Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il giocatore fulmineo Tobias Myhre incontra il padre e allenatore della VIF Peter Myhre

Il giocatore fulmineo Tobias Myhre incontra il padre e allenatore della VIF Peter Myhre

– Quando ero giovane mi costrinse a indossare un abito blu, ammette il centrocampista della Linn Tobias Maier, guardando mio padre Peter.

Peter Mayer è Valerenga-allenatore Ciò avvenne anche durante i primi cinque anni di vita di Tobia.

Ora Myhre Junior ha 22 anni e giocherà contro Il padre di Vålerenga, acerrimo rivale di Lyn, sabato in uno stadio gremito di Ullevaal nella Obos League.

VG incontra padre e figlio nella casa d'infanzia di Tobias a Lørenskog, dove ora vive nel dormitorio seminterrato.

Un allenatore della VIF e un giocatore del Lyn vivono nella stessa casa. Come funziona?

Tale padre, tale figlio: Peter e Tobias Meyer suonano “Zero Bounce” nel parco. Quest'ultimo non è del tutto soddisfatto della cessione della responsabilità al suo ex allenatore. Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

– In realtà funziona abbastanza bene. Non abbiamo parlato molto di questa partita, ma ultimamente la voce si sta diffondendo molto, dice il giocatore del Lyn.

Pietro annuì.

– Nella vita di tutti i giorni, questo non è un argomento. Spero che faccia un buon lavoro e che Len faccia un buon lavoro purché finiscano dietro di noi. Peter Meijer, che è favorevole al ritorno del derby di Oslo all'Elitserien, dice che la cosa migliore è che entrambi possano essere promossi.

READ  Sky Sports: uscita Jadon Sancho-United

Non c’è dubbio che siamo arrivati ​​a una vera e propria famiglia del calcio. A pochi passi di distanza c'è il campo in erba artificiale dove Peter allenava Tobias quando era un giovane giocatore. Ovviamente c'è una palla sul balcone e ce n'è una in giardino Seguiti.

“Il calcio era, in un certo senso, un luogo di ritrovo per noi”, afferma Peter.

Voleva allenare l'intera squadra e non solo suo figlio.

-Ero più un allenatore di genitori sociali. È importante che qualcuno assuma quel ruolo vulnerabile, francamente.

– Forse Tobias non era capitano e non poteva tirare un calcio di rigore?

– Non era capitano, ma ha dovuto prendere alcuni rigori. A quel punto gli era mancato quasi tutto. Forse è questo che ha causato il tumulto, dice Abi Mihri.

Buon tono: Myhre vecchi e giovani. Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

Poche settimane dopo il ritorno di Myhre Senior a Vålerenga a gennaio, Junior era pronto per Lyn.

Il laborioso centrocampista è andato direttamente agli undici e ha giocato da titolare tre partite su tre per la squadra neopromossa.

E lunedì, Lyne ha registrato una solida vittoria per 3-0 ad Ålesund, il che significa che sono effettivamente davanti alla VIF in classifica in vista del grande scontro di sabato.

Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

Peter racconta il consiglio che ha dato prima di scegliere Tobias Lane:

-Sappi che la cruna dell'ago è ancora troppo stretta per raggiungere la cima. Len si allena alle 15, Tobias frequenta il programma BI e può studiare insieme al calcio. So in prima persona che all'improvviso puoi subire un infortunio che può mettere fine ai tuoi sogni, quindi è bello avere qualcos'altro su cui contare.

READ  Finale del Champions Chess Tour: dimostrazione di forza da parte di Magnus Carlsen

– Dopotutto, devi avere una vita anche dopo il calcio, e la carriera è breve. Giocando a Lyn, Tobias potrà vivere e giocare nel dormitorio qui Lega dell'OpusQuesto è un nuovo passo per lui. Penso che sia stata una scelta intelligente.

Home Track: Tobias e Peter Mayer nell'appartamento dormitorio. Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

-Quindi hai consigliato a tuo figlio di firmare con l'arcirivale?

– Sì, si potrebbe dire così, ride Peter.

– Indosso il cappello di mio padre quando devo consigliare qualcosa a Tobias, ma non scelgo per lui. Quindi è stato lui a prendere la decisione. Si rese conto che questo corrispondeva ai segnali che Tobias le aveva dato, e quindi lo sostenne in questo.

Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

Ma il fatto che VIF-Myhre sia sembrato un po' lontano dalla rivalità, 'raccomandato' e 'accettato' che suo figlio firmasse con Lyn, forse non è così anormale. Lo stesso Peter ha esperienza in diversi club rivali.

Anche il 52enne è cresciuto a Lørenskog, a metà strada tra i paesi di Vålerenga e Lillestrøm. Come allenatore, non voleva trasferirsi a causa della sua famiglia.

Il suo precedente lavoro da allenatore era al Lillestrom, l'altro acerrimo rivale del VIF. In precedenza ha allenato Strommen, che era anche un rivale del Lillestrom. Inoltre, il padre di Peter, Bjorn Meyer, ha giocato più di 200 partite con l'LSK negli anni '60 e '70.

– Sono cresciuto a Strommen e lì ho lavorato come allenatore, poi ci sono il Valerenga e il Lillestrom, che sono i due club più grandi qui a Lorenskog. Ho avuto l'onore di lavorare in entrambi i club, ma capisco che i tifosi pensino che questo sia molto speciale, ammette Peter Meier.

Foto: Bjorn S. Dilipik/VG

Dal punto di vista dell’allenatore, padre Meyer descrive suo figlio come “un giocatore di squadra molto leale e altruista che porta a termine la missione invisibile”. Ma avrebbero dovuto finirci dentro Stesso Il club, di primo livello, non era affatto vitale.

READ  Lundby ha subito una commozione cerebrale - VG

-Ho detto a Tobias che non volevo essere il suo allenatore. Peter spiega che è stato già abbastanza brutto per lui quando aveva tra i sette ei tredici anni con altri genitori che significavano molto.

-Ne abbiamo già parlato e va bene lasciarlo andare. Quando controllo le mie partite e cose del genere qui a casa, è molto bravo ad aiutarmi. Va bene così e non sul campo di allenamento, come dice lo stesso Tobias.

– Vuoi che il junior sia il vincitore della partita di sabato davanti a quasi 25.000 spettatori, Peter?

– NO. Certamente non lo faccio. L’unica cosa che conta per me in quella partita è che vinciamo. Allo stesso tempo, spero che faccia una bella partita e una bella esperienza, perché è qualcosa di molto speciale. Ma la nostra vittoria metterà in ombra tutto.

Indipendentemente da come andrà la partita, difficilmente saranno sulla stessa macchina al ritorno da Olvale sabato sera.

– noi NO Lui è Insieme dopo quel litigio, conferma Tobias.

-Chi porta la famiglia sabato?

– Penso che ci sia una divisione lì, dice Tobias.

-Penso che la maggior parte delle persone vorrebbe un pareggio, Anna. Soprattutto la moglie, dice Peter.

Vuoi saperne di più sul calcio norvegese? La grande rivista del club di VG su Tromsø IL contiene 100 pagine di buoni rapporti, storie e fatti sul club. La rivista può essere acquistata su Il nostro negozio online (spedizione gratuita!)