Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Il governo non ha avuto il coraggio politico – VG

Leader del consiglio comunale di Oslo: Raymond Johansen (Lavoro).

La Commissione Corona ritiene che una distribuzione sempre più distorta dei vaccini avrebbe potuto impedire molte ammissioni. Le conseguenze rimangono una sfida per Oslo, secondo il presidente del consiglio comunale.

Inserito:

“Sono preoccupato per le conseguenze a lungo termine della decisione sbagliata di oggi”, dice Raymond Johansen a VG.

Il dibattito pubblico sulla distribuzione del vaccino ha iniziato a imperversare A gennaio 2021. Poi Oslo-Regione, che sono stati duramente colpiti e hanno richiesto più vaccinazioni per le aree ad alto tasso di infezione. Le discussioni sono continuate durante l’estate.

La Commissione Corona ha pronunciato martedì Dom peccato Sulla gestione del governo Corona Solberg. Ritengono che il governo abbia ritardato la decisione troppo a lungo “nonostante il fatto che, tra gli altri, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Commissione Holden e il gruppo di esperti FHI sull’etica e sulla definizione delle priorità su cui si basava la strategia vaccinale del governo, l’abbiano raccomandata. “

Il leader del consiglio comunale di Oslo era uno di quelli che erano in prima linea nelle richieste di vaccino.

Ha detto a VG che pensava che questa fosse la cosa più pericolosa nella sentenza del pannello.

È chiaro che dare la priorità in anticipo alle aree ad alta pressione di infezione si prenderebbe più cura della salute e ridurrebbe i disturbi nella comunità. Avremmo potuto evitare la malattia e avremmo potuto avere procedure meno rigorose, dice.

Effetti postumi

Il Comitato Corona afferma di ritenere che la strategia del vaccino non abbia contribuito in misura sufficiente a ridurre l’infezione, e quindi l’onere di rigide misure di controllo delle infezioni dove c’era molta infezione. Ritengono inoltre che una distribuzione più ampia e distorta avrebbe potuto comportare un minor numero di ammissioni. Leggi di più qui.

READ  "Un po 'teso". "Gioia". "il giorno più bello della mia vita." "Come una rinascita." È così che ci si sente quando il mondo riapre.

Il sindaco di Oslo sottolinea di aver anche concluso che le misure per combattere l’epidemia e l’infezione stanno colpendo più gravemente bambini, giovani e gruppi vulnerabili.

Leggi di più a riguardo: Impossibile catturare tutti i bambini deboli.

Sottolinea che molte delle persone vulnerabili a Oslo, che hanno vissuto a lungo con procedure molto rigide, sono quelle che avrebbero potuto fare di meglio a Oslo e hanno ricevuto diverse vaccinazioni in precedenza.

La Commissione Corona ha sottolineato in modo specifico le conseguenze dell’epidemia in aree come Oslo orientale. La regione orientale di Oslo è stata una delle più colpite, allo stesso tempo abbiamo parlato di riempire tanta acqua quanta ne brucia, ha detto.

– così palese

Johansen sottolinea il acceso dibattito sulla distribuzione del vaccino. Il sindaco di Molde, tra l’altro, è uscito e ha criticato Oslo, prima che dentro Successivamente si è scoperto che era in contatto con uno degli stretti dipendenti di Erna Solberg.

“Ho anche un bisogno, e devo poterlo dire, penso che sia stato molto evidente”, dice Dawn, riferendosi al fatto che si diceva che i residenti di Oslo non erano in grado di rispettare le regole di controllo delle infezioni e quindi non dovrebbero essere ricompensati con più vaccinazioni”.

– Quello che è successo è Erna Solberg scusami con me Lei non sa niente, e lo credo anche io. Ma in questo caso, abbiamo discusso sui vaccini, dice.

Johansen afferma di pensare che sia stata la pressione politica a rendere difficile per il governo somministrare più vaccini alle aree con molte infezioni.

– Il governo non ha avuto il coraggio politico di attuarlo. È importante avere il coraggio politico di prendere decisioni sull’invio di vaccini in aree con una maggiore pressione di infezione, dice Johansen, anche se è Oslo.

READ  Leader: - Il rischio di guerra in Europa è maggiore di quanto non lo sia stato in 30 anni

Il capo del consiglio comunale di Oslo afferma di ritenere importante dire che l’epidemia è andata bene in Norvegia rispetto ad altri paesi e che coloro che hanno lavorato con essa dovrebbero ottenere il riconoscimento.

– Ma anche qui si tratta di una critica importante da cui dobbiamo imparare. Quindi, se l’unica cosa su cui vuoi avere l’impressione è che, ci stiamo facendo del male, dice.

Erna Solberg: Scettica nei confronti della critica

L’ex primo ministro Erna Solberg ha scritto in un post su Facebook di essere “scettica” sulle accuse della commissione sulla distribuzione precedentemente irregolare.

Le analisi complessive e complete che abbiamo ricevuto dall’FHI non supportano le affermazioni secondo cui la precedente distribuzione asimmetrica avrebbe comportato un numero significativamente inferiore di malattie, a condizione che manteniamo un certo controllo sull’epidemia, pensi.

Le analisi mostrano guadagni significativi solo se si utilizzano ipotesi non realistiche sulla diffusione dell’infezione. Se interpreto il punto di vista della commissione, la loro proposta significa che le persone vulnerabili con malattie di base nelle zone rurali, che nel peggiore dei casi potrebbero perdere la vita a causa di un’infezione, dovranno aspettare che i giovani sani nelle zone centrali prendano il sopravvento. Solberg scrive che non sono d’accordo.

“Abbiamo sostenuto la distribuzione distorta quando abbiamo ricevuto chiari consigli professionali al riguardo, ma solo quando la stragrande maggioranza delle malattie sottostanti in tutto il paese è stata vaccinata”, ha scritto l’ex Primo Ministro.

NIPH: Nessun altro paese l’ha scelto

Camilla Stoltenberg ha detto a VG che il National Institute of Public Health (NIPH) in due round ha raccomandato una distribuzione irregolare dei vaccini nelle aree ad alta pressione di infezione:

READ  - È troppo pesante per me - NRK Norvegia - Panoramica delle notizie da diverse parti del paese

In un primo momento le sostituzioni ebbero un’ampia distribuzione e un modesto skew.

– Poi ha scelto il governo umile. La seconda volta, abbiamo formulato una raccomandazione in cui il governo avrebbe potuto dare la sua approvazione un po’ prima, afferma il direttore della FHI.

Il NIPH valuterà se le sue raccomandazioni dovrebbero essere più forti o arrivare prima.

E ricorda che c’è anche un rischio associato alla deviazione geografica, e può anche portare all’insicurezza in gran parte della popolazione, che potrebbe essere delusa dalle autorità sanitarie.

Può portare a una maggiore polarizzazione e sfiducia e se c’è qualcosa di cui abbiamo bisogno durante una pandemia, è la fiducia nel programma di vaccinazione, afferma Camilla Stoltenberg.