Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il capo dell’unità si dimette dopo una disputa sui prezzi

Il capo dell’unità si dimette dopo una disputa sui prezzi

(PressFire.no): Il creatore del motore di gioco Unity ha annunciato il mese scorso che inizierà ad addebitare una tariffa per ogni installazione dei suoi giochi a partire dal nuovo anno.

Se uno sviluppatore soddisfa un certo limite sul numero di scambi e sul numero di installazioni, non deve pagare più di due corone ogni volta che un utente installa i giochi, anche se ciò viene fatto dallo stesso cliente su più di una piattaforma.

Le modifiche si applicheranno anche ai giochi già sul mercato, il che significa che probabilmente riceveranno una commissione se gli obiettivi verranno raggiunti.

Non era inaspettato che questo sia stato accolto male dagli sviluppatori di giochi di tutto il mondo, e il tumulto ha spinto molti a cercare alternative.

Unity si è poi fatto avanti e si è scusato, prima di cambiare i suoi piani: non è retroattivo e la tariffa di installazione avrà effetto solo se è inferiore al 2,5% delle entrate del gioco superiori a 1 milione di dollari. In confronto, Epic Games, che ha creato l’Unreal Engine, prende il 5% delle vendite superiori a 1 milione di dollari.

Sembrava un piano migliore e molti tirarono un sospiro di sollievo, ma la reputazione di Unity aveva subito un duro colpo.

La società annuncia ora che il presidente, amministratore delegato e presidente del consiglio di amministrazione John Riccitiello si dimetterà dalla sua posizione con effetto immediato. Riccitiello è presidente dell’Unità dal 2013.

– È stato un onore guidare Unity per quasi un decennio e servire i nostri dipendenti, clienti, sviluppatori e partner, che hanno tutti svolto un ruolo fondamentale nella crescita dell’azienda, ha scritto Riccitiello.

READ  Questo potrebbe essere il primo gioco di Unreal Engine 5 che puoi provare

– Non vedo l’ora di supportare Unity attraverso questa trasformazione e di seguire il futuro successo dell’azienda.

Unity afferma che si avvarrà di una terza parte per trovare un successore e che nel frattempo James Whitehurst rileverà la società. Anche Whitehurst viene dall’esterno, attualmente è consulente di Silver Lake, una società di investimenti che possiede il 9% di Unity, ed è stato in precedenza amministratore delegato di Red Hat.

– John ha guidato Unity attraverso un’incredibile crescita negli ultimi 10 anni, aiutandoci a passare da una tariffa una tantum per sempre a un servizio in abbonamento che consente agli sviluppatori di generare entrate, scrive il nuovo presidente di Unity, Roelof Botha.

Riccitiello è stato in precedenza amministratore delegato di Electronic Arts, ma ha lasciato l’azienda nel 2013 dopo aver ottenuto scarsi risultati.

Nelle ultime settimane, sui social media sono diventate virali vecchie dichiarazioni in cui veniva citato definendo gli sviluppatori che non spingono per monetizzare i loro giochi “fottuti idioti”. Ha anche affermato che EA potrebbe sicuramente addebitare $ 1 per munizioni extra nella serie “Battlefield” quando i giocatori finiscono.

(Immagine in alto: Steve Jennings/Getty Images)

Questo articolo è stato scritto dal nostro sarcastico consigliere Segata Sateru, ed è quindi realizzato esclusivamente in bambù.