Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– I consigli nutrizionali dovrebbero essere aboliti – steigan.no

– I consigli nutrizionali dovrebbero essere aboliti – steigan.no

Progetto della Direzione sanitaria norvegese Si stanno consultando nuovi consigli dietetici Fino al 20 maggio. Ecco la voce Lars Magnè Sonana Hai intenzione di candidarti. Questo è stato precedentemente pubblicato sulla sua pagina Sottostack.


A Lars Magnè Sonana.

I nostri moderni consigli nutrizionali non sono venuti dal nulla. Sono stati introdotti perché l’Occidente e la Norvegia volevano evitare l’epidemia di malattie cardiache dopo la seconda guerra mondiale.

L’epidemia andava e veniva.

Negli anni ’70 e ’80 morirono circa 2.700 uomini sotto i 70 anni ogni anno Disturbi cardiaci in Norvegia Nel 2021, il numero ha raggiunto 503, in una popolazione molto più ampia.

La logica originale delle Linee guida dietetiche è scomparsa nella pratica.

Ma ancora una volta, c’è un apparato governativo e ricercatori disposti a mantenere il loro status avanzato e i fondi per la ricerca.

Ancora una volta, c’è anche un vuoto che altre forze e altri programmi stanno ora cercando di riempire.

Il cambiamento climatico è convincente

La consulenza nutrizionale e la politica nutrizionale sono potenti strumenti politici che possono essere utilizzati per diversi scopi politici.

Il più importante di questi conflitti attualmente è la battaglia sul clima.

Ciò ha portato a un’interazione tra la burocrazia sanitaria e una base di ricerca alla ricerca di una nuova base di legittimità – e gli attivisti climatici che vedono nelle proprie lotte i mezzi per sfruttare l’apparato sanitario.

In questo mix, è diventato sempre più difficile distinguere tra attivismo politico e scienza.

Nell’elaborare i consigli nutrizionali attualmente in consultazione è stato coinvolto un ricercatore che ha partecipato allo sciopero della fame Rivoluzione dell’estinzione Gli fu assegnato il compito di scrivere un rapporto sulla carne rossa. Un attivista vegano è stato scelto per condurre le indagini sulla sostenibilità.

READ  Mons. Gerber si è recato a Roma senza autorizzazione per il Sinodo

Allo stesso tempo, grossolane semplificazioni sulla sostenibilità o sulla salute vengono utilizzate come argomenti alternativi in ​​nuovi contesti: in uno Rapporto di aprile L’Agenzia norvegese per l’ambiente propone una sorta di divieto sull’esposizione di prodotti a base di carne grassa, presumibilmente radicato nella paura dei grassi saturi, ma in realtà dovuto al desiderio della direzione di chiudere gli allevamenti bovini norvegesi.

Capra e sacchetto di avena

Che ricercatori e burocrati, che traggono la loro retribuzione, status e legittimità dai consigli dietetici del governo, continueranno e rafforzeranno i consigli dietetici del governo non dovrebbe sorprendere nessuno.

Questi scienziati e burocrati sono i chiari vincitori dei consigli nutrizionali del governo. Ci sono anche zone industriali e industrie che terminano sul lato destro delle linee tracciate dallo Stato.

Qual è il guadagno?

Allo stesso tempo, è molto difficile, se non impossibile, determinare se i consigli nutrizionali seguiti per 60 anni abbiano funzionato. O se gli impatti sono positivi o negativi sulla salute pubblica, sulla cultura e sulla società.

Almeno quello che possiamo stabilire dopo mezzo secolo di politica nutrizionale attiva è che la maggior parte dei norvegesi adulti ora si guarda allo specchio e nota che pesa più di quanto dovrebbe, e spesso molto di più.

Molti sono in uno stato di disperazione. I consigli nutrizionali dello Stato non forniscono buone risposte sul perché ciò accade o su come possiamo perdere di nuovo definitivamente i chili di troppo.

Bingo tecnocratico

Non è una legge naturale per la società avere consigli nutrizionali da parte del governo.

Ancora più discutibile è se il vasto apparato statale debba essere mobilitato sulla base di una ricerca che produce costantemente risultati deboli e talvolta contraddittori.

READ  I complottisti di guerra alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco sentono l'appello ad arrendersi al Covid-19

Gli interventi e le ambizioni nutrizionali incidono su una serie di sistemi complessi, come la salute, la società, la natura e la cultura. Nessuno sa quali potrebbero essere gli effetti del primo, secondo e terzo ciclo di misure aggressive.

Pertanto i vantaggi derivanti dalla consulenza e dalle misure dovrebbero essere chiari.

Gli esempi includono le cinture di sicurezza obbligatorie, gli interventi contro il fumo di sigaretta e la regolamentazione delle tossine e della contaminazione batterica nella produzione alimentare.

Consigli come “scegli meno carne rossa” non lo sono.

Dobbiamo accettare l’incertezza

Come minimo, uno Stato deve segnalare l’incertezza nella base scientifica per la consulenza fornita. Quando non si riesce a fare nemmeno questo, in nome della semplificazione, il consiglio è proprio l’attivismo, non la scienza.

Quando questi consigli degli attivisti vengono trattati anche come una sorta di conclusione scientifica, le cose peggiorano ulteriormente.

La dichiarazione del professor Rune Blomhof al Question Time della Direzione sanitaria norvegese del 7 febbraio esprime una mentalità che semplicemente impedisce un dibattito libero e scientifico:

Penso che quando le autorità sanitarie forniscono consigli il più possibile basati sull’evidenza, penso che sia molto importante che tutti i principali attori siano d’accordo su questo. Non fare storie al riguardo. Perché crea incertezza.

Ma la ricerca nutrizionale Lui è carico di incertezza. Invece di utilizzare risultati statisticamente marginali su singole malattie e materie prime per fornire consigli globali e precisi sul peso in grammi e allo stesso tempo mettere a tacere il dibattito pubblico, la Norvegia dovrebbe porre fine all’esperimento con i consigli nutrizionali del governo come unica verità accettata.

Non abbiamo alcuna conclusione.

Non crederci

Anche senza consigli nutrizionali generali, ci saranno molti consigli professionali a disposizione.

READ  Dobbiamo lottare per il diritto di governare

Gli accademici, i nutrizionisti e le comunità mediche possono ancora riempire colonne di giornali, rapporti, guide e corsi clinici con le loro valutazioni su ciò che la ricerca e l’esperienza suggeriscono che dovremmo affrontare.

Le diete e le tendenze dello stile di vita andranno e verranno comunque, come hanno fatto da tempo immemorabile. Condividere esperienze e conoscenze sui social media offre ai cittadini l’opportunità di imparare gli uni dagli altri e provare approcci diversi per raggiungere i propri obiettivi di salute e benessere.

Forse il consiglio più semplice per chiunque cerchi di orientarsi tra le innumerevoli scelte alimentari dell’umanità è:

Se non funziona per te, prova qualcos’altro.

Per decenni e decenni abbiamo sperimentato politiche nutrizionali attive e consigli nutrizionali da parte dei governi.

La maggior parte delle persone può vedere il risultato allo specchio.

È ora di provare qualcos’altro.


Termine udienza il 20 maggio.

Possono essere fornite risposte alla consultazione Qui.