Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Harald, 71 anni, colleziona un marchio automobilistico quasi dimenticato

Lancia ha prodotto una serie di modelli di auto popolari, ma non ha raggiunto vendite elevate. Harald Bergsaker, proprietario di 68 auto, è affascinato dai modelli rari.

– Il fascino di Lancia sta nel fatto che incontri costantemente persone che non hanno mai visto modelli di auto prima. Questo non accade con molti altri modelli. Il fatto che pochissime persone abbiano acquistato Lancia è proprio ciò che rende il marchio ancora più interessante. E anche il fatto che la fabbrica sia sempre stata in un pasticcio finanziario ne fa parte. Dà prestigio al marchio tra gli appassionati, afferma Harald Bergsaker (71), presidente del club norvegese Lancia, che quest’anno festeggia il suo 30° anniversario. Il club conta 130 soci.

Oggi Harald ha due Lanciaer, posate per l’occasione sul prato vicino alla sua casa a Grefsen a Oslo. Ci sono due vetture un po’ speciali, anche per la Lancia che sarà: la Gamma Coupé del 1977 e la Flavia Sport Zagato del 1963.

data di raccolta

Lancia nasce a Torino nel 1906. Secondo Harald, le corse, la creatività e il design sono sempre stati al di sopra dell’alto potenziale di vendita. Tra i modelli che hanno maggiormente contribuito alla leggendaria aura del marchio Stratos ci sono la 037 e la Delta Integrale. Queste erano auto che hanno riscosso un enorme successo nei rally degli anni ’70, ’80 e ’90. Hanno vinto un totale di undici campionati del mondo, facendo di Lancia il marchio più redditizio nella storia dei rally.

Quando il programma televisivo Top Gear nei primi anni 2000 ha chiesto ai suoi telespettatori di nominare il produttore più importante nella storia dell’automobile, è stato Lancia, afferma Harald.

molto diverso

Harald dice che non proviene da una famiglia di automobili, ma ha avuto un interesse precoce per le auto, e poi spesso per le auto che non erano del tutto “ordinarie”. La prima cosa che comprò fu una Ford Consul del 1954, nel 1968.

READ  Gli aumenti di Corona portano all'austerità in Italia

– Era una macchina terribile con molti problemi. Una volta bloccato il cambio, sono passato da Drammen a Lysaker. In tutto avevo 68 auto, di cui 14 utilitarie.

Il resto sono quelli che si potrebbero chiamare dei classici: auto che avevano qualche decennio quando le acquistò. Harald ha guidato diversi tipi di auto di molti marchi, tra cui 14 diverse Lancia.

– La mia prima Lancia è stata la Thema, che ho comprato nuova nel 1987. A quel tempo, tutti gli altri avrebbero dovuto avere una Mercedes-Benz 190E, quindi sono andato a comprare qualcos’altro.

La Lancia Thema di Harald era un’auto usata, ma cinque anni dopo ottenne la sua prima Lancia classica: la Flamina Coupé 2.5 V6 del 1964.

ingegneria

Harald aveva anche diversi modelli Citroën, inclusa la DS, ed era presidente del Club DS.

– Come DS, i modelli Lancia sono auto dove puoi goderti il ​​lavoro di ingegneria. Ci sono auto con soluzioni interessanti, ma probabilmente non sono una cosa per le persone più interessate al valore dell’usato. Allo stesso tempo, c’è una differenza tra i dipendenti Lancia ei dipendenti DS. Harald dice che i fan della Lancia non sono così settari, potremmo essere interessati anche ad altre marche e auto.

Crede di avere oggi un numero “modesto” di auto, cinque.

Giù da nove pezzi di due anni fa. Per quanto riguarda le classiche, ho – oltre alle mie due Lancia – una Citroën DS 21 Pallas a iniezione. Inoltre, il classico in arrivo, come viene chiamato, la Rover 75 Turbo con basso chilometraggio.

In Norvegia, Lancia è stata negoziata a malapena in questo secolo e in passato Lancia ha più volte cambiato la società di importazione. Harald afferma che la Thema, costruita tra il 1984 e il 1994, è la più venduta del marchio in Norvegia, con un totale di circa 1.650 vetture. Questo numero di auto più vendute oggi richiede solo due mesi per essere raggiunto. A livello internazionale, Lancia oggi è completamente assente, e l’unico modello che fanno è il minivan Ypsilon, che viene venduto solo in Italia.

