Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ho comprato un biglietto economico per la Scozia per riavere i miei bagagli

È stata un’estate caotica negli aeroporti, con notizie di code di un’ora ai controlli di sicurezza e al ritiro bagagli, e riprenotazioni e cancellazioni di partenze in molti degli aeroporti più trafficati d’Europa.

ora si riproduce dall’interno La storia piuttosto sorprendente che il passeggero aereo Dermot Lennon ha raccontato agli irlandesi Stazione radiofonica RTÉ Venerdì.

Dopo non aver ricevuto i suoi bagagli entro una settimana dal ritorno all’aeroporto di Dublino il 28 giugno, ha preso in mano la situazione.

Dotato di un biglietto economico per Glasgow, in Scozia, Lennon è arrivato all’aeroporto con una destinazione completamente diversa in mente: la Sala Bagagli.

300 euro

In effetti, Lennon si è presentato all’aeroporto il giorno prima, ma poi senza biglietto, quindi ha dovuto affrontare delle sfide per scappare. Nei giorni precedenti, secondo Insider, ha provato a chiamare l’aeroporto, inutilmente.

Così Lennon, come un americano conosciuto e che si trovava nella stessa situazione, ha comprato un biglietto per entrare nell’area riservata.

Fortunatamente per Lennon, c’era un volo economico per Glasgow per 18 euro. Un po’ più sfortunato l’americano che ha perso 300 euro nella speranza di ritrovare le sue valigie.

(Il caso è ancora sotto la foto).

Questa estate è stata caratterizzata dal caos aeroportuale in tutta Europa. Qui da Londra Heathrow. Foto: Henry Nicholls/Reuters/NTB

– Caos

Senza alcuna intenzione di recarsi nella città scozzese, Lennon è entrato con il suo biglietto aereo all’interno dell’area riservata e ha ritrovato i suoi bagagli.

Allora sai anche quanto è disordinato. Per quanto riguarda la stazione radio, Lennon ha affermato di aver individuato dei bagagli parcheggiati dal 15 giugno e forse anche dal 2 giugno.

READ  Il raduno a Wall Street dopo Natale

“Un completo pasticcio”, ha detto Lennon.

Insider ha parlato con le autorità aeroportuali dell’aeroporto di Dublino. Affidano la responsabilità alle compagnie aeree stesse e ai loro equipaggi di terra di terze parti, con le quali sono in contatto.

Non sono stati senza problemi anche in Norvegia, a metà giugno, 190 passeggeri norvegesi hanno perso l’aereo dopo che il bagaglio si è piegato a Gardermoen.