Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il boss di Carlsberg si arrende, ma prima il gigante della birra deve lasciare la Russia

Il boss di Carlsberg si arrende, ma prima il gigante della birra deve lasciare la Russia

Il CEO di Carlsberg Cees’t Hart si dimette, ha annunciato martedì il colosso danese della birra.

L’olandese ha guidato Carlsberg negli ultimi otto anni. Le dimissioni avverranno alla fine del terzo trimestre.

Il gigante della birra afferma che la ricerca di un successore è iniziata.

“Da quando Cees ha assunto il timone di Carlsberg, l’azienda è stata notevolmente rafforzata, grazie alla sua solida salute finanziaria, strategica, organizzativa e sociale”, afferma la società.

“Nel 2022, Carlsberg ha raggiunto un fatturato record e un utile operativo rispettivamente di 70,3 miliardi di DKK e 11,5 miliardi di DKK. Dal 2015, il rendimento totale in contanti per gli azionisti sotto forma di dividendi e riacquisti di azioni è quintuplicato, raggiungendo i 7,8 miliardi di DKK nel 2022. “

Lo stesso Cees ‘t Hart afferma che rimanere in gestione per altri sei mesi consente a lui e al resto della dirigenza di completare la vendita delle attività russe di Carlsberg prima dell’estate.

Carlsberg è entrata nel mercato russo nel 2008 con l’acquisto del marchio di birra Baltika, ma le vendite di birra sono state influenzate, tra l’altro, dall’indebolimento dell’economia russa e dalle misure del governo russo per ridurre il consumo di alcol. A seguito dell’invasione russa dell’Ucraina, Carlsberg ha deciso alla fine di marzo 2022 di abbandonare completamente il mercato russo.

L’estate scorsa, il CFO di Carlsberg si è dimesso inaspettatamente. Quindi l’analista di Kepler si aspettava invece che il CEO si dimettesse.

READ  Fortnite torna su iPhone e Android