Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I pericoli di una “tempesta perfetta” | lotta di classe

sospetto: Il mandato del presidente del Consiglio per il “Super Mario” italiano è terminato. Molti italiani ora sono preoccupati per ciò che accadrà al Paese fortemente indebitato.

– Spero che cambi idea. L’Italia ha bisogno di Draghi per sistemare la nostra economia, dice Greta Corradi al telefono da Milano.

È una delle tante italiane deluse dalla notizia di ieri delle dimissioni del premier Mario Draghi.

Durante la settimana oltre 1.800 sindaci italiani hanno chiesto a Draghi di rimanere in carica. Vuole anche larghi strati della popolazione italiana, che hanno organizzato manifestazioni e campagne di firme per preservare Draghi.

Corradi dice che tutto sembra sbagliato quando gode ancora di un ampio sostegno pubblico.

Pochi partiti decidono ora e rischiano l’intero futuro dell’Italia, dice.

Ieri si è scoperto che per la seconda volta in due settimane Draghi ha rassegnato le dimissioni. Succede dopo che il suo governo a sei partiti si è disintegrato mercoledì sera: i partiti di destra Forza Italia, Lega e il Movimento Cinque Stelle populista di destra all’Assemblea nazionale italiana hanno boicottato il voto per mantenere Draghi come primo ministro.

READ  - Bloody sembra ingiusto - E24

Quindi Draghi non ha la fiducia di cui ha bisogno. E la sfiducia sembra andare in entrambe le direzioni: mercoledì Draghi ha accusato parti della coalizione di cercare di minare la sua agenda politica.

Strategicamente dai partiti di destra

Molti media italiani hanno definito “tradimento” il boicottaggio dei partiti di destra e ieri i politici di sinistra hanno definito una “giornata oscura nella storia italiana”.

Quando ieri Klassekamp è andato alla stampa, tutto indicava che il presidente Sergio Mattarella avrebbe accettato la richiesta di licenziamento, a differenza di quanto ha fatto giovedì scorso.

Mattarella ha poi detto no alla proposta di Draghi di dimettersi, dopo che il Movimento Cinque Stelle si è astenuto su un importante pacchetto di aiuti economici che è stato un voto di fiducia.

Molti hanno accusato il Movimento Cinque Stelle di sciogliere l’Assemblea Nazionale.

Il presidente ha chiesto al governo Draghi di rimanere in carica fino a nuovo avviso, secondo il quotidiano italiano La Repubblica. Ma è probabile che si stia dirigendo verso nuove elezioni in autunno.

Mario Draghi

La professoressa di politica italiana Leila Simona Talani al King’s College di Londra ritiene che i partiti di destra abbiano agito strategicamente.

– Non è un’idea stupida da parte delle parti. Dice al telefono da Roma che vogliono diventare un partito di opposizione per vincere elettori prima delle elezioni.

Ciò significa anche che la campagna elettorale sarà più breve e le possibilità di ottenere un presidente di destra aumenteranno.

– Quanto ai partiti politici, sono dei tecnici e vogliono un leader politico, dice Talani.

Attualmente in testa alle urne la candidata di destra Giorgia Meloni dei Fratelli d’Italia ed Enrico Letta del Pd di centrosinistra.

READ  Nordea Markets abbassa l'obiettivo di prezzo - consiglia ancora un acquisto

È noto che Meloni desiderava da tempo che si tenesse al più presto una nuova elezione.

turbolenze economiche

Quando l’anno scorso Draghi è stato incaricato di formare un nuovo governo, l’obiettivo era la stabilità economica.

La crisi del Corona e la guerra in Ucraina hanno fatto precipitare il paese nella peggiore crisi economica dalla seconda guerra mondiale. Tuttavia, l’economia era in procinto di ricostruirsi.

Il fatto che Draghi, soprannominato “Super Mario” per salvare l’euro durante la crisi finanziaria, si stia ora dimettendo sta facendo lampeggiare le spie in molte persone, non ultimo tra gli investitori, secondo il Financial Times.

«Sono pochi i partiti che decidono ora e rischiano il futuro dell’Italia intera»

Greta Corradi

“I partiti irresponsabili rischiano di creare una tempesta perfetta, l’Italia deve affrontare mesi difficili”, ha scritto ieri su Twitter il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni.

L’Italia ha ricevuto più di 200 miliardi di euro di sostegno alla crisi dall’Unione Europea attraverso il Recovery Fund durante la crisi di Corona. Il 74enne Draghi ha pianificato diverse riforme che garantiranno la futura crescita economica. Molti di questi non sono implementati. E ora le riforme, e quindi i pagamenti dell’Unione Europea, sono state sospese.

Eppure Talani crede che molte persone abbiano una visione molto cupa della situazione.

– Tutte le speranze non sono perse senza Draghi – dipende da chi comanda. Dice che questa persona può ancora salvare l’economia.