Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Bambini uccisi nel massacro di Kafr Azza – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Bambini uccisi nel massacro di Kafr Azza – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

NRK mette in guardia contro le immagini forti.

– Hanno bruciato tutto, assicurandosi che nessuno ne uscisse vivo. Puoi vedere la brutalità. Guarda tu stesso.

Il soldato israeliano Eyal Avriel si trova al centro di un gruppo di giornalisti Kibbutz Kafr Azza.

Questa piccola comunità agricola era una delle 27 aree sequestrate da Israele quando Hamas è entrato nel paese sabato.

Martedì qui l’odore dei morti aleggiava nell’aria.

I soldati israeliani raccolgono i corpi dal Kibbutz Kfar Azza in sacchi per cadaveri.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Le forze di difesa israeliane stanno liberando sempre più kibbutz e villaggi. Il caos scoppiato all’interno viene costantemente rivelato.

A Kfar Azza i combattimenti sono continuati fino a martedì mattina, quando l’esercito israeliano ha ripreso il controllo.

– Non è ancora finita. Non sappiamo se abbiamo disinfettato tutte le aree. Avril ha detto a Reuters e ad altri: Aspettiamo e prepariamo la prossima partita.

– Non ha smesso di sparare

I soldati dell’occupazione contano i corpi a Kafr Azza.

Foto e piccoli dettagli sono arrivati ​​da qui nel fine settimana, ma fino a martedì non si poteva vedere quanto fosse diffuso.

Il kibbutz vicino al confine con Gaza è costituito da quartieri con piccole case e giardini verdi sotto le palme. Circa 1.000 israeliani vivono e coltivano insieme a Kfar Azza.

Soldati israeliani trasportano un corpo nel Kibbutz Kfar Azza in Israele

Soldati israeliani trasportano un corpo nel Kibbutz Kfar Azza.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Uno di questi è Avidor Schwartzman. Come molti altri israeliani, sabato mattina si è svegliato presto al suono dei razzi.

Fondamentalmente ci sono abituati. Ma un’ora dopo, ha ricevuto un SMS dall’amministrazione del kibbutz che diceva che era pericoloso restare fuori.

Un soldato israeliano trasporta un cane nel Kibbutz Kfar Azza il 10 ottobre

Un soldato israeliano salva un cagnolino da Kafr Azza.

Fotografia: Eric Marmur/AP

Pensando che uno o due miliziani fossero entrati nella zona, ha cercato rifugio.

Le successive 18 ore furono testimoni di un “terrorismo completo e paralizzante”, ha detto Shartzman a Reuters.

– Non hanno smesso di sparare a casa nostra. Ho sentito persone che parlavano arabo. E tutto il tempo: riprese. Abbiamo sentito quello che sembrava uno sparo automatico.

Un materasso macchiato di sangue e involucri vuoti nel Kibbutz Kfar Azza in Israele

Gli involucri vuoti e il sangue che gocciola sul materasso testimoniano il dramma accaduto nel Kibbutz Kfar Azza.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Giaceva in silenzio con sua moglie e sua figlia e aspettava. Solo quando i soldati israeliani arrivarono e li salvarono si rese conto della portata del massacro.

-Sembrava una combinazione tra una zona di guerra e l’inferno puro. Cadaveri e fori di proiettile ovunque. I genitori di mia moglie se ne sono andati.

I bambini sono tra i morti

Schwartzman trova difficile capire perché i combattenti di Hamas siano entrati in un quartiere apparentemente tranquillo “solo per uccidere la gente”.

– Per favore, ferma questo spargimento di sangue, chiede.

Non è chiaro quante persone siano state uccise a Kafr Azza.

Il soldato Avril si emoziona chiaramente quando parla alla stampa.

– La maggior parte di loro erano studenti con famiglie piccole. L’età media qui è tra i 18 e i 25 anni. Questo quartiere è stato brutalmente attaccato e le persone sono state massacrate.

Soldati israeliani stanno accanto al corpo di un combattente di Hamas nel Kibbutz Kfar Azza in Israele.

I corpi dei soldati di Hamas sono sparsi anche a Kafr Azza.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Si dice che molti dei morti siano stati decapitati, scrive la Reuters.

Il Maggiore Generale Itay Verov continua:

– Vedi bambini, madri e padri nelle loro camere da letto e nei loro rifugi e come i terroristi li hanno uccisi. Questa non è una guerra, questo non è un campo di battaglia, questo è un massacro, un atto di terrorismo.

Soldati israeliani osservano la distruzione del Kibbutz Kfar Azza.

Soldati israeliani osservano la devastazione del solitamente idilliaco Kibbutz Kfar Azza.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Molti di loro sono stati presi in ostaggio anche da Kafr Azza a Gaza.

Yaffa Adar, 85 anni, ha viaggiato in tutto il mondo quando il video del suo rapimento è diventato virale sui social media.

-Non riesco a immaginare quanto fosse spaventata. Ha 85 anni, è malata e non ha medicine. Senza le medicine, soffre molto, ha detto domenica a NRK sua nipote, Adva Adar.

A Birri furono uccise più di 100 persone

Martedì i soldati hanno installato ordigni esplosivi a Kafr Azza per recuperare i corpi dei residenti morti.

Diverse case bruciarono. Il lavoro è duro, perché i combattenti di Hamas mettono il cosiddetto Trappole esplosiveo trappole da viaggio.

Un combattente di Hamas è stato ucciso nel Kibbutz Kfar Azza in Israele

I combattenti di Hamas uccisi giacciono in diversi luoghi interni ed esterni a Kafr Azza.

Fotografia: Ohad Zweigenberg/AP

Anche molti altri kibbutz sono stati gravemente colpiti dagli attacchi di Hamas.

Quando lunedì la difesa e la stampa sono riuscite a raggiungere Be’eri, è diventato chiaro che lì erano state uccise più di 100 persone.

Tracce di sangue sul terreno in uno dei corridoi testimoniano la massiccia violenza avvenuta lì.

Yoni Asher ha raccontato a NRK di aver sentito i combattenti di Hamas demolire la casa di sua suocera nel Kibbutz Nir Oz al telefono con sua moglie.

Sua moglie, sua suocera e due figlie furono poi portate a Gaza come ostaggi.

Tracce di sangue nel Kibbutz Kfar Azza

Tracce di sangue nel Kibbutz Kfar Azza mostrano la brutalità avvenuta.

Foto: Reuters


READ  La scomparsa di uno yacht russo: - Dirottato dai pirati