’intervista con VG all’inizio di questa settimana, Peter Schleckenreider – team manager dei tedeschi – ha pensato che sarebbe stato meglio per la Norvegia prendere una parte del gioco. Solo quattro corridori per gara di Coppa del Mondo.

Le parole di Schleckenryder sono arrivate pochi giorni dopo che la Norvegia si è classificata tra i primi dieci maschili di corsa in nove e otto uomini in due gare di distanza separate alla Coppa del Mondo di Lillehammer lo scorso fine settimana.

– Potremmo essere molti di noi quando facciamo sci di fondo in Norvegia. Ma potrebbero invece chiedere cosa alleniamo e perché siamo così bravi, dice gulberg.

– Sei scoraggiato?

– sì. È stato divertente, dopo 13 anni nel circo della Coppa del Mondo, ricevere una domanda da un altro paese su cosa faccio per il pattinaggio di velocità.

Schleckenreider risponde a questo in un messaggio di testo a VG sulle critiche di Golberg.

“È stata una risposta attesa e comprensibile dal punto di vista di un atleta”.

READ  "Solo belle canzoni" Kulturvøkku 2022 è finito
Preziosa prestazione: Dal team manager della Germania, Peter Schleckenreider, qui con Diederik Tonseth durante la Coppa del Mondo a Lillehammer lo scorso fine settimana.

– Le cose stanno cambiando rapidamente

La Norvegia ha una quota di sei atleti più eventuali posti vacanti durante la Coppa del Mondo all’estero, ma può portare fino a 12 atleti per ogni competizione quando la Coppa del Mondo è in patria.

Pertanto, il picco sciistico tedesco sarà dimezzato o un terzo.

Ma quando la Coppa del Mondo è continuata a Betostolen venerdì, non è stato altro che il dominio norvegese. Nello sprint, solo Gulberg è stato rappresentato in finale in uniforme norvegese. C’erano solo norvegesi tra i 12 giocatori che hanno partecipato alle semifinali.

“Le cose cambiano rapidamente nello sci di fondo”, dice Even Northug con un sorriso sul volto dopo che la situazione è quasi capovolta dopo una settimana.

NESSUNA NORVEGIA SUL PODIO: Il francese Richard Gough (al centro) ha vinto la gara sprint di Betostolen venerdì, davanti all’italiano Simone Mussolini (a sinistra) e Kalle Halvarsson (a destra).

Appassionato di sport

Da parte sua, Gulberg ha risposto che non voleva essere così schietto, quando ha chiesto a VG se altri paesi non fossero disposti a imparare.

– Ho già partecipato a riunioni con la Germania. Capisco perché…

Gulberg non finirà questa frase.

Ma quando VG ha chiesto com’era incontrare i tedeschi, ha risposto così:

– Sento che il motivo per cui siamo così bravi in ​​Norvegia ha a che fare con la cultura. Ci alziamo la mattina, ci alleniamo tardi e presto, non importa in quale giorno della settimana siamo appassionati di sport. E non è stato così lì (all’incontro con la Germania) e poi.

READ  Diversi atleti olimpici contagiati dal coronavirus: il candidato d'oro dovrebbe dimettersi

Il resto di noi dovrebbe essere indurito

Calle Halfvarsson è uno di questi atleti che cerca costantemente di migliorare e battere i norvegesi. Lo svedese ha continuato il suo impressionante inizio di stagione dopo molti anni di magra finendo terzo nella gara sprint di Betostölen.

– Posso capire cosa intendesse Schleckenreider. Ma non credo che la Norvegia debba essere penalizzata perché ha molti buoni atleti. Devi portare il meglio. Non importa se ci sono anche molti norvegesi. Avremo il meglio del mondo.

– Dovremo portare 20 norvegesi se necessario. Il resto di noi deve fare di meglio, dice Havvarsson, molto semplicemente.

Buona giornata: per Calle Halfvarsson, qui nell’area stampa dopo lo sprint di venerdì a Beitostølen.

Il suo messaggio al team manager tedesco è il seguente:

– Non credo sia una buona idea sottovalutare gli atleti norvegesi e poi dover stare a casa per il quinto norvegese. Qualcuno che può lottare per un posto sul podio della Coppa del Mondo. Ma capisco anche che pensa di volere più paesi nelle liste dei risultati.

– Ma noi altri paesi dobbiamo irrigidirci. Non dobbiamo essere peggio dei norvegesi, dice Halvarsson.