Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La collaborazione tra Julie Bergan e Alan Walker si interrompe

Si sono avvicinati: Julie Bergan e Alan Walker allo Spellemannprisen nel 2018.

Gli artisti hanno lavorato insieme per diversi anni, ma quando Bergan ha chiesto una certa quota dei diritti di scrittura di una canzone che stavano per pubblicare, le cose sono andate in pezzi. Era assente dal tour americano di Walker e ora è omesso dalla canzone.

pubblicato:

— si è svegliata totalmente dannata, ha scritto Julie Bergan (25). Instagram Un venerdì di metà novembre.

Non ha spiegato il motivo della rabbia.

Ma è stato anche il giorno in cui il collega artista e collaboratore da diversi anni, il gigante dell’EDM Alan Walker (25), ha rilasciato un nuovo annuncio via e-mail sui servizi di streaming.

Conteneva quattro canzoni. Niente di tutto questo era “Ritual”, una canzone a lungo annunciata che Walker e Bergan hanno eseguito insieme diverse volte in un tour europeo questo autunno, per la gioia del pubblico.

tradimento?

Su Walker posta insta Intorno all’uscita, c’è stata una raffica di domande su cosa diavolo avesse fatto con la canzone che molti non vedevano l’ora, dopo averla provata in concerto e su YouTube.

Sotto il suddetto post di Bergan, ci sono anche domande dei follower, tra cui:

“Alan ti ha tradito?”

MOLTE DOMANDE: Il campo dei commenti di Julie Bergan su Instagram è pieno di domande sulla collaborazione con Alan Walker.

Successivamente, Walker ha pubblicato una versione di “Ritual”, ma senza Bergan alla voce e senza quello che dovrebbe essere il suo contributo alla scrittura della canzone.

READ  Dronning Elizabeth feirer 70 år på tronen, men ungdommen vil ikke ha henne - NRK Urix - Utenriksnyheter og -dokumentarer

Tuttavia, appare nel video musicale ufficiale della canzone. con riluttanza, secondo il suo manager.

Il manager di Alan Walker, Gunnar Greif dell’impero musicale MER – che è in gran parte costruito attorno al successo di Walker – non ha voluto commentare il conflitto.

– lei non ha accettato

– È importante per Julie, e per noi del team che la circonda, ottenere un riconoscimento per il lavoro che svolge, afferma Cecily Torp-Hult, Principal Bergan, di Circle Management.

– E qui non eravamo d’accordo con MER sulla quota dei diritti di Jolie per scrivere e distribuire canzoni. Quindi abbiamo finito per prendere posizione, la nostra proposta non è stata accettata e il risultato è stato che lei non è nella canzone.

Un’altra conseguenza è stata che Bergan era assente da una serie di concerti che Walker ha tenuto negli Stati Uniti all’inizio di novembre/dicembre.

Esperienze fantastiche: Julie Bergan e Alan Walker hanno incontrato il re Harald e la regina Sonja a Pechino, dove si sono esibiti con la coppia reale nella sala.

Secondo Torp-Holte, erano previsti sei concerti negli Stati Uniti in cui Bergan si sarebbe esibito con Walker, inclusa un’esibizione di “Ritual” come parte di un accordo più ampio.

Ma per tutto il tempo in cui non faceva più parte della canzone, il dispositivo di Bergan lo considerava una violazione dell’accordo.

Poi Bergan ha scelto di trascorrere il suo tempo negli Stati Uniti con altri incarichi, dice il regista.

Dice anche che “Ritual” era inteso come un singolo e quindi ha guidato l’uscita musicale e il tour di Walker questo autunno.

READ  Azienda Lauritzen: Quindi è assente

– Jolie darà la priorità alle sue cose nel 2023. La collaborazione con Walker era un progetto per il 2022, poiché faceva sicuramente parte dell’accordo secondo cui “Ritual” doveva essere una parte prioritaria del progetto Walker.

Insieme sul palco: Julie Bergan si è esibita con Alan Walker diverse volte, l’ultima in un tour europeo questo autunno.

Secondo Torp-Holte, il singolo doveva essere pubblicato il 28 ottobre. Dice che i negoziati sulle quote dei diritti sono falliti poco prima.

Questo è stato accantonato vicino al suo rilascio previsto. Da parte di Julie, sia lei che io sentivamo che il suo lavoro e quello che ci metteva non erano abbastanza apprezzati. Crediamo che il giusto debba essere giusto, quindi abbiamo tracciato una linea.

Undici senza due torri

Il calcolo delle percentuali sembra essere un esercizio a tutto campo nel campo di Alan Walker.

Molte delle sue canzoni presentano una vasta gamma di compositori, parolieri e interpreti.

Nell’edizione di “Ritual” che finalmente è apparsa, undici nomi sono stati elencati come contributori alla sceneggiatura e alla composizione – tra cui lo stesso Walker, il manager Gunnar Greif e un altro artista MER di alto profilo: Oyvind Sovic, meglio conosciuto come il rapper Vinny.

Quando Bergan e Walker hanno pubblicato per la prima volta musica insieme, nel 2018, lo ha fatto con buoni risultati: “Ignite” — una collaborazione tra i due, il produttore norvegese K-391 e la pop star sudcoreana Seungri — ha 279 milioni di ascolti su Spotify e 536 milioni su YouTube. YouTube.

Bergan ha anche cantato nella canzone di Walker “I Don’t Wanna Go”. In esso e in “Ignite” era la cantante, non la cantautrice.

READ  I due non erano il problema

Se ci sarà un’ulteriore collaborazione tra i due sembra discutibile come lo è ora.

– Finora, questo non è applicabile, afferma il manager Torp-Holte. La stessa Julie Bergan indica al regista tutte le dichiarazioni in merito.

Nel video: Julie Bergan appare nel video musicale di “Ritual”.

Nel video ufficiale di “Ritual”, Burjan appare in diverse occasioni, in brevi clip.

– Ho chiesto di più per rimuoverli, ma chiaramente non è stato preso in considerazione, afferma il manager.

MER ha rifiutato di commentare l’uso di Bergan nel video.

Torp Holt non fa mistero di pensare che la situazione sia disastrosa.

– Questo sarebbe stato un buon progetto per entrambe le parti, con due artisti in cui penso che entrambi pensassero che fosse una buona coppia. Questo è anche triste per i fan che non vedevano l’ora. Ma quando non sei riconosciuto nei giusti termini, è così che finisce.

Keep calm: il regista di Alan Walker, Gunnar Greif, non vuole commentare la situazione che ha portato alla rottura tra l’artista e Julie Bergan.

Alan Walker è di gran lunga uno degli artisti più grandi e ricchi della Norvegia.

Dalle liste fiscali del 2021, arrivate questa settimana, risulta che il residente di Bergen aveva un reddito imponibile di 23,5 milioni di NOK nel 2021. Le sue due maggiori attività avevano quindi un fatturato di 79 milioni di NOK. (Kygo, il reddito più alto, ha avuto un reddito imponibile di $ 36,5 milioni l’anno scorso.)

Julie Bergan è elencata con 654.000 entrate nel 2021. La sua azienda ha registrato un fatturato di 1,15 milioni l’anno scorso.

pubblicato: