Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il campus del futuro ha bisogno di ambienti adatti all’utilizzo della realtà virtuale

Il campus del futuro ha bisogno di ambienti adatti all’utilizzo della realtà virtuale

lettera

– Ora si apre un nuovissimo spettacolo VR presso la Biblioteca di Dragvoll

Anne Lillevoll Lorgange, bibliotecaria capo presso UB Dragvoll, sta provando gli occhiali per la realtà virtuale che faranno parte di un nuovissimo display di realtà virtuale in biblioteca.

Questa è una dichiarazione. Il contenuto del testo esprime l'opinione dell'autore.

Alla NTNU, molte persone lo usano Ambienti professionali di realtà virtuale (VR) come laboratorio didattico. Fino ad ora, alla NTNU mancavano infrastrutture aule che consentissero non solo i test ma anche l'implementazione della tecnologia nei piani delle materie e nei programmi di studio.

In collaborazione con la biblioteca A Dragvoll, insieme al progetto VR-Learn del Dipartimento di Geografia, il centro di ricerca EMERGE e BLINK Læringshub hanno ora aperto un nuovissimo display di realtà virtuale nella Biblioteca Dragvoll per studenti e docenti della NTNU.

Lo spettacolo consiste in una sala VR Che contiene sette visori Oculus Quest VR (presto saranno dieci) e la stanza può essere facilmente prenotata tramite Outlook. Sono disponibili istruzioni per l'uso VR-Learn offre software per educatori che desiderano creare storyboard sferici, sia che si tratti di portare studenti di terapia occupazionale in visite a domicilio in realtà virtuale, studenti di archeologia negli scavi invernali o altri contesti professionali che potrebbero trarne vantaggio: altrove si chiama telepresenza .

Direttore della Biblioteca Sigurd Eriksson

Anche la cooperazione La biblioteca offrirà presto prestiti per apparecchiature di realtà virtuale a coloro che lo desiderano – studenti e personale, allo stesso modo in cui presta libri o apparecchiature per podcast. La Biblioteca, VR-Learn ed EMERGE possono tutti aiutare con l'uso della realtà virtuale nell'insegnamento e nella ricerca.

READ  E' il momento dell'autoesame

Inizia con la richiesta dell'utente del softwareprendi in prestito un paio di visori VR e scopri come la tecnologia può essere utilizzata per aumentare l'attività degli studenti durante il tuo insegnamento.

Questa nuova offerta È una parte importante della creazione di un campus del futuro che si adatti all’uso degli strumenti di apprendimento digitale nel campus e nell’insegnamento.

Copia inglese:

Quel NTNUMolte discipline utilizzano la realtà virtuale (VR) come strumento educativo. Fino ad ora, alla NTNU mancavano infrastrutture aule che consentissero non solo i test ma anche l’applicazione della tecnologia nel curriculum e nei programmi di studio.

In collaborazione con la biblioteca A Dragvoll, il progetto VR-Learn del Dipartimento di Geografia, del Centro di ricerca EMERGE e del BLINK Learning Hub, ha aperto un nuovissimo display di realtà virtuale nella biblioteca di Dragvoll per gli studenti e il personale della NTNU.

Lo spettacolo consiste in una sala VR Dispone di sette visori Oculus Quest VR (presto saranno dieci) e la stanza può essere facilmente prenotata tramite Outlook. Sono disponibili le istruzioni per l'uso. VR-Learn offre ai docenti che desiderano creare storyboard sferici, sia che si tratti di portare studenti di terapia occupazionale in visite a domicilio in realtà virtuale, studenti di archeologia negli scavi invernali o altri che possono beneficiare di quella che viene chiamata telepresenza. .

Collaborazione significa anche La biblioteca offrirà presto prestiti per visori di realtà virtuale a coloro che lo desiderano, a studenti e personale, proprio come prendere in prestito libri o apparecchiature per podcast. La Biblioteca, VR-Learn ed EMERGE possono tutti aiutare con l'uso della realtà virtuale nell'insegnamento e nella ricerca. Inizia chiedendo chi utilizza il software, prendi in prestito un paio di visori VR e scopri come puoi utilizzare la tecnologia per aumentare l'attività degli studenti nel tuo insegnamento.

READ  Valer, Solor | se e May-Liss sono dipendenti dai dipinti di Sigmund

Questa nuova offerta è una parte importante Creato un “Fremtidens Campus” adattato per l’uso degli strumenti di apprendimento digitale nel campus e nell’insegnamento.

Jacob Bonnevie Seven – Dottorando, Dipartimento di Geografia

Anna L. Lorange – Bibliotecario capo, Biblioteca Dragfall

Christian Vinsveen Levin – Ricercatore presso il Dipartimento di Antropologia Sociale ed Emergenze

Astrid Selland – Assistente scientifica, Dipartimento di Geografia

Ingeborg Jylland Lied – Studente impiegata presso il Dipartimento di Geografia

essere d'accordo o non essere d'accordo?

Inviaci la tua opinione