READ  Kolonial.no Drogheria | Kolonial.no cambia nome e amplia il suo mercato

Meglio di quanto ho sentito

Dan Loquist (61) importa automobili tramite Auto Ital dal 1996. Si occupa principalmente di auto italiane, nuove e d’epoca.

– È stato principalmente in Alfa Romeo, ma anche in molte Lancia. Alcuni anni ci sono stati dieci anni, altri forse cinque anni. La Lancia era ed è tuttora un’auto di nicchia.

Dan dice che i clienti di Lancia sono spesso fedeli seguaci dell’era Thema, persone che all’epoca erano giovani, che in seguito potrebbero acquistare un’auto entusiasta. C’era anche chi voleva una Lancia più recente che non era disponibile in Norvegia.

– Inoltre, hai una tua filiale, chi vuole Delta Integrale. Queste sono le persone interessate alla storia dei rally, dice Dan.

Le auto Lancia sono note per affrontare alcune sfide quando si tratta di affidabilità. Le lingue malvagie vogliono che si arrugginiscano davvero nell’opuscolo, ma Dan crede che tale affermazione non sia pienamente meritata.

– I modelli più recenti sono in realtà abbastanza affidabili. Ho raccolto circa due dozzine di auto Kappa Coupé, prodotte dalla metà degli anni ’90 agli anni 2000. Non ci sono stati problemi con loro. Mia moglie ha una Delta del 2006 che ha fatto 120mila chilometri senza un solo errore.

potrebbe essere andato

A Geely non interessa molto la tecnologia delle auto di oggi, afferma Harald. Pensa che spesso siano le meccaniche, così come l’interessante design, ad essere importanti.

Si ritiene che con le generazioni e l’età influisca anche sulle auto curate, che ottengono un ambiente entusiasta. Ad esempio, non è mai stato interessato alle auto che esistevano prima della guerra. Questa è la sfida che Lancia affronterà in Norvegia nei prossimi anni. Harald stima che oggi ci siano circa 350 Lancia sulla segnaletica norvegese.

READ  Letizia porterà più giovani donne e accademie femminili

– Di solito sono auto che hai visto quando eri giovane e le vuoi come un’auto eccitata più avanti nella vita. Ciò significa che i giovani di oggi non sono molto interessati a Lancia. Semplicemente non hanno nulla a che fare con il marchio.

Fatti Lancia عن

  • Lancia è stata avviata nel 1906 a Torino, in Italia, da Vincenzo Lancia (1881-1937). Tra l’altro è stato pilota automobilistico della Fiat.
  • La prima auto fu la Theta nel 1913. Dev’essere stata la prima auto completamente elettrica.
  • Lancia si è concentrato sulle corse, quindi le auto sono state spesso le prime ad adottare la nuova tecnologia. Lancia Ardea ottenne il primo cambio manuale a cinque marce al mondo nel 1948. Nel 1950 apparve la Lancia Aurelia, che fu la prima ad uscire con un motore V6 a catena.
  • Carrozzerie come Zagato e Carrozzeria Touring sono state autorizzate a creare le proprie versioni di modelli esistenti.
  • Nel 1969, Lancia fu acquistata dalla Fiat, che voleva fare di Lancia un marchio di lusso.
  • Dal 1973 al 1993 Lancia ha partecipato al Campionato Mondiale Rally, il marchio più redditizio di tutti i tempi.
  • A seguito della fusione tra Fiat e Chrysler (FCA) nel 2009, diversi modelli Chrysler sono stati venduti come marchio Lancia in Europa. Oggi producono un solo modello Lancia, la Ypsilon, che si basa sulla Fiat 500. Viene venduta solo in Italia.
  • Nel 2021, FCA si è fusa con il Gruppo PSA per diventare Stellantis. Stellantis ha detto di voler investire in Lancia.
  • In Norvegia, si dice che la prima importazione Lancia sia avvenuta nel 1919. Il modello Kappa di quest’anno è ancora in quel paese. Dopo la guerra, diverse società furono a loro volta responsabili dell’importazione di Lancia. L’ultimo importatore ufficiale è stato il Mitsubishi Motor Gruppen, che si è arreso intorno al 2000.

Fonti: SNL, Wikipedia, BilNorge