Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il calcio di rame di Elivelt manda Glimt alla finale di coppa – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Il calcio di rame di Elivelt manda Glimt alla finale di coppa – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Le due squadre si sono affrontate nella serie appena quattro giorni fa: il Glimt ha poi vinto 4-2. Amahl Pellegrino ha segnato tutti i gol per le maglie gialle. Ma questa volta non è toccato a lui essere al centro degli eventi.

Il risultato che ha deciso la partita sarà probabilmente ricordato a lungo, almeno al nord.

Fredrik Bjorkan ha segnato dal lato sinistro. La palla sembra sparire alle spalle di Mombagna. Ma l’attaccante del Glimt si è lanciato in aria e ha colpito di netto la palla prima che questa sparisse in rete alle spalle di Jakub Storevik.

– E’ stato solo istinto. È venuto naturalmente. Ci ho provato e fortunatamente ho avuto un grande successo. Lo descriverei come magico. È qualcosa che non può essere descritto”, dice Mombagna a NRK.

-Ci sono molti grandi giocatori che l’hanno già fatto. Ronaldo, Messi…, dice Mombanya, che sorride quando gli viene chiesto se può paragonarli.

Il gol ha fatto gemere il commentatore della NRK Karl-Erik Torp:

– È stato un momento magico. È passato alla storia come uno dei gol più belli realizzati qui in questo stadio. Mi sono alzato dalla sedia e ho suonato le note più alte che ho sentito da quando ero nel turno vocale.

Il gol del 3-2 dell’attaccante arriva all’85’ e costringe Valerenga ad attaccare. Quando tutti i Blues furono mandati in attacco, Adam Sorensen ne approfittò per sigillare la partita. Pellegrino libera il campo e il danese manda la palla in porta per il 4-2.

Il Bodø/Glimt incontrerà il Molde nella finale di coppa che si terrà a dicembre.

READ  Fonti per VG: Nazionale Sci di fondo in emergenza Incontro con la dirigenza - Sorprese con tagli alle Nazionali

Apertura della partita

Sono stati Bodø/Glimt a dare l’avvio perfetto alla partita. Patrik Berg trova Ulrik Saltnes in area di rigore poco più di due minuti dopo. Saltens si è fatto strada attraverso la difesa VIF prima di passare la palla oltre Storevik per passare in vantaggio.

Al Vålerenga mancava ancora anche il suo giocatore più importante, Stefan Strandberg, nuovamente assente per malattia.

D’altra parte, la squadra di casa è stata sicuramente alla pari con Glimt che ha inseguito l’oro per gran parte del tempo. Dopo 14 minuti, Magnus Riisnæs ha passato la palla a Christian Borchgrevink, che ha raggiunto la linea di porta. Con un mezzo tiro al volo è riuscito a mettere la palla sopra la testa dell’attaccante serbo Andrej Ilicic. Il colpo di testa era in contanti e le squadre avevano la stessa lunghezza.

Le due squadre creano molte occasioni alla fine del primo tempo, ma continuano a condurre 1-1.

Pareggio: qui Christian Borchgrevink guarda Andre Ilicic e si rende conto che la strada verso l’1-1 è breve.

Foto: Terry Bendixby/NTB

Partita dal ritmo serrato

Dopo l’intervallo, entrambe le squadre hanno continuato a creare grandi occasioni. Ma ancora una volta Glimt ha dovuto prendere l’iniziativa. Il brillante cross di Fredrik Bjorkan è andato a segno sulla testa di Faris Mombanya che ha realizzato di testa il terzo gol della partita.

L’attaccante si è chiaramente illuminato nell’altra metà campo. Perché ancora una volta la coppia Borchgrevink-Ilic ha dovuto regalare magie ai propri tifosi; Il cross dalla destra è stato perfetto e l’attaccante serbo è riuscito a mettere la fronte sulla palla e ha portato il punteggio sul 2-2.

La partita durò a lungo e pareggiarono 2-2. Henrik Bjørdal ha avuto un’occasione dalla distanza per il Vålerenga, mentre Glimt ha creato le occasioni più grandi. Mombanya aveva un’altra possibilità in testa, ma il buon lavoro di Storevik nella gabbia VIF l’ha salvata.

Successivamente, Storevik ha dovuto dare il massimo. Albert Gronback ha aggiunto un lato largo da 20 metri e ha messo la palla quasi completamente fuori nell’angolo, ma c’era un’ultima possibilità e lui l’ha bloccata.

Quindi la magia fornita da Mombanya a cinque minuti dalla fine era ciò di cui avevamo bisogno. È stata la differenza tra le due squadre, alla pari, a mandare Bodø/Glimt alla finale di coppa, insieme al chiodo finale di Sorensen nella bara dei tempi supplementari.